Cyber, scienza e gossip / Gossip

Commenta Stampa

Evento del secolo con pochi personaggi famosi italiani

Mr. Bean tra gli invitati alle nozze reali di William e Kate


Mr. Bean tra gli invitati alle nozze reali di William e Kate
24/04/2011, 09:04

LONDRA – Sarà l’evento mediatico del secolo. Ovviamente ci riferiamo alla nozze reali che si celebreranno tra William e Kate. Nell’abbazia di Westmister, il pupillo di casa Windsor,  insieme alla sua bella compagna diranno “si”  davanti ad un “platea” d’eccezione. Anche se la lista è ancora super segreta, Buckingham Palace non la renderà pubblica fino all'ultimo, cominciano a trapelare i primi nomi dei super ospiti; personaggi del mondo della cultura, politica,  spettacolo, sport sia inglese che internazionale. Qualche nome comunque  già comincia a circolare, grazie alle rivelazioni  di un cronista del Sun, il tabloid londinese specializzato in scoop sulla casa reale che è riuscito a quanto pare a darci un'occhiatina. Nella lista ci sarebbero  il principe di Abu Dhabi, l'Aga Khan, la regina Sofia e il principe della Corona Felipe di Spagna (Juan Carlos evidentemente aveva da fare), il principe del Bahrein, il sultano del Brunei, il re e la regina di Bulgaria, la regina di Danimarca, il re e la regina di Grecia, lo sceicco del Kuwait, il principe di Lesotho, il gran duca di Lussemburgo, il re e la regina di Malesia, il principe Alberto di Monaco, la principessa Salma del Marocco, il principe Frisor d'Olanda, il re e la regina di Norvegia, l'emiro del Qatar (che è ormai padrone di mezza Londra, dai grandi magazzini Harrods a svariati grattacieli), il re e la regina di Romania, il principe Abdulaziz di Arabia Saudita, il re di Swaziland, la principessa di Thailandia, il re di Tonga, la principessa Victoria di Svezia, il principe Alessandro di Jugoslavia. L'unico che non avrebbe ancora risposto  all'invito di Sua Maestà è re Sihamoni di Cambogia, ma c'è un precedente: nel 1963 suo padre re Sihanouk rifiutò l'invito al matrimonio della principessa Alessandra perché gli dissero che non avrebbe avuto una guardia d'onore all'aeroporto e non avrebbe potuto soggiornare a Buckingham Palace.
Per quanto riguarda i vip, la lista includerebbe , David e Victoria Beckham, l'allenatore campione del mondo di rugby Clive Woodward, l'attore Rowan Atkinson, più noto come Mr. Bean (nella foto), il regista Guy Ritchie, più noto come ex marito di Madonna . Probabile presenza di Chelsy Davy, la girlfriend (quando non bisticciano - e hanno bisticciato spesso) del principe Harry. Ci saranno svariati ex fidanzati di William e Kate, con i quali sono rimasti amici. I genitori della sposa hanno invitato 358 loro parenti e amici, inclusi il macellaio e il gestore del pub del paesino del Berkshire in cui vivono. William ha invitato naturalmente anche suo zio, il conte di Spencer, fratello di Diana, che ai funerali di lady D lesse un'orazione funebre che suonava come un atto d'accusa verso i Windsor ma che è rimasto in buoni rapporti col nipote. Ci sarà anche la designer d'alta moda di origine brasiliana Daniella Helayel, a conferma delle indiscrezioni secondo cui è stata lei a confezionare l'abito da sposa per Kate.Infine, gli italiani. Soltanto tre: l'ambasciatore d'Italia a Londra, Giorgio Economides,  il marchese Vittorio Frescobaldi e il conte Paolo Filo della Torre, a lungo corrispondente da Londra di Repubblica. Forse un quarto: secondo indiscrezioni dell'ultima ora potrebbe essere stato invitato anche lo stilista Valentino. 

IL “DECALOGO” DEL MATRIMONIO

Battezzato come  il matrimonio del secolo,  le prossime nozze tra William e Kate, che andranno in scena il 29 aprile (in diretta su SkyTG24 e Sky.it dalle 9 del mattino), hanno scatenato un'infinità di aneddoti e pettegolezzi, raccolti in una sorta di “decalogo”, nel quale sono presenti dalla A alla Z,  le bizzarrie e i pettegolezzi  suoi protagonisti.

