Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

OPEL INSIGNIA: ARTE SCULTORIA E PRECISIONE TEDESCA


OPEL INSIGNIA: ARTE SCULTORIA E PRECISIONE TEDESCA
20/10/2008, 17:10

Con il lancio della nuova Insignia, Opel ridefinisce il segmento D. La linea di Insignia non solo ricorda quella di una coupé e mette un forte accento sul design, ma soprattutto porta un atteso tocco di eleganza in un segmento di mercato che si rivolge sempre più ad un pubblico interessato a buoni progetti, in grado di garantire efficienza energetica e piacere di guida.

 
Al momento attuale il segmento medio rappresenta il 10% circa dell’intero mercato europeo, ma, secondo gli analisti, è destinato a crescere ulteriormente poichè si pensa che molte persone lasceranno i grandi SUV per passare a berline e station wagon. Sul mercato italiano la berlina 4 porte sarà affiancata da un’elegante station wagon sportiva chiamata Sports Tourer che arriverà nelle concessionarie a Primavera 2009.
 
«Insignia fissa nuovi standard tecnologici nel suo segmento di mercato: ha un’ottima aerodinamica e presenta una serie di proposte innovative come l’assetto adattabile FlexRide, la trazione integrale intelligente Adaptive 4x4, i fari anteriori adattabili AFL+ ed il dispositivo Opel Eye» spiega Hans Demant, amministratore delegato di Adam Opel GmbH e vice-presidente di GME Engineering. «Progettata, sviluppata e costruita a Rüsselsheim, Opel Insignia mette in grande evidenza il lavoro che stiamo facendo presso la nostra sede in Germania».
 
Nuovo design: Insignia indica il futuro di Opel
 
Il design di Insignia rappresenta per Opel un passo avanti in quanto evidenzia una nuova consapevolezza della marca tedesca attraverso un’immagine originale, dinamica e sofisticata che sottolinea la grande dinamicità della vettura.
 
«Con Insignia abbiamo rivisto il nostro vocabolario stilistico» dice Mark Adams, vice-presidente di GM Europe responsabile per il Design. «Abbiamo infatti abbinato arte scultoria e precisione tedesca».
 
I progettisti hanno fatto ricorso ai temi dell’ala e della lama per esprimere questa filosofia. La principale caratteristica esteriore di Insignia è la sua linea slanciata e gradevole. La forma scolpita della carrozzeria è messa in risalto dall’andamento allungato dei fari anteriori e dei gruppi ottici posteriori e rafforzata al tempo stesso dalla forza stilistica della mascherina. Insignia porta inoltre al debutto un marchio Opel completamente rinnovato che sporge sulla larga bordura che circonda il tradizionale lampo. Insignia fissa anche nuovi standard Opel in fatto di qualità interna percepita che corrispondono a quelli delle migliori vetture della sua categoria.
 
Ottima aerodinamica, tutti i motori omologati Euro 5
 
Opel Insignia è stata dotata di una slanciata carrozzeria con un ottimo coefficiente di penetrazione aerodinamica (Cx 0,27). Più di 250 componenti di Insignia sono realizzate con materiali di recupero. La vettura è progettata in modo che in fase rottamazione l’85% della stessa possa essere riciclato.
 
Al momento della sua introduzione sul mercato italiano, Opel Insignia sarà subito disponibile con 5 motorizzazioni tutte omologate Euro 5: tre motori a benzina da 140, 180 e 220 CV e due 2.000 turbodiesel da 130 e 160 CV. Nei prossimi mesi la gamma delle motorizzazioni si arricchirà con il nuovo 2.0 CDTI Biturbo con combustione a ciclo chiuso da 190 CV.
 
Entro la fine del 2009 sarà inoltre disponibile una versione ecoFLEX che garantirà emissioni di CO2 molto contenute senza compromettere le prestazioni della vettura. Tutti questi motori sono fra quelli che, nelle rispettive fasce di potenza, garantiscono il minore impatto ambientale, consumano meno ed emettono minori quantità di CO2.
 
Tutti i motori benzina e turbodiesel hanno 4 valvole per cilindro e sono abbinati a cambi manuali a 6 marce. Una trasmissione automatica a 6 rapporti è ottenibile con le motorizzazioni più potenti e la trazione integrale Adaptive 4x4 con il motore 2.0 Turbo benzina ed, in seguito, anche con i più potenti turbodiesel.
 
