Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

La nuova Polo GTI debutterà al Salone di Ginevra


La nuova Polo GTI debutterà al Salone di Ginevra
22/02/2010, 12:02

La Polo GTI è tornata, ed è un ritorno d’impatto con i suoi 180 CV di potenza. Anche questa GTI offre ciò che le tre leggendarie lettere della sua sigla promettono: caratteristiche di guida eccellenti e un comportamento dinamico senza compromessi, nel massimo della sicurezza. L’elenco degli equipaggiamenti high-tech è senza dubbio il punto di forza della nuova Polo GTI. Ne è un esempio il motore. Questa Polo è dotata di un nuovo propulsore benzina 1.4 TSI a iniezione diretta, sovralimentato tramite compressore meccanico e turbocompressore. Un esempio di downsizing molto efficace. Di serie, il cambio DSG a 7 rapporti trasmette tutta la potenza alle ruote anteriori. Il dispositivo di bloccaggio elettronico trasversale XDS permette una guida sicura anche nel misto stretto.

Così equipaggiata, disponibile a tre o cinque porte, la Polo GTI si dimostra estremamente efficiente e dinamica. Questa sportiva del peso di soli 1.184 kg, passa da 0 a 100 km/h in soli 6,9 secondi e raggiunge una velocità massima di 229 km/h. Diventa così la GTI più parca ed ecologica di tutti i tempi. Consumo nel ciclo combinato: appena 6 litri ogni 100 km, con emissioni di CO2 pari a 139 g/km.

Per fare un confronto, la versione precedente, dotata di motore 1.8 turbo 180 CV, consumava 7,9 litri (con emissioni di CO2 pari a 188 g/km). La nuova versione abbatte quindi i consumi del 25%. La GTI è la prima Polo che può essere ordinata con fari bixeno con luci di svolta, luci diurne e luci di posizione a LED; inoltre si può avere anche il tetto apribile Panorama.

Motorizzazioni TSI: maggiore potenza grazie alla sovralimentazione
La tradizione della Polo sportiva è iniziata quasi 25 fa, con la leggendaria Polo Coupé G40 del 1986. Prima vettura al mondo dotata di un compressore “G” meccanico, questo modello ha ridefinito da subito i limiti in fatto di dinamicità nel suo segmento. Con il suo motore da 113 CV sfiorava i 200 km/h. Oggi, la Polo G40, se ben conservata, è considerata un “pezzo” da collezione. Il modello precedente della nuova Polo GTI, invece, nel 2006 ha montato il turbocompressore. Nella versione base sviluppava 150 CV, mentre la Cup Edition arrivava fino a 180 CV.

Torniamo alla nuova GTI: entro fine maggio i primi esemplari arriveranno sul mercato tedesco, seguiranno poi i mercati europei e il Giappone. Con l’abbinamento di iniezione diretta e turbocompressore il quattro cilindri quattro valvole 180 CV Euro 5 raggiunge la potenza massima a 6.200 giri. Molto significativi per un motore con questa cilindrata sono i 250 Nm di coppia massima che, disponibili già da 2.000 giri, rimangono costanti fino ai 4.500 giri. Questi valori sottolineano come il potente quanto dinamico motore 1.4 TSI si sposi perfettamente con la nuova Polo GTI. A ogni regime e in tutte le condizioni di guida questa vettura a trazione anteriore si rivela altamente dinamica.

Cambio DSG: estremamente efficiente e sportivo
Il cambio DSG a 7 rapporti, di serie, influisce positivamente sulla dinamica di marcia. Il cambio a doppia frizione, infatti, unisce la sportività e l’economicità proprie di un cambio meccanico al comfort di un cambio automatico. In alternativa alla modalità completamente automatica, il DSG può essere azionato manualmente, tramite la leva del cambio tipo Tiptronic oppure con i paddle presenti di serie sul volante.

Assetto sportivo: abbassato di 15 mm con ruote da 17 pollici
La punta di diamante della gamma Polo è una vettura sportiva e al contempo sicura. Questo grazie all’assetto sportivo specifico, all’ESP e al differenziale a bloccaggio elettronico trasversale XDS. Il telaio prevede un asse anteriore di tipo McPherson e un asse posteriore a bracci oscillanti con taratura particolarmente sportiva. Oltre agli ammortizzatori registrati per fornire una risposta piuttosto rigida, anche le molle sono state appositamente adattate e abbassano l’assetto di 15 mm rispetto alla versione standard. Ne risultano minori coricamenti della carrozzeria e un baricentro più basso; due aspetti che si ripercuotono positivamente sulla dinamica in curva. Al raggiungimento dello stesso obiettivo concorrono gli pneumatici con sezione ribassata (215/40 R17 87V) montati su cerchi in lega leggera 7Jx17 nel tipico disegno GTI a 5 fori “Denver” che richiamano quelli montati sulla Golf GTI.

