Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

L'eccessivo uso di aspirina causa cecità


L'eccessivo uso di aspirina causa cecità
23/01/2013, 21:27

SIDNEY – Una nuova ricerca australiana avrebbe individuato un legame tra l’eccessivo uso dell’aspirina e l’insorgenza di malattie oculari. Lo studio è stato condotto dai ricercatori del Westmead Millennium Institute for Medical Research di Sydney i quali hanno dimostrato che l’uso regolare dell’aspirina, per prevenire attacchi cardiaci o ictus, aumenta di oltre il doppio la possibilità di contrarre malattie della vista tra cui anche la cecità.

Oltre 2400 persone oltre i 50 anni sono state esaminate per 15 anni. Tra queste 63 hanno contratto la Dmle neovascolare, una patologia degenerativa che colpisce la zona centrale della retina.

È ancora prematuro però concludere  che l’aspirina sia la causa unica e principale dell’insorgenza della Dmle, come lo stesso Paul Mitchell, direttore della ricerca, ha affermato. “Se un paziente ha bisogno di aspirina per motivi clinici, malattie cardiache o cardiovascolari o altri disturbi gravi, naturalmente non deve fermare l’assunzione di aspirina. Se però delle persone prendono aspirina per ragioni non così genuine e reali, dovrebbe valutarne l’opportunità” è quanto Mitchell ha spiegato.

Commenta Stampa
di Claudia Annunziata
Riproduzione riservata ©