Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Le molecole derivate favoriscono quelle cancerose

Nuova scoperta: il colesterolo favorisce i tumori


Nuova scoperta: il colesterolo favorisce i tumori
28/12/2009, 21:12

Stando ad un'approfondita ricerca condotta dal prof Vincenzo Russo e che ha coinvolto il San Raffaele di Milano, l'Università di Milano e la Molmed S.p.a. del Karolinska Institutet di Stoccolma, il colesterolo risulterebbe essere uno dei migliori alleati dei tumori.
Il lavoro, pubblicato sulla rivista "Nature Medicine", ha dimostrato quanto siano dannose le cellule derivate dal colesterolo per l'organismo. Il corpo, spiegano infatti i ricercatori, è solitamente molto abile nell'individuazione e conseguente distruzione delle cellule malate e quindi potenzialmente cancerose. Le forme tumorali, però, posseggono diversi meccanismi definibili "elusivi" ed in grado cioè di inibire gli anticorpi responsabili del controllo favorendo la diffusione degli organismi maligni. 
In particolare sono le molecole di ligandi di LXR le maggiori responsabili del blocco delle cellule immunitarie anti-cancro.
Le molecole di Ligandi di LXR sono appunto delle derivate del colesterolo. L'esperimento rivoluzionario che ha seguito la scoperta delle cause di un certo tipo di tumore, è stato portato avanti su alcuni topi da laboratori affetti proprio da formazioni cangerogene interne. Con la somministrazione di cellule "buone" già utilizzate in altre terapie per la diminuzione del colesterolo plasmatico, si è riuscitti non solo a fermare il cancro ma addirittura a farlo regredire; essendo prima di tutto riusciti a riattivare le molecole precedentemente bloccate dai Ligandi di LXR.
Come spiega il Russo, dunque, la strada della stimolazione immunitaria potrebbe essere la più rapida ed indolore per seguire delle efficaci terapie antitumorali. I tempi? Si parla di cure pronte già in pochi anni ed in grado di sconfiggere anche i cosiddetti "big killers"; ovvero i 4 tumori peggiori che causano annualmente milioni di vittime in tutto il mondo.
La speranza per la sconfitta del cancro c'è e, ancora una volta, parla italiano.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©

Correlati

30/12/2009, 10:12

Berlusconi di nuovo nonno