Cyber, scienza e gossip / Ambiente

Commenta Stampa

Legambiente: In Campania Festa dell'Albero in ricordo dei migranti


Legambiente: In Campania Festa dell'Albero in ricordo dei migranti
19/11/2013, 15:06

NAPOLI - Tanti giardini dell’accoglienza in tutta la Campania per tutti i migranti che hanno perso la vita nel tentativo di raggiungere un futuro migliore, ma anche per i bambini nati in Italia da genitori stranieri che, per legge, acquisiranno il diritto a richiedere la cittadinanza italiana solo al raggiungimento della maggiore età. Legambiente dedica la sua Festa dell’albero il 20 e il 21 novembre - al tema dell’accoglienza, ai diritti dei migranti e alla questione dello ius soli.In Campania tante iniziative da Pontecagnano a Pollica, da Palma Campania a Ottaviano, da Napoli e Eboli. Sono tantissime le scuole che hanno risposto all'appello di Legambiente, circa 10mila i bambini che parteciperanno alla due giorni dell'associazione.
“L’obiettivo delle iniziative della Festa dell'Albero- commenta Michele Buonomo, presidente regionale Legambiente- è quello di creare veri e propri giardini dell’accoglienza e parchi interculturali, organizzando feste dedicate agli usi e costumi delle diverse etnie presenti sul nostro territorio, senza dimenticare l'importanza degli alberi nella prevenzione del dissesto idrogeologico . Dieci, cento,mille alberi per un respiro nuovo, pulito e solidale per le nostre città.”
Tra i numerosi appuntamenti previsti, domani 20 novembre di mattina a Pontecagnano (SA) i bambini delle scuole metteranno a dimora nuovi alberi e li dedicheranno ai migranti che hanno perso la vita nella tragedia di Lampedusa. APozzuoli piantumazione di essenze arbustive della macchia mediterranea nel cortile della scuola elementare Montenuovo ed allestimento di un aiuola commemorativa della tragedia di Monteforte Irpino, che ha colpito la cittadinanza di Pozzuoli. Sarà disposta, dopo la piantumazione, una degustazione di prodotti tipici della Romania e della Spagna,cucinati dai genitori degli alunni. Il 21 novembre,aEboli (SA), negli orti presso la località di S.Antonio, con i bambini della scuola primaria della Piana del Sele per dare vita al “giardino dell'accoglienza”, attraverso la messa a dimora di arbusti della macchia mediterranea e del Melo Annurca, del Ciliegio Bella di Napoli e del Melo Limoncella, tutte varietà tipiche campane dimenticate. A Pollica (SA) nello specchio d'acqua ricadente nell'area dell'Oasi blu La Punta, tra le località di Pioppi ed Acciaroli, sarà eseguito il trapianto di circa cento talee di Posidonia oceanica, pianta acquatica endemica del Mar Mediterraneo, di importanza fondamentale per l’ ecosistema marino e nel contrasto al fenomeno dell’erosione costiera. Nel segno della legalità in ricordo delle vittime innocenti di camorra la manifestazione ad Ottaviano in in collaborazione con Istituto Comprensivo “Mimmo Beneventano”, la Fondazione Mimmo Beneventano e i Comuni di S. Giuseppe V.no,Ottaviano, Trecase, Boscoreale e del Parco Nazionale del Vesuvio. Saranno piantate essenze autoctone del Parco nazionale del Vesuvio, alberi nel Parco delle Memoria-nel Bene confiscato alla camorra(Palazzo Mediceo e beni Prisco–Ottaviano). Ogni albero è stato dedicato a vittime innocenti della criminalità della Campania. A Caserta appuntamento il 20 e 21 novembre presso il III Circolo e presso l’Ic Ruggiero-Vanvitelli con la partecipazione dei bambini immigrati iscritti nelle due scuole e dell’Associazione dei senegalesi . Verrà piantumato un melo, simbolo interculturale del radicamento,della vita,dell’accoglienza. Saranno esposti oggetti etnici con spiegazioni del loro uso in italiano e wolof E, ancora, giardino dell'accoglienza a Palma Campania con la comunità senegalese e a Napoli presso il Bosco di Capodimonte.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©

Correlati

19/11/2013, 16:33

Video- Shhh, non lo svegliate!