Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Ora disponibile la BMW ConnectedDrive Online Guide


Ora disponibile la BMW ConnectedDrive Online Guide
30/07/2010, 16:07

Monaco. Con un ventaglio di sistemi di assistenza alla guida e di servizi per la mobilità senza uguali in tutto il mondo, BMW ConnectedDrive assicura il massimo in termini di comfort, di informazioni/intrattenimento e di sicurezza a bordo delle proprie vetture. Grazie al ‘networking’ intelligente di guidatore, veicolo e ambiente circostante, sono sempre disponibili informazioni riguardanti le esigenze contestuali, valorizzando ulteriormente il piacere di guidare. La gamma di servizi offerti da BMW ConnectedDrive viene costantemente ampliata. BMW è stato il primo costruttore automobilistico ad introdurre molti di questi servizi in veicoli di serie e numerosi sono quelli esclusivi per i modelli BMW.

L’intera gamma di sistemi di assistenza alla guida e di servizi preposti alla mobilità viene ora presentata online nella BMW ConnectedDrive Online Guide. Il portale bmw.connecteddrive.info offre un riassunto dei servizi attualmente disponibili, insieme a brevi descrizioni e download. La BMW ConnectedDrive Online Guide comprende descrizioni funzionali per tutti i servizi attualmente disponibili fino all’autunno 2010. Essa fornisce anche informazioni sulla loro disponibilità per i vari modelli BMW e su quando sono stati introdotti per la prima volta i servizi, nonché i paesi coperti e la dotazione opzionale eventualmente richiesta per il loro utilizzo.

Con la BMW ConnectedDrive Online Guide, BMW presenta per la prima volta un panorama completo che documenta la sua leadership tecnologica globale nel settore dei sistemi di assistenza alla guida e dei servizi per la mobilità, come viene confermato sia dall'ampiezza della gamma sia dalla qualità dei vari sistemi. Lo sviluppo sistematico delle tecnologie di rete spazia dal primo dispositivo di avviso di distanza montato in una vettura di prova lanciato nel 1972 all’accesso illimitato ad internet che sarà disponibile in futuro su tutti i modelli BMW.



I momenti salienti nello sviluppo di BMW ConnectedDrive

Il lavoro pionieristico della BMW iniziò nel 1980. Quell’anno vide la luce il primo computer di bordo del mondo con display della temperatura esterna introdotto sulla BMW 745i. Nel 1992 fu di nuovo la BMW Serie 7 ad essere equipaggiata con il primo sistema europeo di controllo sulla distanza di parcheggio. Nel 1994, BMW fu ancora il primo costruttore europeo a lanciare per la gamma BMW Serie 7 un sistema di navigazione integrato e nel 1997 divenne il primo costruttore del mondo a lanciare un sistema di chiamata d’emergenza negli Stati Uniti e, due anni dopo, anche in Europa. In caso di incidente, un collegamento telefonico viene automaticamente stabilito con il Call Center BMW per attivare tutti i servizi di soccorso necessari per un'assistenza rapida ed efficace – un servizio esclusivo in tutto il mondo. Dal 2008, ‘Extended Emergency Call’ con localizzazione automatica assicura l'invio automatico di ulteriori dati ai servizi d’emergenza, compresa la precisa ubicazione del veicolo, il suo colore, nonché dettagli sul numero degli occupanti e degli airbag entrati in funzione e sulla gravità della collisione. ‘Extended Emergency Call’ gioca così un ruolo centrale ed esclusivo nel salvare vite.



BMW ConnectedDrive: innovazioni per il comfort, per l’info-intrattenimento e per la sicurezza

Il principale attributo della funzione di chiamata d’emergenza di BMW ConnectedDrive è dato dal supporto personale offerto al cliente dal Call Center BMW. In modo analogo, il servizio di informazione telefonica BMW ConnectedDrive, disponibile per tutti i modelli, assicura al guidatore informazioni su misura che lo aiutano, ad esempio, quando è in viaggio per una nuova destinazione. Questo servizio resta fino ad oggi l’unico del suo genere in tutto il mondo. Telefonando al Call Center BMW il guidatore può richiedere gratuitamente illimitati numeri telefonici ed indirizzi di hotel, ristoranti, centri sportivi, attività commerciali ed altro, per poi ricevere direttamente a bordo attraverso il Call Center BMW i dettagli su indirizzi e numeri telefonici. Premendo un pulsante, può quindi attivare il sistema di navigazione che lo guiderà all’indirizzo desiderato o comporrà il numero telefonico fornito.

Lanciato per la prima volta nel 2001, il servizio BMW Online, basato su internet, permette accessi rapidi e comodi alle informazioni disponibili nel portale BMW Online che è stato messo a punto appositamente per l’utilizzo in automobile. Nel 2008, BMW è stato il primo costruttore automobilistico del mondo a permettere un utilizzo illimitato a bordo della vettura. Ancora una volta, come avvenne con l’introduzione di BMW Online, BMW ha assunto la leadership nel settore dei servizi di bordo basati su internet.



