Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

Nucleare, a convegno scienziati da tutto il mondo


Nucleare, a convegno scienziati da tutto il mondo
25/05/2011, 12:05

Conferenza Stampa – Venerdì 10 Giugno – Ore 11 –  Stampa Estera – Via dell’Umiltà 83/C – Roma

Ben 1500 scienziati da tutto il mondo, in Italia, per confrontarsi su temi come la sicurezza del territorio, l’acqua o l’energia

Seno: “Dovremmo guardare con attenzione non solo alla sicurezza delle tecnologie, non solo all’aspetto ingegneristico di una centrale per la produzione di energia elettrica, ma anche alla sicurezza del territorio che ospita il sito”

Russi, iraniani, cinesi egiziani, statunitensi, europei saranno ben 1.500 gli scienziati che si confronteranno sulle risorse energetiche rinnovabili e non, sulla sicurezza del territorio e sul dissesto idrogeologico, sugli oceani, sulla sismicità e sull’utilizzo sostenibile delle risorse naturali, nel corso di Geoitalia 2011, evento per i 150 anni dell’Unità d’Italia, in programma al Lingotto di Torino dal 19 al 23 Settembre. Una grande convention organizzata dalla Federazione Italiana di Scienze della Terra , con 80 sessioni e 15 sale per altrettante conferenze che si svolgeranno ogni giorno in simultanea. Un evento che vedrà anche la presenza del Presidente della Federazione Mondiale di Scienze della Terra , il brasiliano Alberto Riccardi.

Conferenza Stampa, Venerdì 10 Giugno ore 11 a Roma , Sala Conferenze della Stampa Estera, in via dell’Umiltà . Interverranno : il Presidente della Federazione Italiana di Scienze della Terra , Silvio Seno dell’Università di Pavia, Rodolfo Coccioni, Vicepresidente della Federazione, Università di Urbino, Teodoro Georgiadis, Associazione Geofisica Italiana, CNR Bologna, Gianluca Valensise, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Roma.

GEOITALIA, Federazione Italiana di Scienze della Terra, Onlus: “Dovremmo guardare con attenzione non solo alla sicurezza delle tecnologie – ha affermato Silvio Seno, Presidente della Federazione Italiana di Scienze della Terra - non solo all’aspetto ingegneristico di una centrale per la produzione di energia elettrica ma dovremmo guardare alla sicurezza del territorio che ospita il sito perché gli avvenimenti ci insegnano che anche un impianto estremamente sicuro e tecnologicamente avanzato è vulnerabile se messo in un posto sbagliato dal punto di vista della pericolosità del territorio. Questo lo dimostra l’evento giapponese. Noi specialisti dovremmo puntare a sensibilizzare l’opinione pubblica e soprattutto gli organi di decisione politica a tenere in considerazione anche questo aspetto legato alla sicurezza del territorio”. Risorse, Energia, Sicurezza e poi Geoitalia 2011 proporrà una straordinaria sessione sul tema: “Le Scienze della Terra tra passato e futuro nei 150 anni dell’Unità d’Italia”.

“Si discuterà di pericolosità, di sicurezza delle infrastrutture e delle centrali per l’approvvigionamento energetico, incluse quelle nucleari, ma anche di approvvigionamento energetico in generale e di geotermia in particolare, fonte rinnovabile per eccellenza – ha concluso Silvio Seno, Presidente della Federazione Italiana di Scienze della Terra. C’è bisogno di garantire anche altre forme di energia e di valutare bene l’interazione con il territorio. Renderemo noti risultati di importanti ricerche condotte su scala internazionale”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©