Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

La MINI Roadster


La MINI Roadster
31/01/2012, 13:01

Il tipico divertimento di guida che regala una MINI affascina sempre e viene proposto adesso per la prima volta nell’ambito di un concetto ideato con coerenza per trasportare due persone a cielo aperto. La MINI Roadster è il sesto modello dell’attuale gamma della casa automobilistica premium britannica e la prima due posti aperta nella storia del brand. L’interpretazione di una roadster compatta nel tipico stile MINI dona degli impulsi nuovi al segmento delle vetture compatte. Dei motori potenti e la sofisticata tecnica di assetto, tarata con precisione alle particolarita del modello roadster, garantiscono il caratteristico go-kart feeling.

La classica capote in tessuto si lascia aprire e chiudere manualmente in modo semplice e veloce ed offre le premesse ideali per sfruttare ogni occasione e godersi un intenso divertimento open-air. Nella MINI Roadster, la protezione degli occupanti viene ottimizzata attraverso due roll-bar sistemati dietro i sedili. Sia a capote aperta che chiusa il bagagliaio ha un volume di 240 litri. Una maggiore versatilità viene messa a disposizione dall’ampia apertura di carico passante tra bagagliaio e abitacolo.

Design: classica linea da roadster, linguaggio formale tipico di MINI

Il trasferimento autentico del tipico linguaggio formale del marchio alle proporzioni di una roadster dona alla due posti un appeal inconfondibile ed irresistibile. Anche a capote chiusa la MINI Roadster si presenta con un profilo elegante e slanciato dal quale spicca, soprattutto nella zona di passaggio dal tetto alla coda, il caratteristico three-box-design. Degli stilemi di design nel caratteristico stile MINI emettono dei segnali univoci sull’appartenenza del nuovo modello al marchio britannico.

Motori: potenza impressionante, efficienza esemplare

Al momento di lancio la MINI Roadster sarà disponibile con quattro potenti ed efficienti motori a benzina e diesel. La gamma di motorizzazioni varia dalla MINI Cooper Roadster (90 kW/122 CV) alla MINI Cooper SD Roadster (105 kW/143 CV) fino alla MINI Cooper S Roadster (135 kW/184 CV) e all’atleta top di gamma da 155 kW/211 CV MINI John Cooper Works Roadster.

Assetto: agilità e precisione per garantire il massimo divertimento di guida

Anche nella MINI Roadster, il tipico divertimento di guida viene assicurato dalla sofisticata tecnica di assetto e un minuzioso lavoro di taratura, che non offre nessun altro modello del segmento di appartenenza, in combinazione con i motori potenti e la tipica trazione anteriore del marchio. L’equipaggiamento di serie comprende un servosterzo elettromeccanico con servoassistenza funzionante in dipendenza della velocita e il sistema di regolazione della stabilita di guida DSC (Dynamic Stability Control). La modalita di trazione DTC (Dynamic Traction Control) con EDLC (Electronic Differential Lock Control), montato di serie nella MINI John Cooper Works Roadster e disponibile come optional in tutti gli altri modelli, assicura una guida ancora pi stabile e sicura su fondi scivolosi e una maggiore sportività nelle curve percorse dinamicamente.

Ottimizzazione dell‘equilibrio dei pesi e delle caratteristiche aerodinamiche

La scocca ad elevata resistenza torsionale con rinforzi specifici e un baricentro basso favorisce sia l’agilità e la maneggevolezza che la sicurezza della MINI Roadster. Alla protezione degli occupanti provvedono, oltre agli airbag frontali e laterali per testa e torace, anche il telaio estremamente rigido del parabrezza e i roll-bar in acciaio inossidabile lucidato, uniti fissi alla scocca. L’equilibrio aerodinamico della MINI Roadster viene ottimizzato da uno spoiler posteriore attivo che fuoriesce automaticamente a 80 km/h.

