Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

L'asteroide Apophis è più grande del previsto


L'asteroide Apophis è più grande del previsto
09/01/2013, 15:02

Sono state scattate dal telescopio spaziale europeo Herschel le prime foto ''a colori'' dell'asteroide Apophis, in avvicinamento alla Terra, e mostrano che l'asteroide e' un po' piu' grande del previsto.

Le immagini inviate a Terra da Herschel sono state catturate in diverse lunghezze d'onda, dall'infrarosso all'ottico, e grazie ad esse e' stato possibile stabilire che Apophis e' un po' piu' grande del previsto: non ha un diametro compreso fra 210 e 330 metri, come si pensava, ma fra 310 e 340 metri. Un aumento che ''si traduce in un aumento del 70% delle stime attuali relative al volume'', ha osservato Thomas Mueller, dell'istituto tedesco Max Planck per la Fisica extraterrestre di Garching.

Sembra comunque decisamente meno minaccioso, quello che subito dopo la sua scoperta, avvenuta nel 2004, era stato definito ''l'asteroide della fine del mondo''. All'epoca, infatti le probabilita' di un impatto con la Terra sembravano essere di ben il 2,7%, ma nuovi calcoli indicano che sara' solo un passaggio ravvicinanto, che avverra' a 36.000 chilome

tri dalla Terra, nell'orbita nella quale si trovano i satelliti geostazionari. Su quello che invece accadra' nel passaggio ravvicinato del 2036 ''c'e' ancora un margine di incertezza - rileva l'Agenzia Spaziale Europea (Esa) - in quanto l'orbita che l'asteroide percorrera' nel 2039 potrebbe alterarne sostanzialmente la traiettoria''. Anche qualsiasi dato del passaggio ravvicinato in corso e' prezioso ai fini di questo calcolo ed il telescopio spaziale Herschel ha osservato Apophis per circa due ore, mentre l'asteroide si trovava a circa 14,5 milioni di chilometri dalla Terra. ''Comprendere le proprieta' di questo asteroide fornira' informazioni preziose anche per future missioni spaziali dirette a oggetti pericolosi'', rileva Laurence O'Rourke, coordinatore del programma Mach-11, del Centro europeo di astronomia spaziale.

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©