Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

MASERATI: TRIDENTE AFFILATO NEI PADIGLIONI DEL SALONE DELL'AUTO


MASERATI: TRIDENTE AFFILATO NEI PADIGLIONI DEL SALONE DELL'AUTO
02/10/2008, 12:10

Al Salone dell’Automobile di Parigi fa il proprio debutto internazionale l’intera gamma della nuova Maserati Quattroporte, che sostituisce la versione precedente. 

 
Dopo cinque anni di successi con oltre 15.000 vetture vendute e 47 premi conseguiti a livello internazionale, la Maserati Quattroporte, il modello che ha creato la categoria delle “Sport Luxury Sedan”, si presenta oggi in un’inedita veste, una nuova meccanica e arricchita di una nuova motorizzazione. Grazie alla indiscutibile e sapiente mano di Pininfarina, la Maserati Quattroporte è stata ora affinata in una chiave ancora più moderna, fresca ma sempre rispettosa della classe, esclusività ed eleganza dello stile Maserati.
 
Due i modelli in passerella a Parigi: la Quattroporte, con il classico propulsore 8 cilindri a V da 4,2 litri e 400 cv; e la Quattroporte S, che adotta il nuovo motore 8 cilindri a V da 4,7 litri e 430 cv. Entrambi i modelli utilizzano la trasmissione automatica a 6 rapporti realizzata in collaborazione con ZF.
 
Gli interventi estetici più importanti riguardano gli elementi caratterizzanti più riconoscibili: primo tra tutti il frontale, dove spicca la nuova calandra con alette verticali che esprime una evidente continuità stilistica con la GranTurismo. Si rinnovano anche i gruppi ottici anteriori e posteriori, caratterizzati dall’utilizzo dei LED. Nuovi sono anche gli specchi retrovisori, che hanno una forma più slanciata e sono incastonati in maniera ancora più “pulita” nelle portiere.
 
Gli interni hanno una nuova consolle centrale con i comandi più raccolti e migliorati dal punto di vista ergonomico. Completamente rinnovata anche la gamma di sistemi di navigazione della vettura, costituita dal Nuovo Maserati Multimedia System. Debuttano, rispettivamente su Quattroporte S e Quattroporte, due nuove pelli: Marrone Corniola e Sabbia - che reinterpreta il beige già in gamma.
 
 
 
GranTurismo e GranTurismo S
 
Il debutto della GranTurismo S a marzo di quest’anno sulla scia del successo ormai consolidato della GranTurismo ha fatto sì che, nei primi otto mesi del 2008, il coupè Maserati sia già stato consegnato a circa 3.700 clienti in tutto il mondo.
 
Il nuovo motore della GranTurismo S, massima espressione della sportività in Casa Maserati, è un V8 4,7 da 440 CV a 7.100 giri al minuto. Il cambio è elettroattuato con cambiata veloce MC-Shift che assicura cambiate veloci e omogenee. Lo schema motore-cambio è il Transaxle, che assicura una ripartizione di pesi con il 47% sull’asse anteriore e il 53% sull’asse posteriore, esaltando la maneggevolezza e, conseguentemente, la sportività della vettura. Lo scarico ha connotazione e sound sportivo.  L’impianto frenante, sviluppato in collaborazione con Brembo, si avvale di dischi freno anteriori realizzati con tecnologia dual-cast, ovvero una co-fusione di ghisa e alluminio, abbinati a pinze freno monoblocco in alluminio a 6 pistoncini – che ritroviamo anche sulla nuova Quattroporte S. Di riferimento assoluto le prestazioni: accelerazione da da 0 a 100 Km/h in 4,9 secondi e velocità massima di 295 Km/h - la più alta mai raggiunta da una Maserati di normale produzione.
 