Raffinati equipaggiamenti di serie, ricca offerta di personalizzazione

La MINI Roadster accentua il proprio carattere premium anche attraverso il suo raffinato equipaggiamento di serie che comprende per esempio un impianto di climatizzazione (MINI Cooper S Roadster, MINI Cooper SD Roadster, MINI John Cooper Works Roadster), specchietti retrovisori esterni a regolazione elettrica, Park Distance Control, sedili regolabili in altezza, nonché un sistema audio con lettore CD in grado di riprodurre anche il formato MP3 e connettore AUX-In. Per aumentare il comfort e la personalizzazione sono disponibili degli affascinanti optional come la luce allo xeno, l’Adaptive Light Control, sedi nere per i proiettori, il Comfort Access e l’Always Open Timer. Inoltre, nella MINI Roadster possono venire utilizzate le innovative funzioni d’infotainment e di comunicazione di MINI Connected.

Made in England: la MINI Roadster viene prodotta nello stabilimento MINI di Oxford

La personalità della MINI Roadster è anche il risultato delle sue origini britanniche. La MINI Roadster viene prodotta in Gran Bretagna insieme alla MINI, alla MINI Clubman, alla MINI Cabrio e alla MINI Coupé. Con l’aggiunta del nuovo modello, il centro di assemblaggio di Oxford diviene ancora più importante, analogamente allo stabilimento di presse di Swindon e alla fabbrica di motori di Hams Hall. Già oggi MINI è la terza casa automobilistica della Gran Bretagna. Fino al 2014 il BMW Group investirà circa 500 milioni di lire sterline nell’ampliamento e ammodernamento dei siti produttivi.

2. In breve.

•MINI porta avanti con coerenza l’ampliamento della gamma di modelli. L’ultimogenita: la MINI Roadster, il sesto modello dell’attuale portafoglio del marchio e contemporaneamente la prima due posti aperta della sua storia; interpretazione moderna, tipica di una MINI, del concetto automobilistico di vettura sportiva compatta con capote in tessuto ad apertura manuale; prima automobile premium del suo tipo nel segmento delle vetture di piccola cilindrata; offerta unica per un target-group esigente che dedica particolare attenzione a una sportivita elegante, al divertimento spontaneo che offre la guida a cielo aperto e a un design irresistibile; maneggevolezza entusiasmante grazie a motori potenti e a una sofisticata tecnica di assetto; varietà insuperata di possibilità di personalizzazione.

•Trasferimento autentico del linguaggio formale MINI alle proporzioni automobilistiche di una roadster; chiara focalizzazione sul concetto due posti e sull’esperienza di guida a cielo aperto; appeal sportivo con i tipici sbalzi corti di una MINI, una scocca che poggia solidamente sulle ruote e una linea Greenhouse alta; inconfondibili stilemi di design e dettagli caratteristici per accentuare l’appartenenza al marchio.

•Three-box-design con bagagliaio che spicca marcatamente dal corpo vettura; linee eleganti e slanciate d’ispirazione roadster con montanti A fortemente inclinati, linea Greenhouse leggermente ascendente e coda bassa; altezza della vettura fino a 20 millimetri inferiore alla MINI Cabrio; capote in tessuto ad azionamento manuale con meccanismo semplice per un’apertura e chiusura veloci e spontanee.

•Intenso go-kart-feeling ed eccellente livello di sicurezza grazie alla taratura di precisione dell’assetto, al baricentro basso della vettura, alla carrozzeria ad elevata resistenza torsionale e all’ottimizzazione delle caratteristiche di aerodinamica; servosterzo elettromeccanico con regolazione della stabilità di guida DSC (Dynamic Stability Control) di serie, modalità di trazione DTC (Dynamic Traction Control) incluso EDLC (Electronic Differential Lock Control) disponibile come optional (di serie nella MINI John Cooper Works Roadster); roll-bar in acciaio inossidabile lucidato; spoiler posteriore attivo che fuoriesce automaticamente a 80 km/h; MINI John Cooper Works Roadster con kit di aerodinamica John Cooper Works montato di serie.

•Concetto coerente di vettura due posti con spazio per depositare del bagaglio dietro i sedili di guidatore e passeggero, bagagliaio da 240 litri con apertura di carico passante; portellone del bagagliaio ad ampia apertura per operazioni di carico confortevoli; optional: frangivento tra i roll-bar.

