Cyber, scienza e gossip / Ambiente

Commenta Stampa

Napoli: medicinali scaduti abbandonati per strada


Napoli: medicinali scaduti abbandonati per strada
24/01/2010, 17:01

NAPOLI - “ Ottima l’iniziativa degli interventi notturni per il lavaggio e la pulizia delle strade, partita in questi giorni dal Vomero, ma vorremmo che si procedesse anche alla raccolta dei rifiuti e alla pulizia delle strade durante il giorno, specialmente per quanto riguarda i rifiuti speciali, quali sono considerati i medicinali – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. Peraltro la raccolta differenziata a Napoli sembra non decollare, con le campane per la raccolta della carta, del vetro e della plastica sovente piene, senza che si provveda per tempo a svuotarle. E se questo è problematico per i cosiddetti RSU, rifiuti solidi urbani, diventa preoccupante per i RUP, i rifiuti urbani pericolosi, tra i quali vengono appunto elencati i medicinali scaduti “.
“ Per tali prodotti – prosegue Capodanno - l’ASIA, l’Azienda Servizi Igiene Ambientale che opera a Napoli, nel suo ecovademecum, per pubblicizzare i modi con i quali attuare la raccolta differenziata, prevede che i farmaci, privi di confezione, vadano portati direttamente nei contenitori posizionati presso le farmacie “.
“ In verità non sempre sono disponibili nei pressi delle farmacie adeguati contenitori – puntualizza Capodanno -. La conseguenza più grave e che i medicinali scaduti, che potrebbero essere nocivi per la salute umana, vengono sovente lasciati incustoditi al di fuori dei pochi contenitori presenti, abbandonati per strada, anche perchè non si provvede per tempo al loro prelievo, restando per lungo tempo alla portata di tutti, adulti e bambini, così come accade in questi giorni nella centralissima via Tino di Camaino ( foto allegata ) “.
“ Tutto ciò certamente contribuisce a creare sconcerto, dal momento che stiamo parlando di rifiuti pericolosi e, potenzialmente, nocivi per la salute umana – conclude Capodanno -. Sarebbe pertanto auspicabile non solo il potenziamento del sistema di raccolta dei RUP ma anche interventi frequenti per lo svuotamento degli appositi contenitori “.
Sulla vicenda, che s’inserisce nel quadro più generale del difficile decollo della raccolta differenziata a Napoli, Capodanno chiede che vengano individuate eventuali responsabilità, ponendo contestualmente in atto tutti i provvedimenti atti ad eliminare il disservizio.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©