Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

La supersportiva Audi R8 è ancora più accattivante


La supersportiva Audi R8 è ancora più accattivante
06/08/2012, 15:35


• La gamma R8 rielaborata in numerosi dettagli
• Al top di gamma nuova R8 V10 plus, cambio S tronic a 7 rapporti per tutte
• Fari in tecnologia LED e indicatori di direzione con elementi dinamici di serie
Audi rende ancora più accattivante e dinamica la sportiva ad alte prestazioni R8. La R8 V10 plus è la nuova vettura top di gamma con trasmissione affidata a un cambio S tronic a sette rapporti di nuova concezione. I fari anteriori in tecnologia LED e i nuovi indicatori di direzione posteriori con elementi dinamici sono parte della dotazione di serie per tutte le versioni.
La Audi R8, sviluppata e prodotta dalla quattro GmbH, ha una presenza imponente e scattante sulla strada, con una lunghezza di 4,44 m, una larghezza di 1,90 m e solo 1,25 m di altezza (Spyder: 1,24 m). Nuovi dettagli conferiscono al suo design un aspetto ancora più inconfondibile. Il single-frame, che si allarga verso l'alto, verniciato in nero lucido, si compone di elementi verticali impreziositi, sulle versioni V10, da inserti orizzontali cromati. Nuovo anche il paraurti, mentre le prese d'aria su entrambi i lati si arricchiscono di tre elementi trasversali. A richiesta, Audi monta uno splitter anteriore in fibra di carbonio rinforzata (CFRP). Sulla nuova R8 V10 plus lo splitter è di serie.
Tutte le varianti della Audi R8 montano ora di serie i fari con nuova tecnologia a LED. I LED per le luci abbaglianti e anabbaglianti sono posizionati al di sopra e al di sotto delle luci diurne disposte su una stretta fascia, che grazie a un comando speciale svolgono anche la funzione di indicatori di direzione. Nei fari sono integrate le luci di svolta statiche.
L'alloggiamento degli specchietti retrovisori esterni e i side-blade, le prese d'aria laterali della coupé, sul nuovo modello di punta R8 V10 plus sono in fibra di carbonio rinforzata. Sulla dieci cilindri i side blade risultano più sporgenti rispetto a quelli della V8 oltre a essere dotati di bordi speciali. Anche le minigonne appaiono leggermente diverse. Sulla R8 V10 Coupé le griglie di sfiato accanto al lunotto sono in look alluminio opaco (sulla R8 V8 Coupé e R8 V10 plus sono in nero opaco). Su richiesta, il vano motore viene illuminato da LED; sulla R8 V10 plus questa illuminazione e un rivestimento parziale del motore in fibra di carbonio sono parte della dotazione di serie.
Sul posteriore della Audi R8 dominano le luci a LED. Un'innovazione di Audi sono gli indicatori di direzione con elementi dinamici sul bordo inferiore dei gruppi ottici: la luce si sposta sempre verso l'esterno, in direzione della svolta. Sulla superficie tra le due prese d'aria, che sulla R8 V10 è verniciata in nero lucido scintillante, è posizionato il nuovo logo. Si tratta della lettera «R» parzialmente sovrapposta a una losanga rossa: la firma di Audi Sport. Il grande diffusore, disponibile a richiesta nella versione in fibra di carbonio rinforzata (di serie sulla R8 V10 plus), è stato collocato più in alto. L'impianto di scarico prevede per tutte le motorizzazioni due terminali rotondi, lucidi, che sulla R8 V10 plus sono di colore nero.
2
La R8 è disponibile nei due colori carrozzeria bianco pastello ibis e rosso brillante, quattro metallizzati e cinque vernici effetto perla/cristallo. In esclusiva per la R8 V10 plus è disponibile anche una finitura carrozzeria opaca. I side blade della coupé sono disponibili in otto colori, la capote della R8 Spyder può essere nera, rossa o marrone.
