Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

L'ADOLESCENZA SHOCK DI BRITNEY


L'ADOLESCENZA SHOCK DI BRITNEY
04/09/2008, 20:09

Britney Spears iniziò a bere alcolici a 13 anni, perse la verginità a 14 e iniziò a prendere droghe a 15. Notizie di per sé scioccanti, ancora di più se si pensa che rivelare tutto ciò non è il solito tabloid ma la madre della popstar, Lynne, in un libro in cui racconta la travagliata esistenza della figlia. Il libro, "Through the storm", è in uscita e alcuni stralci sono stati anticipati dal tabloid The Sun. Si è sempre pensato che la ragazzina dal viso pulito e innocente, che per anni è stata la fidanzatina d'America, una sorta di Barbie in carne e ossa, si fosse rovinata negli ultimi anni, dopo il matrimonio finito a catafascio e le amicizie e le frequentazioni sbagliate. Invece la realtà, svela la mamma di Britney, era ben diversa. La cantante ha iniziato a bere poco dopo essere entrata a far parte del cast del programma "Mickey Mouse Club" della Disney. La prima volta con il sesso è stata a soli 14 anni, con un giocatore di football di 18. Poi è stata la volta della droga, sperimentata a 15 anni, quando andò a Los Angeles per registrare l'album del suo debutto trionfale, "Baby one more time". Lynne Spears, 53 anni, racconta nel libro il suo rimorso per aver perso il controllo sulla carriera di Britney, finita poi nelle mani di manager che l'hanno promossa come un oggetto sessuale quando era ancora una ragazzina.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©