Evoluzione sistematica: l’attuale gamma di servizi BMW ConnectedDrive

Oggi la gamma dei servizi BMW ConnectedDrive, la più estesa del mondo, copre gli ambiti del confort, dell’info-intrattenimento e della sicurezza. Questa struttura, che si è costantemente evoluta dal 1999, comprende anche un numero crescente di sistemi innovativi di assistenza alla guida, che contribuiscono soprattutto all’ottimizzazione della sicurezza in diverse situazioni stradali. Il portafoglio di servizi BMW ConnectedDrive è disponibile per tutte le serie BMW, a seconda del modello. Ciò significa che le innovazioni d’avanguardia in termini di comfort, di info-intrattenimento e di sicurezza non sono limitate soltanto ai modelli top di gamma della BMW.



Servizi BMW ConnectedDrive per un maggior comfort

Oltre al servizio di informazioni personali, BMW ConnectedDrive offre altri modi per accedere, a bordo, ad informazioni personalizzate. Con l’aiuto della funzione ‘Send-to-Car’ di BMW ConnectedDrive, è possibile trovare indirizzi e numeri telefonici sulle mappe Google sul proprio PC prima di iniziare un viaggio e di inviarli poi direttamente all’auto con pochi clic del mouse. Anche in questo caso, il guidatore potrà successivamente accedere a questi indirizzi e numeri telefonici, per poi, premendo un pulsante, trasmettere quelli prescelti al sistema di navigazione. Anche questo servizio, introdotto nel 2007 e disponibile per tutti i modelli BMW, conferma la leadership globale dell’azienda di Monaco.

Una funzione di bordo esclusiva BMW, ‘Google Local Search’, permette di trovare e di utilizzare informazioni mediante il motore di ricerca online più conosciuto al mondo. Per consentire ciò, viene creato a bordo un collegamento con Google Maps. L’ubicazione e la destinazione dell’auto sono individuate automaticamente e i risultati locali reperiti dal database di Google Maps vengono poi visualizzati insieme ad indirizzo, numero di telefono e distanza. I risultati vengono mostrati anche su una mappa Google. Il guidatore può trasferire i risultati della ricerca al sistema di navigazione o al telefono semplicemente premendo un pulsante.

Immagini della destinazione: ‘Google Street View’ è un servizio che consente al guidatore di avere un’immagine visiva della sua destinazione prima di arrivarvi. Fotografie provenienti da Google Street View vengono utilizzate come punti di riferimento per la guida. Appena viene attivato il sistema di navigazione, appaiono sul display immagini della destinazione a 360 gradi. Il guidatore può anche utilizzare in modo analogo immagini dal sito web ‘Panoramio’ di Google. Questo sito presenta foto della destinazione programmata nel sistema di navigazione che sono già state pubblicate su internet da utenti web e che possono, allo stesso modo, essere richiamate e visualizzate sul monitor di bordo.

Il servizio ‘Tracking’ di BMW ConnectedDrive, disponibile in diversi paesi, allarga le possibilità di tracciabilità e di recupero di veicoli rubati. Ad intervalli regolari, l’auto invia dati GPS che indicano la sua localizzazione ad un Centro di Servizi che appartiene alla rete partner dei Servizi BMW. Per attivare questa funzione, il titolare può denunciare il furto della sua automobile al Centro Servizi o, in alternativa, questa denuncia può essere attivata automaticamente, per esempio se l’allarme del veicolo entra in funzione o se la vettura è in movimento senza che sia stata avviata l’accensione del motore. In questi casi, il Centro Servizi contatta il cliente mediante un numero concordato alla consegna del veicolo, ovviamente diverso da quello della SIM card montata sul veicolo stesso. Se il cliente non è rintracciabile, il Centro Servizi avverte la polizia fornendo i dati GPS che vengono trasmessi costantemente dal veicolo rubato.



Servizi BMW ConnectedDrive per l'info-intrattenimento

Con sempre più funzioni nuove, BMW ConnectedDrive vede crescere la sua leadership anche nell’integrazione a bordo di dispositivi mobili. Sia la gamma di funzioni sia la scelta di telefoni mobili compatibili sono senza uguali nel mercato. Grazie alla stretta collaborazione con i maggiori fornitori di servizi di telecomunicazioni, BMW è in grado di offrire opzioni ampie e aggiornate.

