Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

La nuova BMW i3 a “H2R – Mobility for Sustainability” di Ecomondo (Rimini Fiera, 6-9 novembre 2013)


La nuova BMW i3 a “H2R – Mobility for Sustainability” di Ecomondo (Rimini Fiera, 6-9 novembre 2013)
05/11/2013, 11:39

La nuova BMW i3, prima vettura elettrica premium del marchio BMW, sarà protagonista a “H2R – Mobility for Sustainability”, che si tiene a Rimini Fiera durante Ecomondo (6–9 novembre 2013), la 17esima Fiera Internazionale del recupero di materia ed energia e dello sviluppo sostenibile. Il grande evento fieristico riminese ha attirato nell'edizione 2012 ben 1.200 aziende espositrici attive nel settore della Green Economy e quasi 85.000 visitatori interessati alle tecnologie ambientali.

Con BMW i, la Casa di Monaco si propone come leader nella mobilità sostenibile e integrata del futuro. La BMW i3 sarà in expo nell’area dedicata e disponibile per test drive. Nel corso del convegno di H2R 2013 del giorno 6 novembre (ore 14.45 – 15.30) verranno illustrate le peculiarità del progetto BMW i e le soluzioni d’avanguardia adottate nella nuova vettura. Nella giornata di sabato 9 novembre, all’interno del convegno “Coesione crescita e creatività: nutrire il pianeta, energia per la vita” (sala Agorà ore 10.00 – 13.00) sarà presentato il progetto “iFoodies powered by BMW i” che si pone come obiettivo lo sviluppo di una App per dispositivi mobile di tipo Android e iOS e sarà realizzata in italiano e inglese per la promozione delle aziende agricole italiane che lavorano nell’eccellenza e all’insegna della filosofia di Slowfood.

La nuova BMW i3
Il mondo e il settore della mobilità individuale stanno vivendo una profonda fase di trasformazioni ecologiche, economiche e sociali. Numerosi sviluppi globali, come il cambiamento climatico, la penuria delle risorse naturali e la crescente urbanizzazione esigono delle soluzioni nuove. BMW i elabora queste soluzioni. Il brand è sinonimo di concetti automobilistici del futuro, di design creativo e di un’interpretazione nuova del termine premium, definito essenzialmente attraverso la sostenibilità.

La BMW i3, la prima automobile di serie di BMW i, offre mobilità a emissioni zero in un’automobile premium. Il primo modello ad alimentazione esclusivamente elettrica del BMW Group crea delle possibilità completamente nuove e innovative di muoversi nel traffico urbano con piacere di guida, sostenibilità e collegati in rete. Il design futuristico della BMW i3 esprime con autenticità sia la tipica sportività delle vetture BMW che l’efficienza offerta dai quattro posti. Il suo innovativo concetto automobilistico, con l’abitacolo in materiale sintetico rinforzato in fibra di carbonio (CFRP), abbina leggerezza, stabilità e sicurezza a un’abitabilità straordinaria. Grazie ai sistemi di assistenza del guidatore e ai servizi di mobilità di BMW ConnectedDrive e i servizi di 360° ELECTRIC, sviluppati per BMW i, la mobilità ad emissioni zero diviene un’affascinante esperienza giornaliera nell’ambiente urbano.

Il motore elettrico della BMW i3 eroga una potenza di punta di 125 kW/170 CV e una coppia massima di 250 Newtonmetri, trasmettendo la potenza alle ruote posteriori attraverso un cambio a rapporto unico. L’elettromotore ottiene la propria energia dalle celle di una batteria agli ioni di litio, integrata nel sottoscocca. Il baricentro notevolmente abbassato, dovuto alla configurazione (bassa e centrale) dell’unità delle batterie, e la ripartizione equilibrata delle masse tra gli assi contribuiscono ulteriormente all’agilità e maneggevolezza della vettura. Nel traffico giornaliero la batteria offre un’autonomia massima di 130 – 160 chilometri; l’approvvigionamento di energia elettrica viene assicurato da una normale presa di corrente di casa, dalla BMW i Wallbox oppure da una stazione pubblica di carica.

iFoodies powered by BMW i
La App di iFoodies, in fase di sviluppo, includerà 1.600 aziende agricole dal nord al sud del nostro Paese. Un elenco di artigiani del buon cibo che oltre a produrlo lo vendono direttamente, in linea con il concetto del “chilometro vero” selezionato da Slow Food. Si tratta di aziende agricole che lavorano nel rispetto della qualità e nella maggior parte dei casi che seguono una filiera ecosostenibile, con i rispettivi prodotti agricoli, dedicando una percentuale maggiore di attenzione alle realtà che producono: olio, confetture, succhi di frutta, formaggi, frutta, salumi e molti altri prodotti ancora.

Questo progetto nasce per offrire a tutte le realtà enogastronomiche diffuse sul nostro territorio, le stesse opportunità che hanno avuto, in passato, le aziende agricole vitivinicole, che saranno anch’esse presenti su iFoodies App. Non verranno segnalate solo realtà biologiche e biodinamiche, ma anche artigiani che seguono la filosofia del buono, pulito e giusto e hanno un approccio alla sostenibilità intelligente. Le varie aziende saranno geolocalizzate tramite l’utilizzo delle API (Application Program Interface) Google con appositi marker personalizzati che porteranno alle relative schede di approfondimento dove sarà possibile reperire informazioni tecniche, tipologie dei prodotti, prezzi, foto e contatti. L’utente sarà ulteriormente avvantaggiato anche da un sistema chiamato “trova la strada” che permetterà di visualizzare il percorso stradale dalla posizione occupata a quella dell’azienda. In alternativa, invece delle solite ricerche per vie o per indirizzi, sarà possibile disegnare un cerchio su un punto di interesse e immediatamente verranno mostrati tutti i locali nelle vicinanze. La App prevederà un sistema back-end per gestire le nuove aziende sulla mappa e relative schede di approfondimento con sincronizzazione dei contenuti. iFoodies sarà disponibile e scaricabile gratuitamente su App Store e Google Play a partire da gennaio 2014.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©