Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Lancia al Motor Show di Bologna 2010


Lancia al Motor Show di Bologna 2010
29/11/2010, 16:11

Lancia ritorna al Motor Show di Bologna con i modelli Delta, Ypsilon e Musa - vetture prestigiose che rappresentano al meglio l’eleganza europea – insieme ad alcune vetture Chrysler (Grand Voyager Limited e 300C Touring SRT Design) a suggello della consolidata alleanza di due marchi che hanno fatto la storia dell’automobile, di qua e di là dall’oceano. Da questa unione nasce una nuova entità - una sorta di moderno eroe dei due mondi che avrà molto di nuovo da dire - all’insegna dei valori che accomunano i due brand: dall’eleganza all’innovazione tecnologica, dalla storia secolare alla volontà di eccellere in futuro.
Da sottolineare che le vetture Lancia e Chrysler sono ospitate in un contesto suggestivo che pone al centro di tutto i bambini, il loro mondo e i loro desideri per l’avvenire. Del resto, un brand proiettato nel futuro riconosce l’importanza di ascoltare quei piccoli che il domani lo faranno grande. Nasce quindi un allestimento unico dove il mondo dei bambini - e in particolare la loro scrittura - si unisce a toni e vezzi del fashion più contemporaneo. Ecco allora grandi lavagne diventare le superfici ideali per una favola; le foglie sul pavimento si trasformano in pedane espositive; la stessa strada è semplicemente disegnata a gesso. E sulle pareti spiccano alcune scritte con la grafia di un bimbo mentre il nero dell’antracite sembra essere solcato da scie luminose bianche e blu. Tutto è lavagna perché su tutto si può scrivere, non ci sono limiti alla fantasia.
A Bologna debutta Ypsilon Collection 2011 ultima erede di una storia di successo costruita su design originale, cura artigianale del dettaglio e lusso accessibile presentando una razionalizzazione dell’offerta e novità estetiche che accentuano il “family feeling” delle vetture Lancia. Del resto, il successo di un’automobile è il risultato di una scommessa vinta, di un lampo d’intuizione stilistica mediato dagli studi sulle nuove tendenze del gusto e sulle emergenti necessità della clientela. Nasce, insomma, da una ricetta difficile, che viene messa alla prova dal giudice più severo: il tempo.
Al Motor Show il pubblico può ammirare una Lancia Ypsilon Collection 2011 nell’allestimento top di gamma Platinum ed equipaggiata con il nuovo 1.2 da 69 CV, omologato Euro 5, che fa registrare un livello contenuto di emissioni di CO2 solo 114 g/km, leader del segmento per basse emissioni e consumi. Accanto alla “fashion city car” di Lancia sfila anche un Concept Musa “5th Avenue”, la serie speciale che ha l’obiettivo di riportare le sensazioni dell’alta gioielleria su una vettura attraverso l’utilizzo di materiali preziosi all’interno e colori “senza tempo” all’esterno. Come dimostra l’esemplare esposto che propone una livrea bicolore (bianco Angelico e tetto nero) con sedili e plancia in pelle Poltrona Frau® di colore avorio. Tra l’altro, la vettura esposta è equipaggiata con il 1.4 bi-fuel (benzina- GPL) da 77 CV Euro 5 a conferma della costante attenzione di Lancia Automobiles alle tematiche ambientali attraverso la ricerca e lo sviluppo di soluzioni concrete che sono alla portata di tutti e sono disponibili oggi (il GPL è un combustibile “pulito”, economico e largamente disponibile). Senza dimenticare che la gamma GPL di Lancia – composta dai modelli Musa, Delta e Ypsilon - rappresenta un innovativo concetto di automobile “amica dell’ambiente”, in quanto lussuosa ma accessibile, spaziosa ma compatta, brillante ma parca nei consumi.
Riflettori puntati anche sulla Lancia Delta che a Bologna è presente in due versioni: una “Hard Black” 1.8 Di TurboJet da 200 CV e una Platino 1.4 MultiAir da 140 CV Euro 5 e sistema Start&Stop di serie. In dettaglio, la serie speciale “Hard Black” è caratterizzata da alcune importanti novità estetiche e di prodotto tra le quali spicca una particolare carrozzeria nero con trattamento opaco: è la prima vettura, prodotta in serie non limitata, a vantare questa verniciatura esclusiva che prevede un lungo processo di lavorazione (oltre 4 ore per auto). L’esemplare esposto è equipaggiato con il potente 1.8 Di TurboJet da 200 CV, abbinato a un moderno cambio automatico a 6 marce denominato Sportronic, che le consente di raggiungere una velocità massima di 230 km/h e di passare da 0 a 100 km/h in soli 7,4 secondi; allo stesso tempo, la vettura si distingue per i bassi consumi (7,8 litri per 100 km), per le ridotte emissioni di CO2 (185 g/km) e per l’omologazione Euro 5.
Spazio anche per una Lancia Delta Platino equipaggiata con il nuovissimo 1.4 Multiair Turbo 140 CV è uno dei migliori motori benzina al mondo nel rapporto emissioni/potenza (solo 132 g/km nel ciclo combinato), oltre ad essere “best in class” in termini di consumi e disponibilità di coppia nella relativa fascia di potenza: 5,7 l/100 km nel ciclo combinato e coppia massima di 230 Nm a 1750 giri/min.
Concludono l’esposizione allestita a Bologna due esemplari Chrysler: un Grand Voyager Limited e una 300C Touring SRT Design. La prima vettura è l’autentica espressione della “stress-free experience” del marchio Chrysler, un modello innovativo che ha rivoluzionato la mobilità americana creando nel 1983 il segmento dei minivan e diventandone il punto di riferimento. Con 13 milioni di esemplari venduti in tutto il mondo ed i suoi 5,14 metri di lunghezza, che lo rendono il più grande monovolume sul mercato, Chrysler Grand Voyager si conferma leader nel segmento per comfort, versatilità e piacere di guida. L’esemplare esposto a Bologna è la versione Limited di Chrysler Grand Voyager equipaggiata con il motore 2,8 litri turbodiesel common-rail da 163 CV di potenza, 360 Nm di coppia, cambio automatico a sei velocità e sistema di configurazione dei sedili Stow ‘n Go con terza fila ripiegabile a comando elettrico.
La seconda vettura è una versione SRT Design di Chrysler 300C Touring. Cerchi da 20 pollici, sedili avvolgenti e dettagli da Gran Turismo vestono con inedita sportività l’efficienza del propulsore 3,0 litri V6 turbodiesel common-rail da 218 CV equipaggiato su Chrysler 300C. Sedili avvolgenti con inserti in pelle scamosciata e logo SRT ricamato sullo schienale, volante sportivo ed esclusive finiture con motivo a fibra di carbonio sui rivestimenti interni e sul cruscotto completano il look sportivo della versione Chrysler 300C Touring SRT Design.

Infine, attraverso la distribuzione di materiale informativo e l’allestimento di alcuni materiali dedicati sullo stand, il pubblico potrà conoscere i prodotti di FGA Capital, società finanziaria (joint venture Fiat Group Automobiles e Crédit Agricole) specializzata nel settore automobilistico. La società è operativa in Italia, con i marchi Sava e Savarent, ed in Europa con un'unica mission: supportare le vendite di autoveicoli di tutti i marchi Fiat Group Automobiles e Chrysler attraverso prodotti finanziari innovativi e completi di servizi ad alto valore aggiunto dedicati alla rete dei concessionari, ai clienti privati e alle aziende.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©