Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Luca Gianaroli eletto presidente dell'Eshre


Luca Gianaroli eletto presidente dell'Eshre
01/07/2009, 10:07

L'Italia alla guida della medicina della riproduzione europea. Luca Gianaroli, consulente del comitato scientifico di SISMER (Società Italiana di Studi di Medicina della Riproduzione) di Bologna, nel tardo pomeriggio di ieri è stato eletto presidente dell'ESHRE -European Society of Human Reproduction and Embryology- durante il congresso annuale dell'associazione in corso ad Amsterdam (Olanda). Secondo italiano a ricoprire l'importante carica nei 25 anni di vita dell'ESHRE, Gianaroli è però il primo presidente in assoluto che opera esclusivamente in una struttura privata: tutti i suoi predecessori arrivavano da esperienze nel pubblico.
«Sono onorato di poter ricoprire questa importante carica soprattutto per il ruolo autorevole che ESHRE si è guadagnata nella sua storia nell'ambito della medicina della riproduzione -commenta Gianaroli-. Sarà mia cura lavorare affinché le conquiste ottenute con la sentenza della Corte Costituzionale possano rappresentare un passo concreto per allineare l'Italia all'Europa».
ESHRE, fondata a Bonn (Germania) nel 1984 in occasione del suo primo congresso, rappresenta l'associazione più grande del mondo nel campo della medicina della riproduzione. In 25 anni, gli iscritti sono passati da 349 a oltre 4.200, tra medici, ricercatori, studenti e personale di supporto alle attività di scienza e medicina della riproduzione, provenienti da 114 Paesi differenti. Gianaroli succede all'olandese Joep P.M. Geraedts, in carica dal 2007.
Nei due anni di incarico, il neo presidente si interfaccerà con le istituzioni europee, in particolare con il Parlamento di Strasburgo, per individuare nuove strategie e nuove strade da percorre nell'ambito della medicina della riproduzione. «È importante che in ciascuna nazione possano essere garantite le medesime possibilità alle coppie che vogliono un figlio», continua Gianaroli. Particolare attenzione sarà dedicata all'Italia. «I cambiamenti introdotti dalla sentenza della consulta hanno avvicinato l'Italia all'Europa -spiega il nuovo presidente ESHRE- occorre proseguire su questa strada cercando di allineare le procedure e le possibilità che ci sono nel nostro Paese a quelle europee nel rispetto del diritto di una coppia di poter diventare genitori».

 

Luca Gianaroli, profilo professionale - Anno di nascita: 1953. Laurea: Medicina e Chirurgia (1978). Corsi di specializzazione: Ostetricia e Ginecologia (1982). Attività scientifica: dal 1975 al 1984, vincitore di concorsi e borse di studio per soggiorni esteri presso rinomati centri. Fra essi: Southerland Sydney Hospital, Surgical Department; Dipartimento di Ostetricia e Ginecologia, University of New South Wales; Centro di Microchirurgia della Clinica Ostetrica e Ginecologica di Leuven (Belgio); Microresearch Foundation of Australia. Autore di più di 250 pubblicazioni su riviste specialistiche italiane ed estere; editore di nove volumi. Ha partecipato in qualità di relatore a numerosi congressi nazionali ed internazionali. Membro di numerose associazioni mediche scientifiche italiane e straniere, tra cui: Società Italiana di Ginecologia ed Ostetricia; Società Italiana di Fertilità e Sterilità; Società Italiana di Microchirurgia; Società Italiana di Biologia Sperimentale; Società Italiana per l'Endoscopia Ginecologica; Società Medico-Chirurgica; American Fertility Society; Australian Fertility Society; Australian Society of Reproductive Biology, Group pour l'Avancement de la Microchirurgie; Centre for Human Bioethics - Monash University. In particolare, attività scientifica e di coordinamento per la European Society for Human Reproduction and Embryology (ESHRE): 1994-2000: membro dell'Advisory Committee; 1996-2000: Coordinatore del Gruppo di Interesse Speciale di Embriologia; dal 1998 al 2002: Membro dell'Executive Committee; dal 2000 ad oggi: Membro dell'European IVF Monitoring Programme Subcommittee; Segretario Generale del Congresso ESHRE 2000; dal 2002 al 2004: Fondatore e Coordinatore del Gruppo di Interesse Speciale sulle Cellule Staminali; dal 2003 a oggi: Coordinatore dei Gruppi di Interesse Speciale. Inoltre, dal 1993 al 2000: Segretario Nazionale SIMOP per la Medicina della Riproduzione; 2001-2003: Membro del Direttivo della Società Italiana della Riproduzione (S.I.d.R.); 2001: Membro della Commissione Ministeriale "Studio delle procedure di congelamento degli ovociti nella pratica della fecondazione assistita" del Ministero della Sanità; 2001: Membro della Task Force dell'Organizzazione Mondiale della Sanità su aspetti medici, sociali ed etici della riproduzione assistita; 2004: Membro della Commissione Ministeriale dell'ISS "Tecniche di diagnosi genetica su gameti per la trasmissione di malattie ereditarie". Dal settembre 2005 al gennaio 2006 presidente della Società Internazionale di Diagnosi Genetica Preimpianto (PGDIS). Dal gennaio 2006 presidente della Società Italiana della Riproduzione (S.I.d.R.). Dal 2000 al 2003: Editore Associato per Human Reproduction; dal 2004 ad oggi: Membro dell'Editorial Board di Reproductive Biomedicine Online.

Sismer - Società Italiana di Studi di Medicina della Riproduzione - Opera nell'ambito dell'infertilità umana e della procreazione medicalmente assistita dal 1994. SISMER costituita come realtà indipendente, lavora con medici, biologi e personale infermieristico specializzato, svolge attività scientifica e di ricerca. È in grado di far fronte a qualsiasi necessità della coppia infertile. La sede centrale è a Bologna (via Mazzini, 12) con centri satellite dislocati in altre regioni italiane. www.sismer.it.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©