Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

NUOVA VOLKSWAGEN GOLF VI


NUOVA VOLKSWAGEN GOLF VI
13/01/2009, 19:01

La nuova Volkswagen Golf VI risponde al periodo di crisi e propone prezzi concorrenziali per presentarsi sul mercato con ancora maggiore grinta. Si parte dai 16.775 euro della 1.6 102 cv Trendline e, nel caso della 1.4 TSI 122 CV Comfortline, si spendono 500 euro in meno rispetto alla Golf 5 con 19.450 euro. In altri casi si registrano aumenti di prezzo che restano però
assolutamente contenuti
, considerando il valore decisamente superiore della nuova Golf. Per esempio, la Golf 2.0 TDI 110 CV Comfortline con il nuovo motore common rail costa 21.425 €, soltanto 225 € in più rispetto alla 1.9 TDI 105 CV Comfortline equipaggiata con il turbodiesel pompa iniettore con 5 CV in meno. A livello di sicurezza, dall'allestimento base in su sono compresi doppio airbag frontale, airbag laterali anteriori, airbag per la testa anteriori e posteriori e airbag per le ginocchia del guidatore, in totale ben 7. Non è da meno la disponibilità di sistemi elettronici per la sicurezza attiva con ESP dotato di assistente alla controsterzata, ABS, ASR e differenziale a bloccaggio elettronico EDL.

Forte di un bagaglio tecnologico di tutto rispetto, la nuova Golf VI introduce importanti novità per la sicurezza come i sistemi ACC per la regolazione automatica della distanza di sicurezza, DCC per la regolazione adattiva dell'assetto e l'utile ParkAssist. Il design non stupisce, rispettando in pieno quanto anticipato dalla recente coupè Volkswagen Scirocco e dal prototipo Volkswagen Golf GTI W12 Concept, visto lo scorso anno in vari saloni internazionali.

Dopo una partenza difficile, le vendite della quinta generazione sono andate piuttosto bene, grazie all’esemplare affidabilità raggiunta dagli ultimi esemplari e al forte appeal della casa del brand Volkswagen. Ciò non toglie che il ciclo vitale della Golf V sia ormai concluso. Il nuovo modello nasce con una grande responsabilità sulle spalle: consacrare ancora una volta la media di casa Volkswagen sul trono di auto più venduta d'Europa, in un contesto reso sempre più insidioso da rivali agguerrite e crisi petrolifera.

Veniamo ora agli scatti: la nuova Golf appare decisamente classica e rassicurante, senza particolari slanci fantasiosi. Linee più aggressive ed estrose sono state volutamente messe in campo altrove, ovvero con la recente coupè Volkswagen scirocco. Il frontale è massiccio, armonioso e proporzionato: quello che ci si aspetta da una vettura tedesca destinata a fare grandi numeri. Come sulla cugina scirocco, i fari sono collegati dalla mascherina recante il logo della casa. Più in basso troviamo un'ampia presa d'aria che ospita ai margini i fari fendinebbia.

La fiancata è alleggerita da una nervatura posta poco sopra le minigonne, mentre il posteriore è dominato dalle grandi luci rettangolari molto simili a quelle di Scirocco e Touareg. nel complesso il risultato è gradevole, tanto nella versione tre porte quanto in quella, destinata a raccogliere la maggiorparte delle preferenze, a cinque porte.

Gli interni, a giudicare dall'unica foto divulgata, sono un trionfo di tetonica ergonomicità ed eleganza. La console ospita i comandi della climatizzazione e del sistema di navigazione. I tasti, presenti in numero non eccessivo, sono esattamente dove dovrebbero essere: a portata di mano, azionabili senza perdere d'occhio la strada. La leva del cambio appare comoda e ben raggiungibile grazie alla collocazione rialzata. Il volante, ben dimensionato e dal design gradevole, ospita i comandi di autoradio, telefono Bluetooth e cruise control.

I propulsori benzina disponibili al lancio commerciale saranno quattro, con potenze di 80, 102, 122 e 160 CV. A partire da 122 CV di potenza trovano impiego motori TSI sovralimentati mediante compressore volumetrico e/o turbocompressore. La versione di base eroga 80 CV di potenza e consuma solo 6,4 litri per 100 chilometri (emissione CO2: 149 g/km), ovvero 0,5 litri in meno rispetto alla versione precedente. La nuova Golf motorizzata con il 1.4 TSI 122 CV consuma solo 6,0 litri per 100 chilometri (emissione CO2: 144 g/km), facendo segnare una riduzione di 0,3 litri nel ciclo combinato. E anche la nuova versione di vertice 1.4 TSI 160 CV raggiunge un prestigioso consumo combinato di 6,3 l/100 km, facendo registrare una riduzione di ben 1,6 litri rispetto al FSI 150 CV che ha rimpiazzato.

Al momento del lancio la nuova Golf verrà proposta con due Turbodiesel di 2.0 litri, un TDI 110 CV e un TDI 140 CV. Tutti i TDI montano di serie il filtro antiparticolato. I nuovi motori Turbodiesel sono insolitamente parchi nei consumi. Il motore di base TDI 90 CV si accontenta di 4,5 litri per 100 chilometri (emissione CO2: 119 g/km), il che corrisponde a un consumo ridotto di ben 0,6 litri.

La nuova Golf debutterà in Italia ad ottobre, tutte le versioni saranno omologate Euro 5. Manterrà ancora la corona di regina del segmento C? A voi la parola!

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.