•Motori quattro cilindri dell’ultima generazione; i propulsori a benzina e diesel pi potenti nel portafoglio motori MINI; tecnologia MINI TwinPower Turbo; MINI John Cooper Works Roadster da 155 kW/211 CV, MINI Cooper S Roadster da 135 kW/184 CV, MINI Cooper Roadster da 90 kW/122 CV, MINI Cooper SD Roadster da 105 kW/143 CV; efficienza esemplare grazie alla tecnologia MINIMALISM.

•Colori e materiali per i rivestimenti dei sedili, i pannelli interni delle porte, e modanature interne e Colour Lines realizzati appositamente per il nuovo modello; ulteriori proposte di personalizzazione grazie agli optional esclusivi di MINI Yours e alle Sport Stripes in tinte di contrasto; raffinati equipaggiamenti di serie, inclusi il servosterzo funzionante in dipendenza della velocità, specchietti retrovisori esterni a regolazione elettrica, Park Distance Control, impianto di climatizzazione (MINI Cooper S Roadster, MINI Cooper SD Roadster, MINI John Cooper Works Roadster) e sistema audio con lettore CD in grado di riprodurre anche dei brani in formato MP3 e connettore AUX-In; come optional sedi dei proiettori nere, luce allo xeno, Adaptive Light Control, Comfort Access, climatizzatore automatico, Always Open Timer; ampia gamma di optional d’intrattenimento e di comunicazione: sistema di altoparlanti HiFi Harman Kardon, sistema di navigazione MINI, MINI Connected inclusi Driving Excitement App, webradio, Google Services, RSS newsfeed, Mission Control e utilizzo di Facebook e Twitter a bordo della vettura.

•Motorizzazioni:

MINI John Cooper Works Roadster: motore quattro cilindri a benzina con tecnologia MINI TwinPower Turbo e numerose tecnologie derivate direttamente dallo sport automobilistico,

cilindrata: 1.598 cm3,

potenza: 155 kW/211 CV a 6.000 g/min,

coppia max. : 260 Nm a 1.850 – 5.600 g/min (280 Nm con overboost a 2.000 – 5.100 g/min), accelerazione (0–100 km/h): 6,5 secondi,

velocità massima: 237 km/h,

consumo medio di carburante su base UE: 7,3 litri/100 chilometri, valore CO2: 169 g/km.

MINI Cooper S Roadster: motore quattro cilindri a benzina con tecnologia MINI TwinPower Turbo,

cilindrata: 1.598 cm3,

potenza: 135 kW/184 CV a 5 .500 g/min,

coppia max. : 240 Nm a 1.600 – 5.000 g/min (260 Nm con overboost a 1.730 – 4.500 g/min), accelerazione (0–100 km/h): 7,0 secondi,

velocità massima: 227 km/h,

consumo medio di carburante su base UE: 6,0 litri /100 chilometri, valore di CO2: 139 g/km.

MINI Cooper Roadster: motore quattro cilindri a benzina con comando valvole variabile sulla base della tecnologia VALVELTRONIC del BMW Group,

cilindrata: 1.598 cm3,

potenza: 90 kW/122 CV a 6 000 g/min,

coppia max. : 160 Nm a 4 250 g/min,

accelerazione (0–100 km/h): 9,2 secondi,

velocità massima: 199 km/h,

consumo medio di carburante su base UE: 5,7 litri /100 chilometri, valore di CO2: 133 g/km.

MINI Cooper SD Roadster: quattro cilindri turbodiesel con tecnologia MINI TwinPower Turbo, cilindrata: 1. 995 cm3,

potenza: 105 kW/143 CV a 4.000 g/min,

coppia max. : 305 Nm a 1.750 – 2 .700 g/min,

accelerazione (0–100 km/h): 8,1 secondi,

velocità massima: 212 km/h,

consumo medio di carburante su base UE: 4,5 litri/100 chilometri, valore di CO2: 118 g/km.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.
La MINI Roadster
La MINI Roadster
La MINI Roadster
La MINI Roadster
La MINI Roadster
La MINI Roadster