Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Mitsubishi i-MiEV: una scossa all’auto elettrica


Mitsubishi i-MiEV: una scossa all’auto elettrica
06/03/2013, 14:43

Buone notizie in arrivo per il pianeta.... Il mercato dell’auto elettrica è in continua evoluzione e Mitsubishi Motors afferma la sua volontà di impegnarsi per un futuro all’insegna dell’ecosostenibilità rendendo i-MiEV ancora più vantaggiosa.

Questa vettura spaziosa offre una buona autonomia, protegge l’ambiente, riduce i costi di gestione e fornisce un contributo significativo per preservare le risorse della terra e... le tue!

Dal 1° marzo 2013 Mitsubishi i-MiEV sarà ancora più accessibile al pubblico italiano grazie ad un riposizionamento del listino chiavi in mano (esclusi IPT e PFU) a 31.950 euro, cioè 4.850 euro in meno rispetto al precedente listino, che era di 36.800 euro.

Grazie a questo nuovo prezzo e grazie agli incentivi statali 2013 disponibili dal 14/03/13, il cliente potrà acquistare i-MiEV a 25.900 euro (chiavi in mano esclusi IPT e PFU), con una riduzione totale di 10.900 euro rispetto al listino precedente.

Alcune caratteristiche di i-MiEV:

- l’autonomia è di 150 km

- la velocità massima è di 130 km/h

- l’auto è già predisposta per la ricarica rapida, laddove fosse presente l’infrastruttura (pubblica o privata) per ricaricare rapidamente

- l’amperaggio è di 10A, con un tempo di ricarica “normale” di circa 8 ore

- il sistema di sicurezza AVAS (Acoustic Vehicle Alerting System) fa sì che, fino a circa 35 km/h la vettura emette all’esterno un suono di intensità variabile (simile al fischio di una piccola turbina) che avverte della presenza di i-MiEV. Il suono si può disinserire tramite un apposito pulsante

- il telecomando “intelligente”, cosiddetto REMOTE SYSTEM, permette di:

  • controllare a distanza l'autonomia residua della batteria;
  • programmare a distanza avvio e/o spegnimento del sistema di climatizzazione dell'abitacolo, con il duplice vantaggio: 
  •  - di avere maggior confort quando si sale in auto 
  •  - di risparmiare la batteria dell’auto (dato che il sistema funziona
  •    solo quando la vettura è in ricarica);
  • programmare a distanza avvio e/o spegnimento della ricarica ad esempio di notte qundo l'energia può avere un costo ridotto .

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©