Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

E' stata scoperta una patologia simile

Lou Gehrig non è morto di Sla


Lou Gehrig non è morto di Sla
18/08/2010, 11:08

A detta di un gruppo di ricercatori americani, Lou Gehrig, giocatore di baseball, morto nel 1941, non era malato di Sla (sclerosi laterale amiotrofica), che prese poi il nome dallo stesso giocatore. La sua morte sarebbe legata ad una patologia, non riconosciuta ancora dalla scienza e che provocherebbe effetti simili al morbo di "Lou Gehrig".
Questa malattia, che comporta dei disturbi cerebrali, sarebbe più frequente negli atleti e nei soldati colpiti da traumi alla testa.
Analizzando il midollo spinale dei tre malati ai quali era stata diagnosticata la sclerosi laterale amiotrofica, gli studiosi hanno notato la presenza, ad altissimi livelli, di due proteine che invece non appaiono nell'organismo dei malati di Sla. Proprio queste raggiungerebbero "la colonna vertebrale in  seguito a incidenti subiti al cervello" , compromettendo la funzionalità dei nervi. Il rapporto dei ricercatori sottolinea che per la prima volta è stato trovato un riscontro del legame tra traumi al cervello e degenerazione motoria e neurologica.
La ricerca, pubblicata sulla rivista Journal of neuropathology & experimental neurology, è stata realizzata dai ricercatori della Boston University e del Veteran medical center di Bedfort in Massachusetts.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©