La R8 dimostra la grande competenza Audi in fatto di impiego di materiali ultraleggeri. La carrozzeria, in alluminio con tecnologia Audi Space Frame (ASF), pesa solo 210 kg nella versione coupé; 216 kg per la Spyder. La R8 V8 Coupé con cambio manuale presenta un peso a vuoto di soli 1.560 kg, la versione aperta 1.660 kg. Per la R8 V10 plus, disponibile unicamente in versione coupé, l'ago della bilancia si ferma sui 1.570 kg. I sedili a guscio regolabili con struttura in plastica rinforzata in fibra di vetro (GFRP), l'utilizzo ridotto di materiali isolanti, gli speciali cerchi in lega leggera e i componenti del telaio, tra cui i freni ceramici di serie, così come gli elementi in fibra di carbonio rinforzata applicati sulla carrozzeria, contribuiscono alla riduzione di peso.
Sulla Audi R8 Spyder anche la copertura del vano di alloggiamento della capote e i componenti laterali sono in fibra di carbonio rinforzata. L'elegante e leggera capote in tessuto, con tiranteria in gran parte realizzata in alluminio e magnesio, è il coronamento della costruzione ultraleggera della vettura. Si apre e si chiude a comando elettroidraulico in 19 secondi, anche durante la marcia a velocità fino a 50 km/h. Indipendente dalla capote è il cristallo termico nella paratia tra l'abitacolo e il vano motore, sollevabile e abbassabile tramite un interruttore, che ha anche la funzione di frangivento. In caso di pericolo di capottamento, dietro i sedili si sollevano rapidamente due robusti elementi profilati, precaricati tramite molle.
Come sulle vetture destinate all'impiego nelle competizioni, l'aerodinamica della Audi R8 è fortemente orientata alla deportanza. Sul lato anteriore del sottoscocca sono presenti cinque prese d'aria NACA e due diffusori che aumentano la deportanza sull'asse anteriore. Il coefficiente Cx si attesta rispettivamente, a seconda della motorizzazione o della versione della carrozzeria, su un valore di 0,35 o 0,36; la superficie frontale misura 1,99 m².
I motori vengono assemblati a mano. Il V8 con 4.163 cm3 di cilindrata e il V10, da 5.204 cm3 di cilindrata, sono motori aspirati ad alto rendimento: un concentrato di potenza e fascino. In combinazione con il nuovo cambio S tronic a sette rapporti, le emissioni di CO2 sono scese di 22 g/km. Inoltre per accelerare da 0 a 100 km/h sono ora necessari tre decimi di secondo in meno. Entrambi i motori sono compatti e relativamente leggeri. Il basamento è costituito da una lega di alluminio e silicio; il tipo di costruzione, denominato bedplate, gli conferisce un'elevata rigidità. La lubrificazione a carter secco consente di montare i propulsori in posizione ribassata; la pompa di circolazione a pressione si attiva in funzione del carico, a tutto vantaggio dell'efficienza.
L'iniezione diretta di benzina FSI consente un'elevata compressione pari a 12,5:1. Quattro alberi a camme regolabili azionano le valvole. A carichi e regimi bassi, valvole poste nei canali di aspirazione portano l'aria in ingresso a compiere una precisa rotazione cilindrica. L'impianto di scarico è studiato per bassi valori di contropressione. Nei due terminali di scarico sono presenti delle farfalle di scarico; in presenza di maggiori accelerazioni, il sound è ancora più pieno.
3
Il motore 4.2 FSI eroga 430 CV (316 kW) di potenza a 7.900 giri, rendendo disponibili tra 4.500 e 6.000 giri 430 Nm di coppia. La R8 Coupé con S tronic passa dunque da 0 a 100 km/h in 4,3 secondi, per poi raggiungere la velocità massima di 300 km/h (con cambio manuale: 4,6 secondi e 302 km/h). Sulla R8 V8 Spyder i tempi sono rispettivamente di 4,5 e 4,8 secondi, la velocità massima sempre di 300 km/h. La R8 V8 quattro in versione coupé con S tronic consuma in media 12,4 litri di carburante ogni 100 km.
