Cyber, scienza e gossip / Gossip

Commenta Stampa

La neo mamma querelata per diffamazione

Mario Balotelli querela Raffaella Fico. Chiede un risarcimento


Mario Balotelli querela Raffaella Fico. Chiede un risarcimento
27/12/2012, 17:15

Ennesima puntata della telenovela Fico – Balotelli. Questa volta ad essere sotto i riflettori non è la neo mamma napoletana, bensì il papà della piccola Pia, Mario Balotelli. Secondo il quotidiano sportivo la Gazzatta dello sport, infatti, pare che SuperMArio abbia deciso di querelare la sua ex fidanzata, nonché mamma di sua figlia, per diffamazione. A scatenare la rabbia dell’attaccante del Manchester City sono state le dichiarazioni rilasciate  dalla modella napoletana al settimanale Chi, definendo Balotelli un padre irresponsabile perché ancora non si era presentato a Napoli per vedere la figlia. L’attaccante della nazionele proprio non ha digerito queste parole ed è passato al contrattacco e con un comunicato ha reso nota la decisione di querelare Raffaella Fico. “Mi vedo costretto mio malgrado a reagire. Avrei preferito evitare di dover prendere posizione pubblicamente su questioni private e tener fede alla scelta che avevo fatto di non replicare in nessun caso alle fantasiose dichiarazioni di Raffaella Fico, anche per rispetto di una creatura che è da poco venuta al mondo. Ma c’è un limite a tutto e non posso tollerare che venga leso il mio onore di uomo e mi vengano falsamente attribuiti comportamenti gravi che non hanno riscontro nella realtà“. Questo un passaggio del comunicato rilasciato dal calciatore che non lascia spazio a fraintendimenti di alcun genere. Intanto, oltre alle dichiarazioni di Balotelli, anche i genitori hanno deciso di scrivere una lettera alla Fico perché stanchi, a loro dire, di veder lesa la dignità e la privacy del figlio. La lettera, pubblicata anch’essa sulla Gazzetta dello sport, contiene insinuazioni molto dure, come i dubbi sulla paternità del figlio.
"Crediamo che nostro figlio non sia quell'essere irresponsabile e senza dignità che tu hai descritto", scrivono i giocatori adottivi del calciatore azzurro, chiedendo alla ragazza di non pensare solo ai soldi e alla notorietà: "Ma non ti sembra poi di aver lucrato abbastanza sulla storia con Mario? Quando pensi di poter voltar pagina e magari far parlare i giornali di te per qualcosa che hai fatto tu? Invece parli sempre e solo di Mario e da ultimo arrivi a sentenziare che Mario è privo dell'istinto della paternità, lui che ha subito l'abbandono, ora abbandona quella che secondo te è sua figlia! Ti chiediamo solo un po' di privacy perché crediamo che le persone che ti stanno vicino e la tua bimba ne abbiano sacrosanto diritto. Di una cosa infine siamo certi: Mario, o chiunque altro fosse al suo posto, oggi forse sarebbe al tuo fianco se tu avessi capito in tempo che l'amore vale assai più del denaro e della notorietà". 

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©