Cyber, scienza e gossip / Gossip

Commenta Stampa

La showgirl si difende tramite twitter

Melissa Satta nega di aver picchiato un fan


Melissa Satta nega di aver picchiato un fan
01/03/2012, 21:03

Melissa Satta ancora una volta ha i riflettori puntati. Infatti, nei giorni scorsi si era scritto che la showgirl, aggredita da un fan, si sarebbe difesa tirandogli un calcio. La Satta però non ci sta a queste accuse e – tramite il suo profilo di twitter, definisce tutta questa vicenda un’invenzione. Oggi sul suo profilo Twitter la showgirl sarda interviene per negare con forza quanto affermato dal gossip che in questi giorni, tanto per cambiare, l’ha vista protagonista, e rimane senza parole per quella che lei stessa definisce una invenzione.
Attraverso il social network, la nuova fiamma del giocatore kevin Prince Boateng, si ritiene basita da quanto uscito sui giornali. La showgirl nega di avere mai picchiato qualcuno e se la prende con coloro che avrebbero messo in giro queste voci infondate.
“Sono senza parole … Sono su internet e lego un articolo agghiacciante …  ‘Melissa Satta picchia un fan’… ma secondo voi è possibile una cosa così? Dovrebbero solo vergognarsi. Rimango senza parole ogni giorno di più. Non mi abbasserò mai al livello di dover picchiare qualcuno o in nessun modo alzare le mani … Chiunque abbia scritto queste cose su internet, dovrebbe vergognarsi”.
Melissa Satta è un fiume in piena: aggiunge che mai si abbasserebbe a picchiare qualcuno perché non ha mai usato violenza in vita sua e per questo motivo si ritiene molto infastidita da questa malignità messa in giro sul suo conto. La presunta aggressione di Melissa Satta ad un suo fan sarebbe avvenuta a Milano all’uscita di un negozio nel quale la showgirl era entrata per fare compere. Il fatto che la Satta in questi giorni girasse con una guardia del corpo al seguito aveva fatto trarre delle conclusioni errate al riguardo.
In effetti Melissa Satta è solita essere sempre molto disponibile con la stampa e con i fotografi e pare difficile credere a quanto trapelato da internet.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©