Cyber, scienza e gossip / Gossip

Commenta Stampa

I due pizzicati in un parco di Roma con la bimba

Marcuzzi e Facchinetti ancora insieme per il bene di Mia


Marcuzzi e Facchinetti ancora insieme per il bene di Mia
12/12/2012, 17:23

La loro storia è finita già da tempo ormai ma, proprio come annunciato, sono rimasti in buoni rapporti per il bene di Mia la loro bimba. Ebbene si, nonostante la fine della loro relazione Alessia Marcuzzi e Francesco Facchinetti trascorrono molto tempo insieme, per amore della loro bimba che a settembre ha compiuto un anno.
Solo pochi giorni fa, infatti, i due sono stati pizzicati in un parco di Roma con Mia, passando ore insieme in totale relax. Paparazzati da Nuovo, Alessia e Francesco camminano fianco a fianco accanto al passeggino con gli occhiali da sole, ma senza scambiarsi una parola, poi il clima sembra rasserenarsi quando arrivano al parco per ritrovare l’intesa di un tempo per il bene della figlia.
E in serata la coppia si avvia verso casa. La Marcuzzi, madre anche di Tommaso, avuto dal calciatore Simone Inzaghi, ha saputo mantenere ottimi rapporti con il suo ex e d’altra parte anche dopo la rottura Facchinetti ha dichiarato che Alessia è stata la donna più importante della sua vita. Per il dj, inoltre, si è anche concluso un momento difficile con l’arresto della sua stalker, una donna napoletana che lo perseguitava da anni, inviandogli anche regali alquanto imbarazzanti.
Nonostante le apparenze facciano pensare ad un possibile ritorno di fiamma tra la presentatrice della Casa più spiata d’Italia e il famoso dj, dalle loro dichiarazioni sembra chiaro che i due non torneranno insieme, dopo una storia durata due anni. La storia fra i due conduttori era definitivamente arrivata al capolinea lo scorso mese quando avevano comunicato ufficialmente la loro separazione con un messaggio su Facebook.
La coppia non aveva parlato dei motivi della separazione, ma secondo indiscrezioni la storia sarebbe finita per inconciliabilità di carattere.

 

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©