Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Da oggi si darà maggiore attenzioni al virus del fegato

Nasce la Giornata mondiale per la lotta contro l'epatite

più di 350 mila i morti nel mondo

Nasce la Giornata mondiale per la lotta contro l'epatite
28/07/2011, 15:07

L’epatite è una malattia molto diffusa, sono circa due miliardi i cittadini al mondo che sono affetti da questa patologia eppure nonostante se ne conosca la gravità non ne viene data la giusta attenzione . Finalmente qualcosa ha mosso le acque e per la prima volta si celebra la giornale mondiale sull’epatite. È stata l’Organizzazione mondiale della sanità ha porre il problema in risalto e ha volere la creazione di una giornata interamente dedicata al virus dell’epatite con l’intento di combatterlo con tutti i mezzi a disposizione.
L’epatite che si distingue in epatite A,B,C,Delta ed E colpisce in distintamente tutti i sessi ed età ma in particolar modo soggetti già immunodepressi come nel caso dei pazienti affetti da HIV, quest’ultima una delle principali casi di morte nei tossicodipendenti. In questi casi le cure sono dirette al virus dell’HIV ma maggiore attenzione dovrebbe essere riservata al virus dell’epatite B (HBV) e a quella del virus dell’epatite C(HCV).
L’epatite“È una malattia cronica che colpisce tutto il mondo ma, sfortunatamente, c’è pochissima consapevolezza di questo problema, anche tra i politici”, ha dichiarato l’esperto dell’Oms Steven Wiersma.
Sono 350mila le persone che muoiono ogni anno di questa malattia a trasmissione ematica e che colpisce il fegato. Il suo decorso della patologia non è sempre lo stesso e può divenire acuta o nei casi più gravi cronica. È ora che si prendano maggiori provvedimenti e la giornata mondiale è un ottimo inizio.

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©