Cyber, scienza e gossip / Ambiente

Commenta Stampa

Non si abbassano i livelli di Pm10 nell'aria

Milano: inutile il "Limite anti-smog", in tangenziale si torna a 90km/h

Podestà:"E' colpa dei cittadini privi di senso civico"

Milano: inutile il 'Limite anti-smog', in tangenziale si torna a 90km/h
14/03/2011, 20:03

MILANO - Era stato definito "Limite anti-smog" quello che imponeva agli oltre 400.000 automobilisti che transitano giornalmente sulle tangenziali controllate dalla provincia di Milano di non superare i 70km/h.
L'obiettivo era infatti quello di ridurre la concetrazione di polveri sottili nell'aria. Dato lo scarissimo successo ecologico dell'iniziativa, descritta da molti come l'ennesimo, goffo tentantivo di spillare soldi ai cittadini tramite nuove multe, si è deciso di non procedere con nessuna proroga del limite e di far tornare a 90km/h la velocità consentita in tangenziale. Il provvedimento anti-smog, quindi, cesserà di essere attivo dal prossimo 16 marzo; con circa 500 automobolisti che sono già stati raggiunti dalle sanzioni per eccesso di velocità. Milano quindi fallisce clamorosamente l'obiettivo di ridurre a 50microgrammi la presenza di PM10 per metro cubo d'aria (limite imposto dall'Ue) e, nelle ultime settimane, registra punte che arrivano addirittura a 90microgrammi e superano dunque di granlunga il "suggerimento" europeo. 
il presidente della Provincia, Guido Podestà, se la prende con i cttadini:"Gli automobilisti si ostinano a non rispettare la norma - si difatti sfogato al Corriere della Sera - Dovrebbero dimostrare più senso civico". Di parere diverso il direttore nazionale di Legambiente Andrea Poggio:"Aver detto ai milanesi 'il limite c'è, ma non daremo sanzioni, state tranquilli', s'è rivelato un clamoroso autogol. Così è una buffonata, un'inutile presa in giro". In ogni caso, per il capoluogo lombardo, si preparano nuove sanzioni.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©