Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

L’Autostadt di Wolfsburg


L’Autostadt di Wolfsburg
30/07/2012, 15:01


“Persone, veicoli e ciò che li muove”, ecco il motto dell’Autostadt di Wolfsburg. Questo parco tematico presenta la multinazionale tedesca come cosmopolita e orientata al Cliente. Offre ai visitatori un’immagine della competenza, efficienza e dei valori di un Gruppo dinamico e lo fa attraverso un approccio divertente che pone l’accento sui tanti aspetti della mobilità, tra cui qualità, sicurezza, responsabilità sociale e consapevolezza ambientale. L’Autostadt attira gli appassionati del genere, ma anche gli amanti della cultura, dello spettacolo e degli eventi unici. Concepito come piattaforma di comunicazione del Gruppo Volkswagen, l’Autostadt invita il pubblico a sperimentare un nuovo modo di accostarsi all’universo automobilistico. Oltre ad avere modo di focalizzarsi sulla fase di produzione, le diverse iniziative mettono in evidenza anche i numerosi e diversi aspetti legati al tema della mobilità. I visitatori possono andare alla scoperta degli sviluppi più recenti in materia di design e tecnologia automobilistica nel CarDesign Studio o visitare l’esposizione multimediale e interattiva “LEVEL GREEN – The Concept of Sustainability” (Il concetto di sostenibilità) all’interno dell’edificio GroupWorld. LEVEL GREEN riflette lo stato attuale della ricerca in un percorso articolato in sei sezioni a tema. Nuove prospettive e dati scientifici vengono costantemente integrati nell’esposizione. Le Marche del Gruppo Volkswagen sono esposte in otto padiglioni distribuiti all’interno del parco che riflettono la filosofia di ognuno con strutture e design singolari. I visitatori hanno pertanto modo di sperimentare personalmente i valori associati a ciascun brand. L’attrazione principale per molti visitatori è rappresentata dal CustomerCenter dell’Autostadt. Ogni giorno, in media circa 500 Clienti ritirano la loro vettura presso il maggior centro di distribuzione al mondo. Accanto a esso svettano le due CarTower in vetro che raggiungono un’altezza di 48 metri e possono ospitare fino a 800  veicoli pronti per la consegna. L’attrazione più popolare dell’Autostadt è però lo ZeitHaus, il museo dell'automobile più visitato al mondo; una collezione straordinaria dei modelli più celebri e significativi delle Case automobilistiche che hanno fatto la storia dell’automobile. Un aspetto che accomuna gli esemplari esposti è il fatto che tutti abbiano avuto un ruolo di primaria importanza nell’accelerare lo sviluppo della tecnologia, del design o delle innovazioni in campo automobilistico. Per chi invece apprezza la cultura, l’Autostadt propone le settimane del Movimentos Festival internazionale. Ogni anno, circa 30.000 visitatori giungono a Wolfsburg per assistere alle performance di rinomate compagnie di balletto provenienti da ogni parte del mondo, nonché a concerti di musica pop, jazz e classica di notevole richiamo o a interpretazioni drammatiche di attori famosi. Grazie a questo e all’ampio programma di eventi culturali che propone, l’Autostadt è un punto di riferimento internazionale per attività a sfondo culturale. La cooperazione con il Ministero della Cultura della Bassa Sassonia ha consentito all’Autostadt di trasformarsi in un importante centro di formazione extracurricolare. La divisione formativa del parco tematico, incentrata sulle esigenze specifiche nelle diverse fasi della vita, chiarisce al pubblico il concetto di mobilità. Il programma formativo prevede attività per target diversificati, dal primo training tecnico rivolto ai bambini in età prescolare, ai workshop per studenti fino al programma semestrale “55plus” per gli adulti. 3 Anche per quanto riguarda ristoranti e hotel, l’Autostadt può contare su partnership di prestigio. Tredici ristoranti, nove dei quali gestiti da Mövenpick, offrono un'interessante selezione anche a livello di ristorazione. I visitatori del parco potranno infatti scegliere tra gli squisiti pranzi a cinque portate dello chef Daniel Kluge nel ristorante Chardonnay, tra un ampio assortimento di menu vegetariani nel Lagune Foodhalls, optare per i tagli scelti di carne nel BEEFCLUB, o assaporare la pasta fresca tipica europea nel nuovissimo ristorante La Coccinella. Gli chef dell’Autostadt danno grande valore a un’alimentazione sana; perciò in tutti i ristoranti del parco vengono serviti prodotti freschi e genuini, provenienti dalle coltivazioni locali. All’interno dell’hotel cinque stelle Ritz-Carlton, il ristorante Aqua è rinomato tra i buongustai di tutta la Germania. Vi lavora anche Sven Elverfeld, l’unico chef tre stelle Michelin del nord della Germania. La sua moderna cucina europea prevede un sapiente utilizzo di ingredienti classici abbinati in modo sorprendente. Gli ospiti che desiderano trascorrere la notte immersi in un magnifico parco con corsi d’acqua e zone lagunari possono scegliere tra le 174 camere del lussuoso hotel dell’Autostadt. Andrée Putman, interior designer di fama internazionale, ne ha ideato gli interni privilegiando un concetto di sobria eleganza, senza ostentazioni. Ma il successo dell’Autostadt non è soltanto frutto della vasta gamma di attività proposte: un altro fattore importante è l’eccezionale qualità del servizio offerto, che prevede di trattare sempre gli ospiti con guanti di velluto, per farli sentire in ogni momento a proprio agio e regalando loro ricordi indimenticabili. Come parco tematico del Gruppo Volkswagen, l’Autostadt di Wolfsburg pone al centro dell’attenzione i valori corporate Volkswagen e tutti gli aspetti della mobilità in linea con il motto: “Persone, veicoli e ciò che li muove”. Il parco tematico e il centro formativo hanno attirato oltre 24 milioni di visitatori dall’apertura ufficiale nel 2000. Questo rende l’Autostadt una delle mete turistiche più popolari in Germania.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©