Cyber, scienza e gossip / Gossip

Commenta Stampa

Il protagonista della serie tv aveva avuto un incidente

Morto "Arnold", ex bimbo prodigio di Hollywood


Morto 'Arnold', ex bimbo prodigio di Hollywood
28/05/2010, 21:05

NEW YORK –  Alla fine non ce l'ha fatta. Gary Coleman, l'attore che ha prestato il volto ad Arnold della famosa sertie tv, è morto. Coleman, 42 anni ed ex bambino prodigio, era ricoverato in terapia intensiva dopo un incidente avvenuto nella sua casa di Santaquin mercoledì sera. Le sue condizioni erano apparse fin da subito critiche.
Sulle dinamiche dell’ accaduto non sono stati forniti particolari: si sa solo che l’attore era caduto ed aveva battuto violentemente la testa, riportando un'emorragia cerebrale.
Un ulteriore scherzo del destino per lui, nato con una patologia, la nefrite, che gli ha bloccato la crescita. Coleman si sottopone inoltre da oltre vent’anni a dialisi, in seguito ad un doppio trapianto di reni. Nel gennaio scorso, si era sentito male durante un’ intervista rilasciata al programma tv americano “The Insider”, e a febbraio era stato nuovamente ricoverato in ospedale.
Negli ultimi anni“Arnold” era salito agli onori della cronaca anche per i suoi guai con la legge: nel 1998 era stato condannato a 90 giorni di carcere con la condizionale per aver picchiato una donna che gli aveva chiesto l'autografo. Nel 2008, poi, era finito in carcere per aver investito un uomo in un parcheggio a a gennaio era stato arrestato nello Utah con l'accusa di violenze domestiche.
La fine di Coleman non fa altro che aumentare le voci sulla “maledizione” della serie tv “Il mio amico Arnold”. Il 6 maggio l'attrice Dana Plato, che interpretava Kimberly Drummond, sorellastra di Arnold Jackson, aveva perso il figlio di 25 anni, suicidatosi con un colpo di pistola alla testa. Per Dana una nuova tragedia dopo la morte per overdose di farmaci della madre nel 1999.

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©