Esteriormente la Maserati GranTurismo S si differenzia per una serie di interventi estetici discreti, ma di grande efficacia che conferiscono al corpo vettura un’ulteriore sportività senza per questo rinunciare all’eleganza delle linee magistralmente disegnate da Pininfarina.  Lo spoiler integrato nel cofano baule e le minigonne laterali di nuovo disegno contribuiscono a migliorare i flussi intorno alla vettura.  La calandra e la parabola dei proiettori sono di colore nero. Il Tridente della calandra ed il logo ovale sul montante vengono impreziositi dai fregi rossi, come nella tradizione delle Maserati da competizione.
 
Anche gli interni con rivestimenti in pelle Poltrona Frau e Alcantara (utilizzata per volante e parte centrale del sedile con la possibilità di estendersi, a richiesta, a tutto il cielo abitacolo) rispecchiano la vocazione sportiva della Maserati GranTurismo S.  I sedili si differenziano per il nuovo disegno dinamico con cannettature orizzontali per sedute e schienale.
 
 
 
Nel ricordo di Andrea Pininfarina
 
Quello di Parigi è il primo Salone dell’Automobile successivo alla scomparsa dell’ingegner Andrea Pininfarina, cui – insieme al Presidente Onorario, il Senatore Sergio - si deve la ritrovata partnership con Maserati, iniziata con la Quattroporte nel 2003 e rinnovata via via con la GranTurismo, la GranTurismo S e ora, naturalmente, con le nuove Quattroporte e Quattroporte S.    
 
La storia di successo delle gran turismo del Tridente era peraltro iniziato sei decenni fa, nel 1947, quando la Maserati aveva presentato la A6 Gran Turismo carrozzata proprio da Pinin Farina e prodotta poi in 58 esemplari.
 
Al mondo dell’automobile, alla Maserati, Andrea Pininfarina mancherà.
 
 
 
I numeri Maserati nel 2008
 
Maserati ha realizzato nel secondo trimestre del 2008 ricavi per 205 milioni di euro, in aumento del 15,8% rispetto allo stesso periodo del 2007. L’incremento è da attribuire all’ottimo andamento della GranTurismo e all’immutato fascino sul cliente esercitato dalla Quattroporte.
 
Nel secondo trimestre 2008, grazie all’ottimo trend delle vendite e alle importanti efficienze realizzate sui costi, pur in presenza di un significativo impatto sfavorevole dei cambi, il risultato della gestione ordinaria è stato positivo per 12 milioni di euro, pari al 5,9% dei ricavi. Netto il miglioramento rispetto al risultato di un milione di euro dello stesso periodo del 2007.
 
Nel primo semestre 2008 Maserati ha conseguito ricavi per 398 milioni di euro, con una crescita del 15,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Nel primo semestre Maserati ha conseguito un risultato della gestione ordinariadi 22 milioni di euro, pari al 5,5% dei ricavi, realizzando un significativo incremento rispetto al pareggio rilevato nello stesso periodo dell’anno precedente.
 
Nei primi otto mesi del 2008 sono state consegnate ai clienti circa 5.900 vetture, con un incremento di quasi il 40% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.  Il mercato principale della Maserati rimane quello statunitense, seguito da quello italiano. Al terzo posto la Gran Bretagna, davanti a Germania e Giappone. Seguono nell’ordine Cina, Francia, Svizzera, Australia, Emirati Arabi e Hong Kong. 
 
 
 
Maserati per l’ambiente
 
Maserati ha impostato un piano di sviluppo, nell’arco dei prossimi cinque anni, per l’abbattimento dei consumi e della CO e per il rispetto dell’ambiente.
Nella progettazione degli ultimi modelli si è ottenuto un sostanziale miglioramento in termini di risparmio di carburante. Per la Quattroporte, complessivamente, a partire dal 2005 i consumi sono stati ridotti di oltre il 20% (ciclo NEDC combinato). Sulla GranTurismo S, la riduzione CO2 rispetto al precedente modello Gran Sport è del 10% (ciclo NEDC extra-urbano).
 
