Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Motori Abarth per le monoposto del Campionato Italiano F4, la palestra per i futuri campioni dell'automobilismo


Motori Abarth per le monoposto del Campionato Italiano F4, la palestra per i futuri campioni dell'automobilismo
17/01/2014, 10:24

Abarth tiene fede alla sua storica vocazione di trampolino di lancio per i talenti del Motorsport, prendendo parte da protagonista al Campionato Italiano Formula 4, la nuova serie voluta dalla FIA (Federazione Internazionale dell'Automobilismo) per permettere ai piloti più giovani di fare esperienza su una monoposto.

Sui campi di gara piloti, team e pubblico del Campionato Italiano Formula 4  potranno vivere una 'Abarth experience' a 360 gradi. Tutte le monoposto  adottano  il motore 1.4 turbo t-Jet, da 160 CV, in linea con le  specifiche FIA: un motore derivato da quello  disponibile sulle 500 stradali e che utilizzano anche le Abarth 500 e 695 Assetto Corse impegnate nei Trofei Abarth Selenia.

Questa importante operazione, fortemente voluta dall'ACI-CSAI con il patrocinio della FIA, rientra perfettamente nella strategia della casa dello Scorpione, basata su una 'formula originale' fatta di rispetto della tradizione e dell'italianità, di elaborazione tecnica e prestazionale e di passione per le corse.

Una scelta che conferma anche la missione di 'democratizzazione delle corse' dell'Abarth, che dal 2009 ad oggi ha permesso a nuovi talenti di mettersi in luce: basti pensare che nella stagione 2013 sono stati oltre 150 i piloti impegnati in 50 gare in 5 diversi campionati e i primi 4 classificati dei trofei Abarth Selenia Europa e Italia erano tutti under 22.

La Formula 4 rappresenta il primo passo per i giovani talenti che vogliono intraprendere la carriera professionistica nel mondo dell'automobilismo sportivo.  Questa Formula offre, infatti, ai giovani piloti la possibilità di salire su una vera monoposto già all'età di 15 anni e di misurarsi in questa categoria con altri piloti in condizioni di assoluta parità tecnica, garantita, ad esempio, dalla sigillatura e dalla rotazione dei motori tra le vetture partecipanti.

A dimostrazione della vocazione formativa del programma, i giovani piloti saranno seguiti sui campi di gara da tutor, che insegneranno loro i segreti della guida sportiva pilotaggio seguendoli corsa dopo corsa in questo percorso verso il professionismo.

Il regolamento del Campionato Italiano Formula 4 prevede tre gare per ciascuno degli otto appuntamenti che si svolgeranno in circuiti molto tecnici, non solo italiani. L'inizio è fissato per il 4 maggio sull'impegnativa pista di Vallelunga e la conclusione per il 19 ottobre sul prestigioso circuito di Barcellona.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©