Il motore V10 eroga 530 Nm di coppia a 6.500 giri, mentre a 8.000 giri sviluppa 525 CV (386 kW) di potenza. La configurazione dell'albero motore è di tipo «common pin», da cui risultano intervalli di accensione alternati di 54° e 90°. Questa struttura coniuga la massima rigidità a un peso ridotto dando nel contempo un'impronta inconfondibile all'esclusivo sound del V10, simile a quello delle vetture da competizione.
La Audi R8 V10 Coupé con S tronic passa da 0 a 100 km/h in 3,6 secondi, con una velocità massima di 314 km/h. Con cambio manuale i valori sono 3,9 secondi e 316 km/h. Da ferma, la R8 V10 Spyder con S tronic raggiunge i 100 km/h in 3,8 secondi e la velocità massima è di 311 km/h (con cambio manuale: 4,1 secondi e 313 km/h). I consumi della R8 V10 Coupé con S tronic si attestano in media sui 13,1 litri di carburante ogni 100 km.
Il nuovo modello top di gamma è la Audi R8 V10 plus. Eroga 550 CV (404 kW) di potenza massima a fronte di 540 Nm di coppia massima a 6.500 giri. La R8 V10 plus, disponibile unicamente in versione coupé, con S tronic passa in 3,5 secondi da 0 a 100 km/h raggiungendo una velocità massima di 317 km/h; il consumo medio è di 12,9 l/100 km. Con il cambio manuale i valori chiave sono invece 3,8 secondi, 319 km/h e 14,9 litri.
Per la nuova Audi R8 sono disponibili due tipi di trasmissione. Il cambio manuale a sei marce, la cui leva si sposta in una griglia aperta in acciaio inox, è di serie per la V8 e disponibile a richiesta per la V10. Con il nuovo S tronic a sette rapporti, a richiesta per la V8 e di serie per la V10, la spaziatura è più corta e sportiva, mentre l'ultima marcia è più lunga. Con il cambio a doppia frizione il conducente può effettuare direttamente il cambio marcia tramite la leva selettrice o i paddle al volante; in alternativa è disponibile una modalità Sport. Premendo un tasto, il dispositivo Launch control gestisce la partenza con un regime maggiore per lo spunto e uno slittamento ottimale degli pneumatici.
Il nuovo cambio S tronic a sette rapporti, configurato con tre alberi, è lungo meno di 60 cm. Due frizioni multidisco, disposte per la prima volta una dietro l'altra, azionano due semicambi indipendenti. La procedura di innesto diretta, effettuata tramite l'apertura e la chiusura alternata delle frizioni, avviene in una manciata di centesimi di secondo, praticamente senza interruzione della forza di trazione. L'innesto è dinamico, fluido e confortevole, tanto da risultare pressoché impercettibile.
Dal cambio a sette rapporti S tronic, l'albero di trasmissione, passando per il basamento del motore, raggiunge l'asse anteriore, dove la coppia viene ripartita da un giunto viscostatico. In normali condizioni di marcia, circa il 15% della coppia viene trasferito all'asse anteriore; se le ruote posteriori iniziano a slittare, viene indirizzato sull'anteriore ancora un 15% di coppia al massimo. L'asse posteriore è dotato di un differenziale autobloccante meccanico. La ripartizione della forza di trazione sul posteriore si sposa perfettamente con il motore centrale della Audi R8. La distribuzione del carico sugli assi ha un rapporto 43:57 (anteriore : posteriore), con lievi differenze tra le singole varianti.
4
Il telaio della sportiva ad alte prestazioni sfrutta tecnologie mutuate dalle competizioni. I doppi bracci triangolari, in alluminio forgiato, guidano tutte le ruote. Sulla R8 V10 plus le molle e gli ammortizzatori sono stati appositamente tarati e i valori della campanatura dell'asse anteriore adattati di conseguenza. L'ammortizzazione adattiva Audi magnetic ride è di serie sulla R8 V10 e disponibile a richiesta per le varianti V8; dispone di una modalità normale e una sportiva. Il servosterzo assicura una risposta altamente differenziata, molto sensibile, con un rapporto di moltiplicazione di tipo sportivo e diretto.
