Cyber, scienza e gossip / Religione

Commenta Stampa

Napoli, cerimonia ordine di Santa Brigida


Napoli, cerimonia ordine di Santa Brigida
31/07/2012, 09:52

NAPOLI - La delegazione napoletana dell’Ordine Militare del SS. Salvatore e S. Brigida di Svezia, alla presenza del Gran Maestro, si è riunita, in occasione della festa liturgica di S. Brigida, per celebrare la sua Celeste Patrona e Fondatrice nell’antica chiesa barocca a Lei dedicata nel centro di Napoli.

Il Parroco e Cappellano Capo dell’Ordine, P. Tommaso Galasso, e il confratello P. Leonardo Liloia, dell’Ordine della Madre di Dio (O.M.D.), alle cui cure è affidata la chiesa, hanno accolto, nella splendida sagrestia affrescata da Luca Giordano, il Gran Maestro, Conte Federico Abbate de Castello, accompagnato dalla gentile consorte, dal Luogotenente per l’Italia, Cavaliere di Gran Croce Giovanni Angelo Marciano e dal Preside della Sezione Campania, Grand’Ufficiale Pierluigi Scarpa.

La solenne liturgia è stata presieduta da S. Ecc. Rev.ma Mons. Armando Dini, Arcivescovo Emerito di Campobasso–Bojano, che durante l’omelia ha tratteggiato con cura ed efficacia la figura di S. Brigida, quale donna che ha vissuto pienamente il suo tempo e il suo impegno cristiano nella molteplicità dei servizi ai quali è stata chiamata, prima come moglie, madre e precettrice, poi quale pellegrina e voce critica nella Chiesa e nella realtà storica del suo tempo.

Successivamente, ha evidenziato come,la Santa Patronad’Europa, abbia saputo accogliere e mettere a frutto i molti doni ricevuti dallo Spirito Santo, doni spesso rifiutati e causa di quella profonda crisi non solo religiosa, ma anche etica, culturale ed economica, che così profondamente ci sta segnando. Interessante è stato poi il parallelismo che, l’illustre presule, ha delineato con S. Francesco ela Beata M.Teresa di Calcutta. “Negli occhi dei Santi risplende la luce di Dio”. Tra i concelebranti, oltre al Parroco e ad un nutrito gruppo di Chierici dell’O.M.D. provenienti dall’India e dalla Comunità di S. Maria in Portico, Mons. Grand’Ufficiale Sebastiano Bonavolontà, Gr. Priore aggiunto, e il confratello P. Raffaele Tosto, per l’occasione alla guida di un gruppo di Pellegrini provenienti da S. Ferdinando di Puglia.

Numerosa e sentita la partecipazione della comunità parrocchiale, che ha  organizzato un momento conviviale al termine della cerimonia, anche per festeggiare l’ottantesimo compleanno del Vescovo Dini, al quale il Gran Maestro ha formulato a nome dell’intero Ordine i più fervidi auguri.

Dopo il recente incontro avuto con il Patriarca Latino di Gerusalemme pressola Luogotenenzad’Italia dell’Ordine Militare di Santa Brigida, continua imperterrita l’attività religiosa, umanitaria ed assistenziale di questa antica istituzione internazionale cavalleresca, nata nel 1366, approvata da Papa Urbano V nel 1367, ricostituita nel 1859 dal Conte Vincenzo Abbate de Castello Orleans, e che ha visto a Napoli anche la partecipazione di tanti altri confratelli, tra cui: l’aiutante di campo, Comm. Vincenzo Esposito conla Prof.ssa DeFalco, il Portavoce del Magistero, Comm. Gerardo Palese, il segretario del Consiglio,  Cav. Uff. Biagio. Abbate, i Commendatori Spiezia, Bruscino e Cotini,la Dama SilvanaMalinconico, i Cavalieri Sallustio e Seccia.

“Aiutare in modo fattivo e concreto il prossimo e soprattutto le fasce più deboli, i bisognosi e i meno fortunati, è tra i principali compiti dell’Ordine che ho l’onere e l’onore di guidare; pertanto un’altra iniziativa in cantiere è la raccolta fondi da devolvere alle famiglie colpite dal terremoto in Emilia, dove una nostra delegazione si recherà alla fine di Settembre”, ha affermato il Conte Federico Abbate de Castello.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©