Cyber, scienza e gossip / Internet

Commenta Stampa

Il quotidiano si prepara a essere l'alter ego de L'Antefatto

Nasce "Il Clandestino", nuova voce del gruppo Mondadori



Nasce 'Il Clandestino', nuova voce del gruppo Mondadori
01/12/2009, 21:12

ROMA - Berlusconi prepara la risposta a Travaglio. Non c'è l'impegno diretto, ma sicuramente la mano del premier dietro il via una nuova sfida editoriale per il gruppo Mondadori. Sulla scia del successo web del sito, ClandestinoWeb, è nato il quotidiano:  “Il Clandestino”. E lo fa per rappresentare "una terza via possibile per contrastare il bipolarismo bastardo che si ritrova anche sui giornali". Alla guida del nuovo giornale, che sembra avere tutti i connotati di un alter ego de “L’AnteFatto”,  ci sarà David Parenzo, già giornalista di Liberazione e del Foglio e famoso per un libro sulla storia della Lega Nord. Al suo fianco, in qualità di vicedirettore il noto Pierluigi Diaco, penna di Libero ed Il Foglio e voce di RTL 102.5, e Ambrogio Crespi direttore editoriale.
La copia cartacea di un successo via web è distribuita nelle edicole italiane dalla compagnia del presidente del Consiglio, ora gestita dalla quarantatreenne figlia Marina. 
''Non vogliamo portare nessun elmetto - dice Parenzo nella conferenza stampa di presentazione a Roma - ma puntare a essere qualcosa che le altre testate non sono, superando gli schieramenti'. Il Clandestino non si farà omologare come molti giornali italiani divisi fra pro e contro Berlusconi. Dissenso aperto verso questa prevedibilità, comune, secondo la direzione, anche a importanti trasmissioni televisive, da Ballarò a Annozero”. Chiaro il guanto di sfida ai quotidiani d’opposizione, così come al “nemico” Travaglio che dalle pagine de L’AnteFatto non manca di pungere premier e compagni. Tanto da esser tagliato fuori dalla squadra di Santoro, salvo poi tornare da ospite fisso. Tanto da spingere il rivale a distribuire sul mercato un nuovo quotidiano d’attacco. L’ennesima freccia all’arco del premier.
 Il Clandestino, però, spiegano gli ideatori, "affronterà con un taglio decisamente originale i grandi temi di attualità e politica, ma dedicherà anche grande spazio a internet (con una rassegna stampa dei bloggers), alla pubblicità, ai dati Auditel. Ci saranno varie rubriche di approfondimento: una, curata dal direttore Parenzo, sulla previsione dei programmi che andranno in onda in tv; un'altra che andrà a scavare nelle news che riguardano la Rai”. Un avvio soft per il nuovo giornale, ma attenti lettori. La metamorfosi può essere dietro l'angolo.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©