Cyber, scienza e gossip / Internet

Commenta Stampa

Navigare in rete sicuri grazie a 1and1


Navigare in rete sicuri grazie a 1and1
15/06/2017, 15:28

Nel 2016, più di 42 milioni di italiani hanno avuto accesso alla rete. L'88,7% della popolazione tra gli 11 e i 74 anni ha infatti dichiarato di accedere a Internet da qualsiasi luogo e strumento. Il cellulare risulta essere il mezzo preferito per navigare e accedere ai diversi social network. Ma nel mondo della rete è facile cadere in qualche trappola e finire vittima di qualche malware. La sicurezza infatti resta ancora una chimera e i dati personali vengono venduti e utilizzate per fini commerciali. A rischio non sono solo aziende ma anche privati cittadini.

E' quello che è successo a Maggio quando si sono moltiplicate sulla Rete le segnalazioni di una colossale ondata di attacchi hacker  a mezzo ransomware.

Cosa è un ransomware? Un tipo di malware che limita l'accesso del dispositivo che infetta, richiedendo un riscatto (ransom in Inglese) da pagare per rimuovere la limitazione.

Undici i Paesi colpiti da questo attacco. Tra gli obiettivi più grandi ci sono stati Teléfonica, l'operatore di rete spagnolo, alcuni ospedali del Regno Unito e alcune università italiane.

Per difendersi e utilizzare la rete con coscienza basta seguire le indicazione della Digital Guide di 1&1, che fornisce utili consigli per il successo online.

Tra gli articoli che possono essere utili ci sono guide che spiegano come capire se si è vittima di un attacco hacker alla email, come aprire un blog e come creare una app nativa.

Per garantire la sicurezza di un utente in rete, sempre più minacciato, ci sono moltissimi mezzi a disposizione. Dai corsi specifici per la sicurezza su Internet fino all’utilizzo di tool e programmi con i quali gli utenti si possono proteggere dagli attacchi nel cyber spazio.

Il sito offre una serie di consigli utili su come proteggersi in rete. Bastano semplici gesti come l’acquisto di alcuni gadget apparentemente innocui: basta una fodera portacarte in alluminio infatti per impedire il furto dei dati offline rendendo più difficile l’estorsione dei dati della carta di credito o di altri dati bancari sensibili da parte dei criminali.

Un altro metodo molto semplice è quello di rendere le password più sicure. Per una protezione completa sono però indispensabili i firewall che possono essere presenti sul computer e/o sul router. Grazie al firewall si impedisce l’accesso non autorizzato sul proprio computer o sulla propria rete.

Un fenomeno da non sottovalutare dato che secondo un rilevamento di Trend Micro, nel 2016, l’Italia è risultato il Paese europeo più colpito da ransomware.

Navigare in rete sì, ma con sicurezza e informandosi sui siti giusti!

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©

Correlati