Cyber, scienza e gossip / Internet

Commenta Stampa

False offerte d'impiego presso la British Airways

Offrono lavoro da 8000 sterline al mese ma è una truffa


Offrono lavoro da 8000 sterline al mese ma è una truffa
09/06/2010, 18:06

Periodo di forte crisi, disoccupazione alle stelle, numerosi giovani neolaureati senza impiego, con impiego precario o con impiego da 1000 euro al mese e poi, ad un tratto, il "miracolo" apparente: un'offerta di lavoro lanciata direttamente dalla British Airways che garantisce un guadagno mensile di 8.630 sterline al mese, un rimborso spese pari a 2.500 sterline e, ciliegina sulla torta, un pc portatile ed un telefono cellulare aziendale.
Nella mente di un ragazzo abruzzese che aveva scovato l'incredibile occasione sul web attraverso una società d'intermediazione, inizia a figuarsi l'immagine del mitico yuppie piacevolmente schiavo del jet leg e dei vestiti firmati. Peccato che, proprio ad un passo dalla fantomatica assunzione, gli sia stato richiesto un versamento di 770 euro che sarebbe dovuto servire a coprire le spese collegate al rilascio del permesso di soggiorno in Inghilterra.
La cifra andava versata tramite Wester Union direttamente al responsabile risorse umane della famosa compagnia aerea che, per provare la sua reale esistenza, avrebbe inviata sempre tramite mail o fax una scansione del suo passaporto. A quel punto il sospetto prende il posto dell'entusiasmo emotivo ed il giovane torna nel mondo della triste realtà chiedendosi:"Possibile che mi diano più di 8000 euro al mese e che allo stesso tempo pretendano da me un anticipo di 700 miseri euro per il permesso di soggiorno?". Avvertita la polizia postale, si è scoperto nel giro di breve tempo che tutta l'offerta non era altro che una delle numerose truffe on-line che sono oramai all'ordine del giorno.
Lo schema è sempre lo stesso: siti apparentemente autorevoli fanno finta di agire per conto di importanti multinazionali promettendo posti di lavoro e chiedendo in cambi un "piccolo anticipo" per spese burocratiche. Ricevuto il versamente, però, ogni contatto sparisce insieme al vecchio sito. Naturalmente, inutile precisarlo, dalla British Airways non sapeva nulla di una simile offerta né dei roboanti compensi promessi.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©