Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Lilt: Notte Bianca della Prevenzione con visite senologiche gratuite e dolci biologici


Lilt: Notte Bianca della Prevenzione con visite senologiche gratuite e dolci biologici
21/06/2010, 14:06

Mercoledì 23 giugno si svolgerà anche a Caserta la Notte Bianca della Prevenzione. La sezione provinciale della Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori), presieduta da Enzo Battarra, aderisce all’iniziativa di carattere nazionale e sarà presente con un proprio stand in piazza Dante dalle ore 19 alle 23, per offrire ai cittadini la possibilità di prenotare una visita senologica gratuita.
L’evento nasce sotto l'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministro della Gioventù e della Rai. La Lilt porta la salute in piazza con visite gratuite, tra cultura, spettacolo e shopping. Un momento speciale per ribadire ancora una volta quanto sia fondamentale la prevenzione nella lotta ai tumori.
Ad allietare la serata casertana ci sarà una degustazione di dolci biologici preparati dal panificio "I sapori del grano" di Marcianise, a sottolineare l’importanza di una corretta alimentazione nella prevenzione delle malattie tumorali..
Alla manifestazione ha aderito anche Francesca Sapone, Consigliera di Parità della Provincia di Caserta.
Infine, durante la manifestazione in piazza Dante sarà presentata la locandina del progetto “Informiamoci”, iniziativa finanziata grazie ai Bandi di Idee 2009 dell’Assovoce, il Centro Servizi per il Volontariato della provincia di Caserta, in partenariato con le sezioni casertane dell’Aido e dell’Aism, per l’attivazione dal prossimo settembre presso l’Azienda Ospedaliera di Caserta di un info point per i diritti dei pazienti oncologici, dei diversamente abili e delle persone trapiantate di organi. Esperti della rete associativa offriranno informazioni sanitarie e consulenze legali gratuite in uno spazio accogliente e riservato, aperto a tutte le persone interessate a saperne di più.
Il progetto si realizza grazie al contributo dell’Azienda Ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta e dello Studio Legale Carozza.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©