A come ASTA RECORD: l'abito galeotto, il vestitino di pizzo trasparente (di dubbio gusto, per la verità) con cui si accese il desiderio del principe William è stato venduto all'asta per 78mila sterline, quasi 88mila euro;

B come BULLISMO: la sposa sarebbe stata vittima di pesanti atti di bullismo quando era adolescente: "Troppo mite e magra", hanno raccontato compagne di scuola più scafate;

C come COUNSELLING: le sedute di psicoterapia a cui si sarebbe già affidata Kate, su consiglio dalla stessa Casa Reale che, dopo il caso Diana, vuole evitare che la ragazza cada in una spirale autodistruttiva;

D come DIANA: lo spirito della madre del principe aleggerà sulla cerimonia. Per Kate il compito è improbo: essere come Lady Diana, senza incappare nei suoi errori;

E come EFFETTO-KATE: non ancora principessa, Kate già detta legge. L'abitino blu elettrico, firmato Issa, con cui annunciò il suo fidanzamento, è andato a ruba. Stessa sorte per un impermeabile di Burberrys (neanche tanto a buon mercato, 650 sterline), sfoggiato a fianco del principe; un twin set sugli scaffali ha provocato quasi una calca fra quanti volevano accaparrarselo; a ruba gli stivali al ginocchio che sfoggia volentieri;

F come FERGIE: Sarah Ferguson, la 'pecora nera' della Famiglia Reale non è stata invitata al 'royal wedding';

G come GREENLIGHT: la società di marketing che si è premurata di misurare l'entità del 'tormentone' scatenato sul web dalle nozze reali: al momento, una media di 9.000 post al giorno;

H come HOTEL GORING, quello nel quartiere di Belgravia dove Kate e famiglia trascorreranno l'ultima notte: 22mila sterline il conto finale previsto;

I come ICONA DI MODA: capace persino di riciclare gli abiti: nell'isola di Anglesey, in Galles del Nord, per 'battezzare' una scialuppa di salvataggio ha indossato un cappotto beige già da tempo nel suo guardaroba: cambiati gli accessori, orlo accorciato e il look è tutto nuovo;

L come LUNA DI MIELE: Giordania? Mauritius? Si sa solo che sarà in un posto caldo e che il principe ha deciso di fare una sorpresa alla fidanzata, tenendole celata la destinazione;

M come MENU': anch'esso top secret. Si sa solo che verranno utilizzati ingredienti 'bio' e sarà inevitabilmente 'british'.

N come NULLA LASCIATO AL CASO: persino il bacio dal balcone di Buckingham Palace, a cerimonia conclusa, è stato attentamente coreografato: Kate e William sanno esattamente come e dove baciarsi per lo 'scatto' migliore da offrire al mondo;

O come OBBEDIENZA: Kate dovrebbe seguire le orme di Lady D e non pronunciare il voto di obbedienza nella sua promessa di matrimonio;

 

P come PRINCESS CATHERINE: la 'barbie' della sposa con tanto di fluente chioma castana e sorriso vincente: la copia in miniatura della Middleton indossa un abito blu elettrico ispirato a quello diventato un po' il suo 'marchio di fabbrica';

Q come QUEUE, la coda di gente così popolare in Inghilterra che, tuttavia, non si formerà all'ingresso dell'Abbazia di Westminster, nonostante i 1.900 invitati, i quali saranno sapientemente scaglionati: i primi entreranno in chiesa alle 8.30 del mattino, mentre l'ultima a fare il suo regale ingresso sarà, naturalmente, la regina Elisabetta II;

R come REPUBBLICANI: quelli che piomberanno a Londra da tutta Europa, sperando di favorire l'abolizione della monarchia; ma, oltre a loro, a Londra, sono pevisti migliaia di arrivi.

S come SENZATETTO: Shozna, una ragazza 20enne, per la verità ex-senzatetto, 'salvata' dall'organizzazione Centrepoint, di cui era madrina Lady Diana. La giovane sarà una delle 1900 presone invitate alla cerimonia;

T come TORTA: non una ma due. Oltre alla tradizionale torta multipiano con frutta secca e decorazioni floreali, il dolce di biscotti McVities e cioccolato amato dal principe da bambino;

U come UNIFORME: quella da pilota di elicottero della Raf che probabilmente indosserà il principe William il giorno delle nozze;

V come VECCHIE FIAMME: gli "ex" sono stati invitati alle nozze. Per William, quattro donne tra le quali colei che si dice sia stato il suo primo amore, Jecca Craig; Kate ha invitato Rupert Flynch, con cui usciva ai tempi dell'università, prima di fidanzarsi con il principe;

W come GEORGE WASHINGTON: Kate Middleton, prima 'commoner' che diventerà regina di Inghilterra, avrebbe tra gli antenati George Washington, ma anche una lavandaia;

Z come ZARA PHILLIPS: cugina del principe William, il cui matrimonio con il capitano della nazionale di rugby, Mike Tindall, seguirà il 30 giugno il 'royal wedding'. Nell'intimità, Zara pare chiami maliziosamente Kate "Little Miss Perfect" (Piccola Miss perfezione) e la coppia "Ken e Barbie".

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©