Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Sale a 5 il numero dei contagiati accertati

Nuova Influenza, cresce la psicosi nelle Marche


Nuova Influenza, cresce la psicosi nelle Marche
30/06/2009, 19:06

Ancona, 30 giugno. Ancora paura nelle Marche. Sale a cinque il numero dei contagi “accertati” di influenza suina. L’iter è lo stesso: viaggio all’estero, principalmente negli USA, rientro in Italia ed apparenti condizioni di buona salute, poi il repentino palesarsi dei sintomi influenzali delle vie respiratorie. Ancora due persone, in buone condizioni di salute, sono state confermate infette dal Laboratorio di virologia dell’Ospedale di Ancona. Si tratta di una studentessa di Ascoli Piceno di ritorno da un viaggio negli USA e di una minorenne rientrata dall’Australia. La condizione delle due nuove “untrici”, così ormai definite dalla massa di persone impaurite dal dilagare della temibile “suina”, è stata illustrata nel corso della riunione del Comitato Pandemico regionale, riunitosi presso la sala operativa della Protezione Civile. Quest’ultima  ha imposto ulteriori controlli sanitari “a tappeto” in tutte le Marche. I famigliari e le persone che sono state a contatto con gli infetti sono state sottoposte alle procedure di routine necessarie al contenimento del virus, previste dai piani pandemici locali, stilate dal Comitato suddetto. Il clima di psicosi è salito alle stelle in tutto il territorio marchigiano. Nonostante l’evidenza, i sanitari e le autorità persistono nell’assicurare che “il quadro generale dell’avanzamento del virus in Italia è sotto controllo e non è il caso di dare adito ad ansie e timori inutili”. Il temuto virus aveva contagiato, nei giorni scorsi, un uomo di 44 anni, nella  zona di Civitanova Marche. Anche una giovane coppia, residente a San Benedetto del Tronto, ritornata il 3 giugno dagli Stati Uniti, a Roma, aveva manifestato una sintomatologia caratterizzata da raffreddore e febbre. I soggetti, affetti da tale stato simil-influenzale, sono stati sottoposti ai test epidemiologici, risultando positivi al virus A/H1N1. Le persone contagiate sono rimaste in stato di isolamento presso i parenti a Roma. Ora in seguito alla scoperta dei nuovi due casi di influenza suina, è partita dalla zona territoriale di Pesaro un’informativa all’Ufficio Sanità Marittima, Aerea e di Frontiera (USMAF) di Fiumicino perché attivino controlli serrati su tutti i passeggeri della rotta Melbourne-Singapore-Roma sulla quale ha viaggiato la minorenne pesarese. Al momento, in tutto il mondo, sono segnalati 50 mila casi di “suina”, tra i quali 102 sono stati diagnosticati in Italia. Tuttavia, Almerino Mezzolani, assessore alla Salute della Regione Marche, aveva dichiarato la settimana scorsa: “Non temiamo il peggio; infatti,  la Sanità pubblica delle Marche sa essere pragmatica e tempestiva. Ci siamo preparati preventivamente ad un possibile attacco del virus”. Dunque la situazione sembra essere sotto continuo monitoraggio, anche se i marchigiani non nascondono la loro preoccupazione.

Commenta Stampa
di Valeria Russo
Riproduzione riservata ©