Cyber, scienza e gossip / Gossip

Commenta Stampa

Il principe non ha retto alla bellezza di Lady Amanda

Malore del principe Filippo causato da una bionda 40enne


Malore del principe Filippo causato da una bionda 40enne
04/01/2012, 21:01

LONDRA – Giallo alla corte di Buckingham Palace. Pare infatti che la causa del malore del principe Filippo sia stata la bellezza di Lady Amanda, una bionda 40enne, vedova di un amico del principe Carlo, morto in un incidente di sci.
Stando ad alcune fonti, sembra proprio che il principe sia rimasto ricoverato nel reparto cardiologico dell’ospedale di Cambridge da solo, come un anziano qualunque. Senza ricevere visite da parte dei familiari, impegnati a 80 chilometri di distanza con la tradizionale battuta di caccia di Boxing Day, nella Reggia di Sandringham. Il fatto che la regina sia stata informata a distanza, senza rimanere al capezzale del marito, ha fatto nascere dei sospetti che, per molti, sono la prova della reale liason. Lui, capelli grigi e tanta esperienza alle spalle, non avrebbe retto di fronte alla bellezza di lei, 42 anni e tutta la vita davanti. Sono in molti ad averla avvistata al matrimonio di William e Kate Middleton. Bella e simpatica, è stata più volte fotografata in compagnia del principe Filippo. Ma questa volta il cuore del 91enne non avrebbe retto alla botta.
Colpa dell’ateniese Aristofonte, attivo in politica intorno al 403 a.C. e famoso anche perché frequentava giovanissime fanciulle.
In Italia si registra un boom di coppie con una grande differenza di età: la differenza d’età non conta più. È capitato alla Gregoraci e Briatore, alla Tatangelo e D’Alessio. Viene da obiettare che non c’è nulla di nuovo sotto il sole. È successo ieri tra Arturo Toscanini e la sua pianista Ada Colleoni Mainardi (66 anni contro 36), tra Pablo Picasso e Genèvieve Laporte (70 anni contro 24) e con Paola Borboni e Bruno Vilar (72 contro 30). Accade oggi tra Sarkozy e Carlà, di dodici anni più giovane. Bruce Willis e Hemma Heming (passano 21 anni), Michael Douglas e Catherine Zeta-Jones (23 anni di differenza). Lo stesso è accaduto anche a Tom Cruise e Katie Holmes «Incontrare un uomo maturo ha i suoi vantaggi. In primo luogo non devi preoccuparti di dover pagare una cena o aiutarlo con le sue finanze», racconta Patrizia, una giovane studentessa di 22 anni, tra le prime a iscriversi sul portale www.aristofonte.com che, svolgendo un sondaggio, ha fotografato il fenomeno nello Stivale. Indipendentemente dallo status sociale, il 62% delle romane e il 71% delle milanesi (tra i 18 e i 30 anni) sono disponibili a sperimentare una relazione con un uomo sensibilmente più vecchio.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©