Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

L'ARCHEOLOGIA DICE: SIAMO NOI GLI AFRICANI


L'ARCHEOLOGIA DICE: SIAMO NOI GLI AFRICANI
16/07/2008, 13:07

Sono molti decenni che gli archeologi discutono su un punto: noi europei discendiamo dal cosiddetto "Uomo di Cro-Magnon", vissuto circa 45 mila anni fa e proveniente dall'Africa, o dalla fusione dei gruppi etnici dei Cro-Magnon e dei Neanderthal, che già erano stanziali qui da prima? Visto che l'analisi genetica fa progressi, si è deciso di confrontare il DNA mitocondriale di persone viventi con quello di uomini di Cro-Magnon. E, per ridurre al minimo la possibilità di contaminazione, si sono utilizzate le ossa ritrovate 5 anni fa, in cattivo stato di conservazione che, proprio per questo, erano state scartate e conservate con tutta la terra che si era solidificata intorno. Da queste ossa è stato estratto il DNA dei mitocondri, le centrali energetiche della cellula, che rispetto al DNA del nucleo di solito è in condizioni migliori. Dopo di che è stato confrontato con il DNA di persone viventi, soprattutto delle sequenze tipiche, come la cosiddetta "sequenza di riferimento di Cambridge", talmente tipica tra gli europei che si stima che il 10% degli italiani la abbia assolutamente identica.

Il totale di queste osservazioni ha dimostrato che l'uomo di Cro-Magnon, che proveniva dall'Africa, era geneticamente simile a noi; mentre il vero europeo, l'uomo di Neanderthal, si è estinto senza lasciare alcuna traccia genetica significativa.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©

Correlati