Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

MANGIAR TROPPO DANNEGGIA IL CERVELLO


MANGIAR TROPPO DANNEGGIA IL CERVELLO
02/10/2008, 18:10

Mangiare troppo può scatenare un' infiammazione di alcune cellule del cervello e alterare i meccanismi che regolano l'appetito. A rivelarlo è uno studio statunitense dell'università del Wisconsin, pubblicato sulla rivista Cell. I ricercatori, guidati dal fisiologo Dongsheng Cai, sostengono che la scoperta potrà aprire nuove strade per la cura dell'obesità, ma anche per disturbi correlati come il diabete di tipo due e le patologie cardiovascolari. Nei loro esperimenti sui topi, i ricercatori hanno focalizzato l'attenzione sull'infiammazione metabolica, un tipo di infiammazione asintomatica e non dannosa per i tessuti che viene scatenata dallo stress cellulare dovuto all'eccessiva ingestione di cibo. Hanno così scoperto che la cascata di segnali cellulari che attiva questo fenomeno può andare a interferire anche con i regolatori del metabolismo che stanno nel sistema nervoso centrale, in particolare con le cellule del centro di controllo dell'appetito che risiedono in una certa porzione del cervello, l'ipotalamo. Bloccando lo stress cellulare provocato dal cibo, i ricercatori sono riusciti a prevenire l'obesità nei topolini riportando alla normalità i meccanismi di regolazione dell'appetito. "Il nostro obiettivo finale - conclude Cai - è quello di identificare un efficace e selettivo soppressore della cascata di segnali in questi neuroni".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©