Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Lo studio è stato condotto dal 1982 ad oggi

Niente paura, i cellulari non causano tumori al cervello

I cellulari emettono onde radio che non mutano il DNA

Niente paura, i cellulari non causano tumori al cervello
21/10/2011, 18:10

Indispensabili, insostituibili ormai vitali nella quotidianità moderna i cellulari sono diventati giorno dopo giorno uno strumento di cui non se ne può fare proprio a meno. Eppure qualche paura era iniziata a sorgere circa la possibilità che l’uso continuo dei telefoni cellulari potesse interferire con il nostro organismo a tal punto da creare dei tumori. Nonostante sia ancora difficile parlare di una scoperta definitiva una buona notizia ci arriva dagli uno dei più grande studio finora mai condotto sull’argomento e pubblicato in queste ore sul British Medical Journal. Lo studio non ha identificato nessun tipo di correlazione tra l’uso dei cellulari e lo sviluppo di tumori al cervello. Stiamo parlando di un sondaggio di grosso impatto dato che ad essere stati monitorati sono stati tutti gli abbonati a un servizio di telefonia mobile in Danimarca tra il 1982 e il 1995.
I ricercatori dell’Istituto di epidemiologia oncologica di Copenaghen che hanno coordinato il lavoro hanno spiegato ” Abbiamo preso in considerazione tutti coloro (più di 400 mila persone) che hanno stipulato un contratto di telefonia mobile tra il 1982 e il 1995 in Danimarca e siamo riusciti a seguirne quasi 360 mila per ben 18 anni. Nel 1996 e poi di nuovo nel 2002 abbiamo confrontato la frequenza di tumori in questo gruppo di persone rispetto a quella che si è verificata nella popolazione generale, ma né allora né a un ulteriore controllo ripetuto nel 2007 abbiamo trovato nessuna differenza significativa tra chi da molti anni usava il cellulare e chi invece no”.
A dare maggiore credibilità alla ricerca anche la costatazione che tutte le precedenti notizie che buttavano sospetti sulla possibilità di un danno causato dalle onde dei cellulari erano stati condotti su animali e mai sugli uomini e poi pubblicati su riviste di minor spessore. Un altro dato sottolineato dai ricercatori è stato “che i telefonini non emettono radiazioni ionizzanti come quelle usate per le radiografie, capaci di provocare mutazioni del DNA, ma solo onde radio con frequenze vicine a quella utilizzata dai forni a microonde e non è mai stato dimostrato che questo tipo di onde induca nelle cellule e nei tessuti trasformazioni pericolose”. La scienza oggi ha sollevato gli animi di molte persone ma non bisogna dimenticare che la stessa scienza è in continua evoluzione e potrebbe portare a nuove scoperte nei prossimi anni. Un uso consapevole e responsabile dei cellulari sarebbe sempre da preferire.

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©