Regolazione perfetta: ESP e XDS mantengono la stabilità
Anche sul fronte della sicurezza, la Polo GTI presenta un equipaggiamento di serie completo con dischi freno maggiorati e programma di controllo della stabilizzazione ESP. A questo si aggiungono innumerevoli moduli elettronici come il sistema antibloccaggio (ABS), l’assistente alla partenza, il sistema antislittamento (ASR), la regolazione della coppia in fase di rilascio (MSR) e il bloccaggio elettronico del differenziale (EDS). La pressione degli pneumatici viene monitorata da un apposito indicatore di pressione (RKA), montato di serie.

Un’avanzata evoluzione delle ben note funzioni ESP è rappresentata dal dispositivo di bloccaggio elettronico trasversale XDS, introdotto per la prima volta dalla Volkswagen nella Golf GTI. Il sistema XDS migliora la maneggevolezza quando si affrontano le curve a velocità sostenuta, bilanciando la vettura e riportandola su un assetto “neutro”. Il sistema, infatti, lavora sulla ruota “scarica”, interna alla curva, con interventi mirati sui freni aumentando la trazione. Offerto di serie sulla Polo GTI, si serve dei dati provenienti dai sensori, quali l’angolo di sterzata, la velocità di imbardata e il numero di giri della ruota. Ne risulta un livello superiore di sicurezza e piacere di guida, in quanto l’XDS permette alla Polo GTI di sterzare in modo ancor più preciso.

Dotazione GTI: sportiva e leggendaria
Già al primo sguardo si riconosce che il nuovo modello di punta della gamma Polo è un’autentica GTI, sia dentro che fuori. Riprende infatti consapevolmente tutte le peculiarità che contraddistinguono questa sigla esclusiva.


All’esterno la Polo più sportiva non si differenzia solo per i classici listelli rossi della calandra del radiatore. Riprende dalla sorella maggiore, la Golf GTI, le prese d’aria con struttura a nido d’ape che sono state inserite, in questo caso, all’interno dello spoiler anteriore opportunamente riprogettato. Ulteriori tratti GTI sono i sottoporta maggiorati e lo spoiler posteriore verniciato in tinta con la carrozzeria. Tra le altre particolarità esterne della Polo GTI rientrano i cerchi in lega leggera da 17 pollici “Denver”, che fanno intravedere le pinze dei freni verniciate in rosso, e l’esclusivo fascione posteriore che esteticamente richiama un diffusore nella parte inferiore. Sul lato sinistro è integrato il terminale di scarico cromato a doppia uscita. Un’altra novità è costituita dall’antenna sul tetto integrata per radio, sistema di navigazione e telefono.

La nuova Polo GTI presenta altri due optional inediti in questa serie: il tetto panoramico ad azionamento elettrico che si apre fino ad arrivare all’altezza del montante centrale e i nuovi fari bixeno completamente ridisegnati. All’interno dei doppi proiettori sono integrate le luci diurne e le luci di posizione a LED, oltre alle luci di svolta.

Anche nell’abitacolo di questa Polo da 180 CV si assapora l’ambiente tipico di una GTI. Un grande contributo in questo senso viene dagli eccezionali sedili sportivi, di serie, con i loro classici rivestimenti in tessuto nella tipica fantasia scozzese, una reminiscenza stilistica che rimanda alla prima Golf GTI degli anni ‘70. Il padiglione, i rivestimenti dei montanti del tetto, le maniglie e le alette parasole sono neri e conferiscono un tocco di sportività alla vettura. Anche le superfici della consolle centrale presentano inserti di colore nero lucido. Questo crea un contrasto perfetto con i colori e i materiali utilizzati, come le cromature opache delle cornici delle bocchette o gli inserti cromati delle manopole di regolazione. Le maniglie apriporta, il pulsante di blocco della leva del cambio e del freno a mano, la cuffia del cambio DSG e le tre razze del volante sportivo sono tutti impreziositi da cromature opache. Nel classico rosso sono le cuciture decorative della cuffia della leva cambio, dell’impugnatura della leva del freno a mano e del volante.

Ma l’ampia dotazione di serie che mette in evidenza la sportività e il comfort della nuova Polo GTI non è finita qui. Comprende anche la pedaliera in look alluminio, gli alzacristalli elettrici anteriori (versione tre porte) e posteriori (versione cinque porte), gli specchietti retrovisori regolabili e riscaldabili elettricamente, il climatizzatore, il radiocomando per la chiusura centralizzata e i fari fendinebbia. Non può mancare un pacchetto completo per la sicurezza passiva comprensivo di airbag per guidatore e passeggero, airbag laterali per testa e torace, tendicintura anteriori e fissaggi Isofix sul divano posteriore per i seggiolini dei bambini. Questa Volkswagen non è solo la migliore e più parsimoniosa Polo GTI di sempre, ma è anche la più sicura.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.