Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Nuova Clio dCi 85cv Renault eco2: 98g di CO2/km


Nuova Clio dCi 85cv Renault eco2: 98g di CO2/km
15/01/2010, 09:01

COSTANTE RIDUZIONE DELLE EMISSIONI DI CO2 DELLA GAMMA RENAULT

Parallelamente allo sviluppo di una propria gamma di veicoli elettrici, Renault conferma il suo impegno nella riduzione delle emissioni di CO2 sulla gamma termica, con l’obiettivo di conquistare la leadership europea delle emissioni di CO2 entro il 2015.
Nell’ambito della politica di sostenibilità Renault eco2, Renault considera essenziale proporre al maggior numero di clienti le migliori tecnologie ad un prezzo accessibile. L’approfondito lavoro realizzato negli anni ha permesso a Renault di imporsi, oggi, tra i costruttori più efficaci in Europa in tale ambito.
Nuova Clio dCi 85 98g Renault eco2 rappresenta una prima realizzazione delle novità annunciate in occasione dell’ultimo Salone dell’auto di Francoforte; il modello integra numerose evoluzioni che riguardano non soltanto il propulsore in quanto tale, ma anche l’auto nel suo insieme.

INTEGRAZIONE DELLE PIÙ RECENTI EVOLUZIONI DEL MOTORE
Gli ingegneri di Renault hanno lavorato, in particolar modo, sulla messa a punto del propulsore dCi 85 per trarne il massimo vantaggio in termini di emissioni di CO2, senza scendere a compromessi in termini di performance:
• allungamento di tutti rapporti al cambio: la coppia e la disponibilità del dCi 85 hanno permesso d’integrare le modifiche preservando un’eccellente vivacità;
• riduzione degli attriti della trasmissione, grazie all’adozione di lubrificanti a bassa viscosità;
• specifica mappatura del motore, centrata sulla riduzione dei consumi e delle emissioni di CO2.

RIDUZIONE DELLA RESISTENZA ALL’AVANZAMENTO DELL’AUTO
Miglioramento dell'aerodinamica:
• lamina flessibile allungata di 15 mm sotto il paraurti anteriore
• deflettori aerodinamici sui passaruota anteriori
• carenatura specifica del retrotreno.

Questo miglioramento delle performance aerodinamiche è stato ottenuto senza compromessi sull’estetica dell’auto, in particolare senza ricorrere ad accessori aerodinamici vistosi, di tipo spoiler o copricerchi pieni.
Riduzione della resistenza al rotolamento:
• Pneumatici a basso consumo Michelin 185x60 R15

L’insieme di tali modifiche assicura un guadagno del 5% in termini di SCx (0,725 rispetto a 0,690), a vantaggio delle emissioni di CO2 dell’auto. I 17 g/km di CO2 sono stati guadagnati senza compromettere piacere di guida, comfort e insonorizzazione.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©