Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

Fra 100.000 anni potranno invadere il sistema solare

La NASA scopre pianeti gioviani fluttuanti nello spazio


La NASA scopre pianeti gioviani fluttuanti nello spazio
24/05/2011, 11:05

Nell’universo esistono miliardi di stelle. La maggior parte di esse si trova in un sistema binario con un astro gemello. L’unica eccezione è quella del nostro sole che da solo forma un sistema di pianeti che vi ruotano attorno. Ma l’ultima scoperta che è stata realizzata dagli scienziati della NASA dimostra che l’universo è in piena espansione e che la potenza di allontanamento degli oggetti celesti tende a far uscire dai sistemi solari alcuni pianeti. La notizia che lascia stupiti ed anche impauriti è quella che concerne il fluttuamento nello spazio di alcuni pianeti dalla massa simile a quella di Giove che non hanno un orbita precisa e viaggiano in piena solitudine nello spazio. I corpi gioviani sono difficilmente rilevabili perché non sono illuminati dalle stelle, anzi, essendone lontani anni luce da fonti di calore si confondono nel buio dello spazio e possono entrare ed uscire all’interno dei sistemi solari che si trovano nelle galassie. C’è da essere poco tranquilli se non fosse per il fatto che questi pianeti distano dalla terra tra i 10 ed i 20 mila anni luce e quindi la possibilità d’impatto con la Terra risulta minima. La scoperta è stata effettuata dai telescopi della NASA situati in Nuova Zelanda ed in Cile. La spiegazione di tale fenomeno è sicuramente dovuta dalla teoria che vede i pianeti sbalzati fuori dai loro luoghi di origine.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©