Insignia esprime la flessibilità e l’innovazione della produzione Opel
 
Le molte soluzioni inedite e migliorie presenti su Opel Insignia esprimono l’impegno della Casa tedesca del gruppo General Motors per offrire al pubblico innovazioni tecniche a costi accessibili. Su Insignia troviamo, ad esempio, un assetto mecatronico di nuova generazione che permette di personalizzare le regolazioni delle sospensioni. Oltre a consentire di regolare l’assetto per rendere la guida più sportiva, questo nuovo sistema è in grado di impostare un comportamento su strada più confortevole, sicuro e prevedibile in tutte le condizioni. Il sistema FlexRide permette al guidatore di personalizzare la taratura dell’assetto e delle sospensioni premendo semplicemente un pulsante: oltre alla confortevole regolazione Standard, che assicura un’ottima tenuta di strada in tutte le situazioni, il guidatore può scegliere tra un assetto sportivo e dinamico (modalità Sport) oppure uno morbido e rilassato (modalità Tour).
 
Fino dal momento del lancio, la versione 2.000 Turbo benzina sarà ottenibile anche con la trazione integrale di ultima generazione Adaptive 4x4 che migliora il comportamento e la tenuta di strada della vettura in tutte le situazioni di guida. Oltre a garantire una trazione ottimale, questo dispositivo rende più dinamico il comportamento di Insignia. Adaptive 4x4 unisce le migliori caratteristiche delle trazioni integrali meccaniche ed idrauliche di tipo convenzionale. I dischi frizione idraulici sono controllati elettronicamente per ripartire la coppia motrice (interamente o per niente) tra gli assali anteriore e posteriore. Fino a 2.700 Nm di coppia possono essere trasferiti all’assale posteriore. A richiesta è inoltre disponibile il differenziale posteriore autobloccante a gestione elettronica eLSD.
 
Opel Insignia presenta poi una novità assoluta in fatto di sicurezza che segue anch’essa la filosofia della tecnologia avanzata a costi accessibili. Il sistema Opel Eye utilizza un telecamera posta tra il parabrezza e lo specchietto retrovisore interno ed aiuta il guidatore in due modi differenti. La funzione Riconoscimento dei Cartelli Stradali legge e memorizza i cartelli che indicano limiti di velocità e divieto di transito e li ripropone sulla strumentazione. La Spia del Cambio di Corsia avverte invece il guidatore se esce involontariamente dalla corsia di marcia.
 
Opel propone anche molte migliorie con una nuova generazione del sistema Adaptive Forward Lighting. La versione più evoluta di questo sistema (AFL+) comprende infatti la regolazione automatica del fascio di luce, a seconda dell’andamento della strada e delle condizioni generali di visibilità. Il sistema dispone per la prima volta di 9 differenti funzioni di illuminazione. Mentre i sensori della vettura misurano la velocità della stessa, l’imbardata, l’angolo di sterzata e la presenza di pioggia, il sensore ottico dell’assistente dei fari abbaglianti raccoglie informazioni sull’andamento della strada, sul modo di guidare e sulla visibilità ambientale. In una frazione di secondo il software del sistema decide quale sia la funzione di illuminazione più adatta alle condizioni di guida prevalenti e regola i fari di conseguenza. Le Opel Insignia con fari AFL+ sono dotate anche di luci diurne a LED che contribuiscono a contenere i consumi in quanto assorbono una quantità di elettricità molto minore dei normali fari anabbaglianti.
 
Approccio olistico dalla produzione all’assistenza tecnica
 
Opel Insignia è prodotta nello stabilimento di Rüsselsheim, in Germania, inaugurato nel 2002 e progettato per offrire il massimo dal punto di vista della produzione e della qualità. La nuova vettura di classe media è costruita pertanto in uno dei più moderni impianti del gruppo GM con materiali di alto livello ed avanzatissime tecniche di produzione. E’ stata progettata per mantenere il suo valore nel tempo e per essere facilmente riparabile dopo un’eventuale collisione.
 
«GM Europe investirà 9 miliardi di Euro fino al 2012 nel marchio Opel brand ed in una nuova offensiva di prodotto» ha dichiarato Carl-Peter Forster, presidente di General Motors Europe. «In questo contesto saranno stanziati 900 milioni di Euro per lo stabilimento di Rüsselsheim che ospiterà la produzione di Insignia. Tale investimento è il punto di partenza di una nuova generazione Opel».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.