La nuova R8 ha ruote di grandi dimensioni. Le versioni con motore V8 montano cerchi 8,5Jx18 sull'asse anteriore e 10,5Jx18 su quello posteriore, con pneumatici da 235/40 e 285/35. Per le versioni V10 Audi sceglie cerchi da 19 pollici con larghezza 8,5 e 11 pollici; le dimensioni degli pneumatici sono rispettivamente 235/35 e 295/30. A richiesta sono disponibili cerchi dal design particolarmente accattivante: lucidati a specchio, in color titanio o (sulla R8 V10 plus) in nero lucido.
I dischi freno in acciaio della supersportiva sono autoventilanti, forati e uniti tramite perni alle tazze freno in alluminio. Il nuovo design «Wave» dei dischi, dal contorno esterno ondulato, riduce il peso complessivamente di circa 2 kg rispetto a dischi rotondi di pari dimensioni. Le pinze freno fisse, in alluminio, delle ruote anteriori sono dotate di otto pistoncini ciascuna, quelle delle ruote posteriori di quattro pistoncini ciascuna. In combinazione con i cerchi da 19", Audi monta su richiesta dischi freno carboceramici (di serie sulla R8 V10 plus). Il controllo elettronico della stabilizzazione ESC offre una modalità sportiva e può anche essere completamente disattivato.
La Audi R8 è una vettura sportiva estremamente versatile. Il vano bagagli anteriore vanta una capacità di 100 litri; la versione coupé ne offre altri 90 litri dietro i sedili. Il passo lungo, che misura 2,65 m, garantisce un'ottima abitabilità. Gli interni dell'abitacolo ricordano quelli delle vetture da gara, ma con un allestimento più lussuoso.
L’elemento distintivo è il «monoposto»: il grande arco che circonda la plancia in corrispondenza del posto di guida. Il volante è caratterizzato dalla corona appiattita nella parte inferiore. Sul volante sportivo multifunzionale R8 dal profilo maggiorato, disponibile a richiesta, è presente il nuovo logo R8, che ritroviamo anche sulla leva del cambio o leva selettrice, sui listelli sottoporta, sulla strumentazione e sulla schermata iniziale del monitor di bordo.
La regolazione elettrica dei sedili sportivi è disponibile a richiesta per le versioni con motore V8 e di serie per le varianti V10. A seconda della variante di modello, i rivestimenti sono in una combinazione di Alcantara e pelle o in pelle Nappa; sulla R8 Spyder una speciale pigmentazione riduce il surriscaldamento causato dai raggi solari. Su richiesta, Audi fornisce sedili a guscio con fianchetti più pronunciati, per un maggiore sostegno laterale (di serie sulla R8 V10 plus).
Diversi elementi di comando ed elementi decorativi si distinguono per l'elegante presenza di inserti cromati o vernice nera; gli indicatori della strumentazione e i paddle sono stati leggermente modificati. La consolle centrale e la leva del freno a mano sono rivestite in pelle, impreziosita da fini cuciture; sui modelli V10 anche la cornice del sistema di navigazione plus di serie è rivestita in pelle.

5
Con gli interni in pelle Nappa con design a losanghe, i sedili e i pannelli delle porte presentano rivestimenti trapuntati; sulla R8 Coupé anche il cielo in Alcantara è trapuntato. I Clienti che desiderano personalizzare al massimo la propria vettura possono optare per elementi in pelle in colori diversi, inserti in carbonio Sigma (di serie per la R8 V10 plus) o vernice nera lucida. È inoltre disponibile un'ampia scelta di pacchetti di design, pacchetti look e pelle del programma di personalizzazione Audi exclusive.
La R8 V10 e la R8 V10 plus sono dotate di serie del sistema di navigazione plus e del Sound System Bang & Olufsen. Altri equipaggiamenti a richiesta per tutte le varianti R8 sono, per esempio, un dispositivo di assistenza per proiettori abbaglianti, un pacchetto portaoggetti, diversi set di valigie, una predisposizione per telefono cellulare comprensiva di microfono sulla cintura e sistema di comando vocale, e il sistema di ausilio al parcheggio plus con telecamera.
La nuova Audi R8 sarà disponibile per i Clienti europei a fine anno.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.