Cyber, scienza e gossip / Ambiente

Commenta Stampa

Napoli capitale di Puliamo il Mondo


Napoli capitale di Puliamo il Mondo
15/09/2011, 12:09

NAPOLI - Due week end dedicati al volontariato ambientale per ripulire e recuperare aree degradate e rendere più belle e vivibili le nostre città: torna Puliamo il mondo, la versione italiana dell’internazionale Clean-up the world, realizzata in Italia da Legambiente in collaborazione con la Rai in collaborazione con il Comune di Napoli, con il sostegno delle aziende Sabox di Nocera Superiore, Sada SPA di Pontecagnano, Papa Ecologia . Nei più piccoli comuni come nelle periferie delle grandi città, cittadini e volontari si cimenteranno nelle pulizie più spettacolari sui fondali, in canoa sui fiumi o nei crateri dei vulcani mentre nell’aree urbane si concentreranno su interstizi di verde abbandonato, discariche abusive, piccole e grandi terre di nessuno riconquistate alla fruizione pubblica dalla azione dei volontari. Un'azione concreta di recupero ambientale, ma anche un segnale forte alle istituzioni e ai cittadini per richiamarli a una maggiore attenzione alla tutela del territorio. Mobilitazione record in Campania le ultime stime parlano di circa 200 comuni coinvolti, dove oltre 20mila volontari armati di guanti e rastrelli puliranno 250 aree della nostra regione.
Puliamo il mondo è la versione italiana di Clean Up the World è la più importante campagna di volontariato ambientale del mondo, nata a Sidney in Australia nel 1989, e portata in Italia nel 1993 da Legambiente, è presente su tutto il territorio nazionale grazie all'instancabile lavoro di oltre 1.500 gruppi di “volontari dell'ambiente”, che organizzano l'evento a livello locale in collaborazione con associazioni, comitati e amministrazioni cittadine.
“Puliamo il mondo è come sempre un atto di protagonismo da parte dei cittadini – ha dichiarato Michele Buonomo, presidente Legambiente Campania -. Un modo per riprendersi il proprio territorio non rassegnandosi al degrado. E' vero, le amministrazioni cittadine dovrebbero fare di più, ma gran parte della soluzione è nelle nostre mani: l'amore per le nostre città, per il nostra regione , testimoniato da migliaia di volontari è anche una bella risposta e un potente antidoto contro la crisi sociale e l'individualismo dilagante. Il nostro paese vive un momento difficile ma sono tantissime le persone disponibili a rimboccarsi le maniche e a darsi da fare per rendere il nostro un paese più bello, più giusto, più pulito”.
Anche l’edizione di quest’anno, sarà, come di consueto, una grande festa dell’ambiente che unirà concretamente e simbolicamente centinaia di migliaia di volontari attivi, per due week-end, per rendere il nostro paese più pulito. In prima fila il Comune di Napoli che ha mobilitato le municipalità, le Associazioni di volontariato e le scuole del territorio. Proprio Napoli sarà la Capitale degli appuntamenti di Puliamo il Mondo 2011: domenica 18 settembre da Piazza Trieste e Trento alla presenza di Michele Buonomo; presidente Legambiente Campania, Luigi de Magistris, sindaco di Napoli, Tommaso Sodano, vicesindaco di Napoli, il presidente della Regione Stefano Caldoro e l'assessore all'Ambiente Giovanni Romano a partire dalle 9,45 ci sarà la diretta Rai 3 Ambiente Italia .
Sacchi, guanti, rastrelli e tanta buona volontà saranno i tradizionali ingredienti delle tante iniziative nel comune di Napoli. Si parte Venerdì 16 Settembre per la pulizia dello storico scalone di via Doninzetti a via Sanfelice. Sempre venerdi 16 settembre parte la tre giorni di Puliamo il Mondo a Scampia sulla raccolta differenziata in collaborazione con Arci Scampia e attraverso un mini torneo di calcetto tra quattro squadre denominate Carta, Multimateriale, Indifferenziato e Organico per spiegare le modalità della raccolta differenziata. Infatti ogni squadra prima della partita indicherà delle modalità per "ridurre" i rifiuti che riguardano la propria denominazione. Sabato 17 settembre le finali del torneo e accorpamento delle varie indicazioni in un unico documento sulla "riduzione" che verrà letto, consegnato al comune, alla Municipalità, alle scuole e diffuso sul territorio. Domenica 18 pulizia al lotto U. di Scampia. Tra le tante iniziative di Sabato 17 settembre ricordiamo Piazzale Tecchio a cura dei Friarielli Ribelli in una Piazza simbolo e crocevia di Fuorigrotta, con 2 metropolitane e la cumana, porta d'ingresso alla Mostra d'Oltremare, allo Stadio San Paolo, alla Facoltà di Ingegneria versa da anni in uno stato di totale abbandono al degrado. L'appuntamento all'uscita della Metropolitana di Campi Flegrei. Le regole sono sempre le stesse venite armati fino al collo di: Piantine resistenti (lavanda, rosmarino, salvia, piante grasse..) per ridare decoro alle fioriere e in prossimità dei negozi e bar. Alberelli, per sostituire le decine di palme morte.Attrezzi da giardinaggio: ciò che più serve sono decespugliatori e zappe, pale, vanghe e rastrelli. Ad Agnano via Scarfoglio la strada delle Concessionarie di Auto , i dipendenti scenderanno in strada con rastrelli e guanti per ripulire l'intero asse viari. oLa fabbrica del miglioramento effettuerà la pulizia a S. Giovanni a Teduccio nelle seguenti vie: Via Parrocchia; C.so San Giovanni a Teduccio. Domenica 18 settembre pulizia di Piazza Mercato con i CleaNap. Lunedi’ 19 settembre pulizia dei Giardini Principessa Jolanda – Tondo di Capodimonte con letture sul miracolo di san gennaro raccontato dai viaggiatori del grand tour nell’occasione sarà presentato il Coordinamento del Recupero delle scale di Napoli, che si prefigge di valorizzare e promuovere, attraverso il coinvolgimento di cittadini e istituzioni, le scale viarie della città. A Napoli, esistono infatti, 138 scale e 64 gradinate, vale a dire oltre 200 percorsi pedonali naturali che vanno riorganizzati, ripuliti, riammodernati e protetti per consentire una maggiore fruibilità e maggiori collegamenti e la zona alta della città.
Alla campagna possono dare la loro adesione le amministrazioni comunali, associazioni, comitati di quartiere ma anche singoli cittadini. Per partecipare è sufficiente contattare il circolo Legambiente più vicino, telefonare allo 02.97699301, oppure presentarsi direttamente ai banchetti organizzati nelle varie zone coinvolte per ricevere la sacca degli attrezzi e partecipare alle operazioni di pulizia. Tutte le informazioni relative all’iniziativa sono inoltre disponibili sul sito www.puliamoilmondo.it.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©