Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

I primi risultati degli esperimenti sul ‘lato nascosto’

Nasa: abbiamo trovato acqua sulla Luna


Nasa: abbiamo trovato acqua sulla Luna
13/11/2009, 21:11

WASHINGTON – L’acqua è presente anche sul ‘lato nascosto’ della Luna, quello dei crateri. La conferma arriva dalla Nasa, dopo l’analisi della nuvola di detriti provocata dall’impatto con la sonda Lcross, lanciata sul satellite appositamente il mese scorso. Al momento sono in corso ulteriori verifiche, ma la presenza di acqua sembra confermata.
“Stiamo svelando i misteri del vicino di casa a noi più prossimo e, di conseguenza, anche del sistema solare”, ha dichiarato Michael Wargo, capo degli scienziati della Nasa che si occupa della Luna.
Non è la prima volta, c’è da dire, che sulla Luna vengono rinvenute delle tracce di acqua, ma gli scienziati della Nasa speravano, sondando il cosiddetto ‘lato nascosto’ del satellite, ovvero quelli dei crateri, di trovarne in quantità consistenti.
I ricercatori hanno analizzato la luce proveniente dalla nuvola di detriti con uno spettrografo, uno strumento in grado di scoprire, in base agli effetti sulla lunghezza d’onda della luce, quali elementi si celino in qualsiasi materiale.
La scoperta ha mandato “letteralmente in estasi” i ricercatori, ha detto Anthony Colaprete, dell’Ames Research Center della Nasa a Moffet Field, in California. “La concentrazione e la distribuzione dell’acqua e di altre sostanze, - ha aggiunto, - richiederà delle analisi ulteriori, ma è certo che il cratere Cabeus contenga dell’acqua”.
“Nel cratere Cabeus ci sono segni di altre sostanze interessanti, oltre all'acqua. Le regioni della Luna che sono permanentemente all'ombra sono delle autentiche trappole ghiacciate, in grado di preservare i materiali per milioni di anni”, ha concluso Colaprete.

Commenta Stampa
di GF
Riproduzione riservata ©