Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

Raggiunta una energia superiore ad 1 TeV

L'acceleratore del Cern batte ogni record


L'acceleratore del Cern batte ogni record
30/11/2009, 11:11

GINEVRA - Ha fatto penare con i suoi ripetuti guasti, ma adesso sembra che il LHC (Large Hadron Collider), cioè l'accelleratore di particelle più grande del mondo, stia funzionando alla perfezione. Gli scienziati sono molto cauti, per evitare che sforzi eccessivi lo danneggino nuovamente, ma stanno progressivamente aumentando l'energia immessa e quindi la velocità dei protoni. Ieri, per la prima volta hanno superato la soglia psicologica di 1 TeV (1 TeraelettronVolt= 1000 miliardi di elettronVolt), superando anche l'acceleratore di particelle che sta a Chicago, nel Fermilab, che finora aveva raggiunto 0,98 TeV. In settimana sono stati immessi nel LHC fasci di protoni con una energia di 450 miliardi di elettronVolt (450 GeV), facendoli ruotare sia in senso orario che antiorario. Dopo tre giorni si sono immessi, con la stessa energia, due fasci di protoni e li si è fatti ruotare in senso opposto, facendoli scontrare ed esaminando i risultati. Ma ieri si è aumentata l'energia a 1,18 TeV, spingendo i fasci di protoni a velocità ancora maggiori.
E non è finita qui. Nella scaletta è previsto nei primi mesi del 2010 di aumentare progressivamente la velocità dei fasci di protoni fino a 3,5 TeV per fascio, per un totale di energia, al momento dello scontro, di 7 TeV. Il passo successivo sarà raddoppiare questa energia e raggiungere i 14 TeV totali: con una simile quantità di energia, si potrebbe scoprire l'esistenza del bosone di Hoggs, finora solo teorizzato e a cui gli scienziati danno la caccia da anni, e altre particelle che possono aiutarci a capire cosa successe nei primi istanti di vita dell'universo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©