Sulla nuova Quattroporte S con motore 4,7 le emissioni exhaust/evap (allo scarico ed evaporative) e i consumi, sono adeguati al superamento della futura normativa Euro 5 per l’Europa e LEV2 per gli USA, grazie anche all’adozione di un innovativo catalizzatore a matrice metallica a fogli perforati (Turbulent PE Catalyst) che coniuga permeabilità ed affidabilità, senza per questo compromettere le prestazioni. L’utilizzo di questa soluzione ha consentito di rendere più omogenea la distribuzione delle particelle inquinanti, ridurre la pressione, migliorare la resistenza alle alte temperature, migliorare il trasferimento delle masse gassose.
 
Maserati inoltre utilizza materiali "friendly" per l’ambiente, facilmente riciclabili, componenti naturali soprattutto per le parti interne, che sono maggiormente a contatto con il cliente (fibre tessilinaturali, legno, pelle). 
 
La progettazione delle vetture Maserati è attenta al “Design for recycling” che presta attenzione alla facilità di smontaggio dei veicoli a fine vita e di identificazione dei materiali per poterne separare le diverse tipologie in maniera efficace per il successivo riutilizzo.
 
 
 
 
Maserati West Europe
 
La filiale Maserati West Europe ha sede a Parigi e coordina sei paesi: Francia, Belgio, Olanda, Lussemburgo, Spagna e Portogallo, attraverso una rete di 13 concessionari.
 
Nei primi otto mesi del 2008, nei mercati dell’area di West Europe sono state consegnate a clienti finali 488 Maserati, pari ad un aumento del 44% rispetto all’anno precedente.  In Francia le consegne sono state: 223, vale a dire: + 42% rispetto allo stesso periodo del 2007.
 
L’area con la più alta concentrazione di consegne è quella della regione parigina, comprendente Levallois-Perret e Parigi, che rappresenta circa il 30% dei volumi Maserati in Francia.
 
 
 
 
 
Maserati in trionfo
nella 24 Ore di Spa-Francorchamps
 
Per la terza volta in quattro anni la Maserati ha conquistato la vittoria nella prestigiosa 24 Ore di Spa, una delle corse leggendarie nel panorama motoristico internazionale e tra le più impegnative gare automobilistiche endurance.
 
L’equipaggio del Vitaphone Racing Team composto da Bertolini/Bartels/Van de Poele/Sarrazin ha vinto l’edizione 2008 della 24 Ore di Spa davanti alla MC12 dei compagni di squadra Ramos/Negrao/Lemeret/Pierguidi. Una doppietta con tanto di arrivo in parata, alla quale si aggiunge l’ottimo quarto posto ottenuto dalla MC12 del JMB Racing affidata a Ferte/Aucott/Daoudi.
 
Per ben tre volte, dal 2005 ad oggi, una MC12 della scuderia tedesca ha tagliato per prima il traguardo nella massacrante maratona belga. In particolare Michael Bartels ed Eric Van De Poele hanno sempre fatto parte dell’equipaggio in tutte e tre le edizioni vittoriose. Van de Poele inoltre ha un posto particolare nella storia di questa competizione, perché è l’unico pilota ad essersi aggiudicato per cinque volte la gara delle Ardenne. Andrea Bertolini, collaudatore ufficiale della Casa del Tridente, ha vinto quest’anno e nel 2006, mentre nel 2005 è giunto 2° al volante della MC12 JMB, quando Maserati ottenne la sua prima doppietta a Spa. Solo lo scorso anno la vittoria sfuggì per un soffio e l’MC12 Vitaphone dovette accontentarsi della 2° posizione finale.
 
Con questo successo Bertolini/Bartels consolidano la propria leadership nel Campionato Internazionale FIA GT, mentre Vitaphone e Maserati guidano le graduatorie a squadre e costruttori.
 
Il Vitaphone Racing Team ha vinto il titolo piloti FIA GT nel 2006 e lo scorso anno, rispettivamente con Bartels/Bertolini e Bartels/Biagi, giungendo 2° nel 2005 con Bartels/Scheider. La compagine tedesca ha sempre ottenuto il titolo a squadre dal 2005 a oggi, mentre Maserati ha conquistato il titolo costruttori GT1 nel 2005 e nel 2007.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.