Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Lo rivela una ricerca dell’università olandese

Medicina: reprimere la rabbia fa male al cuore


Medicina: reprimere la rabbia fa male al cuore
11/05/2010, 21:05

ROMA – Reprimere la rabbia fa male al cuore. È quanto emerge da una ricerca condotta da Johan Denollet dell’Università olandese di Tilburg, pubblicata sulla rivista “American Journal of Cardiology”. Secondo l’indagine dei ricercatori olandesi, la rabbia repressa può aumentare, addirittura triplicare il rischio di avere un infarto o di morire entro 5-10 anni. Stando, dunque, a quanto rivela l’indagine, chi è sofferente di malattie cardiovascolari corre un pericolo elevato. La ricerca ha preso in esame un gruppo di 644 persone con problemi cardiaci seguiti per un tempo medio di sei anni, durante i quali il 20% del campione è andato incontro ad un evento cardiaco grave o fatale. Il 27% del campione era composto da soggetti con personalità di 'tipo D', cioè individui che provano emozioni negative (depressione, ansia, rabbia) e tendono a reprimerle. Lo studio ha messo in luce come gli eventi cardiaci i verificatisi nel periodo dell’indagine hanno riguardato soprattutto i soggetti con personalità D, quasi il 20% di questi manifestava una certa tendenza a reprimere la rabbia.  Denollet consiglia alle persone con problemi cardiaci di imparare a gestire meglio i propri stati emotivi, anche con l'aiuto di specialisti.
 

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©