Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

Si chiama Rosita ed è Argentina

Nasce la prima mucca clone che produce latte umano

Scattano le polemiche e le preoccupazioni

Nasce la prima mucca clone che produce latte umano
10/06/2011, 17:06

La prima mucca al mondo in grado di produrre latte simile a quello umano si chiama Rosita ed è nata in Argentina. Si tratta di una mucca clonata che, come spiega il National Istitute of Agrobusiness Technology, sarebbe dotata di un latte potenziato con delle sostanze che naturalmente non si trovano in quello delle mucche ma solo in quello materno umano.
Questa mucca, una volta adulta produrrà latte simile a quello umano. Per raggiungere questo risultato, gli scienziati argentini hanno inserito nel Dna della mucca alcuni geni responsabili della sintesi della lattoferrina e del lisozima. La prima una proteina che rinforza il sistema immunitario la seconda è in particolare una sostanza antibatterica. L’obiettivo, ha spiegato il coordinatore degli scienziati argentini Adrian Mutto , era quello di “aumentare il valore nutrizionale del latte di mucca con l'aggiunta di questi due geni umani che forniscono ai neonati protezioni antibatteriche e antivirali".
Tale esperimento ha suscitato ovvie incertezze e polemiche, in particolare da parte della biologa Michela Kuan, responsabile Lav vivisezione. “Ci sono ragioni per opporsi a un simile orrore” ha dichiarato Kuan che ha già chiesto alla Ue di vietare questo tipo di esperimento che oltre a non apportare nessun miglioramento alla situazione di denutrizione che colpisce i paesi più poveri del mondo, apre le porte ad un altro problema, quello della produzione di nuovi virus ed effetti indesiderati.

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©