Nell’autunno del 2010, BMW offrirà la tecnologia di interfaccia più avanzata del mondo per l’integrazione in auto dell’iPod e dell’iPhone Apple di ultima generazione. L’iPhone può essere collegato mediante un adattatore che si inserisce a scatto, con un cavo o per via Bluetooth. Grazie ad opzioni esclusive in tutto il mondo, le funzioni di telefono e di lettore musicale del dispositivo possono essere gestite mediante i controlli del sistema iDrive. Numeri telefonici memorizzati o la collezione di brani musicali, per esempio, vengono visualizzati sul monitor di bordo. Basta premere un pulsante per comporre il numero telefonico desiderato o ascoltare un brano musicale.



BMW ConnnectedDrive: il benchmark per l’integrazione in auto dell’iPod
e dell’iPhone Apple

Quando si tratta di integrazione di iPod e iPhone Apple, sono anni che BMW gioca il ruolo di leader del mercato. Nel 2004 è stato il primo costruttore automobilistico del mondo ad integrare l’iPod nel sistema audio delle sue automobili. Non appena fu lanciato l’iPhone Apple nel 2007, BMW era pronta ad offrire un’interfaccia di bordo che permetteva il controllo delle funzioni telefono e lettore musicale per mezzo del sistema iDrive. Con la nuova interfaccia che sarà introdotta il prossimo autunno, BMW sta ancora una volta facendo scuola in questo settore. L’integrazione dell’iPhone 3G, dell’iPhone 3GS, dell’iPhone 4 e dell’iPod touch (seconda e terza generazione), che presentano il nuovo sistema operativo iOS 4, permetterà l’utilizzo di ulteriori funzioni. Queste comprendono la nuova funzione iPod Out che, tra le altre cose, permette l’accesso via iDrive a elenchi personalizzati di brani musicali, nonché Genius, una funzione che compila elenchi musicali di brani già presenti nella collezione personale dell’utente.



Prima mondiale: l’integrazione del BlackBerry nei veicoli BMW

Anche le nuove funzioni Office di BMW ConnectedDrive sono esclusive a livello mondiale. Presentate per la prima volta al Salone di Ginevra 2010 insieme ad uno smartphone BlackBerry, in futuro queste funzioni saranno disponibili per tutti i modelli BMW. Le nuove funzioni Office permettono ora anche la visualizzazione sul monitor di bordo e la lettura ad alta voce, mediante la funzione ‘Text to Speech’, di appuntamenti in calendario, di messaggi scritti (SMS, email), nonché di promemoria vari. Ciò significa che il guidatore può ricevere notizie, email, avvisi e promemoria con la minima distrazione possibile dalla situazione stradale.

La funzione telefonica permette il trasferimento di elenchi di contatti, compresi i file di immagini, verso la vettura da un telefono mobile o per mezzo di interfaccia Bluetooth. Quando arriva una chiamata, appare sul monitor di bordo, oltre al numero telefonico ed il nome del chiamante, anche l’immagine di quest’ultimo.

Le ultime innovazioni comprendono Bluetooth Audio Streaming, che in futuro permetterà l’accesso a collezioni personalizzate di brani musicali non soltanto mediante un adattatore o un cavo, ma anche senza fili. Inoltre, la funzione ‘Cover art’ farà visualizzare sul monitor di bordo la copertina dell’album del brano che viene riprodotto.

Un’ulteriore funzione, disponibile a partire dall’autunno 2010 per tutta la gamma di modelli BMW, è il servizio - in prima mondiale - di internet mediante il Customer Mobile Phone. Il collegamento online viene stabilito utilizzando un telefono mobile compatibile integrato nell’auto mediante Bluetooth. Il controller iDrive viene utilizzato per accedere ai siti web, per scorrere in su e in giù e per attivare i ‘link’. Le pagine web appaiono sul monitor di bordo.



Servizi BMW ConnectedDrive per una maggiore sicurezza e per ridurre
al minimo le distrazioni del guidatore

Se necessario, i sistemi di assistenza alla guida di BMW ConnectedDrive avvisano il guidatore di potenziali pericoli per mezzo di chiari segnali visivi, acustici o tattili, come una vibrazione del volante o una spia lampeggiante nello specchietto esterno o nel cruscotto. Tutti gli altri servizi BMW ConnectedDrive vengono controllati per mezzo del sistema BMW iDrive.

Con il lancio nel 2001 del sistema operativo iDrive, BMW ha introdotto una tecnologia all’avanguardia per il controllo delle funzioni del veicolo. Da allora la separazione strategica di display e centralina è stata adattata in modo simile da alcuni altri costruttori d’auto. La generazione 2008 di iDrive, ampiamente ottimizzata, rimane un punto di riferimento per l’utilizzo semplice, sicuro e comodo delle funzioni di bordo, permettendo un controllo intuitivo e minime distrazioni.

Il sistema operativo iDrive rappresenta quindi un importante fattore di sicurezza anche nell’utilizzo dei servizi BMW ConnectedDrive. La concentrazione del guidatore sulla strada viene ulteriormente facilitata dal Display ‘Head-up’ di BMW ConnectedDrive. Informazioni importanti per il guidatore, sotto forma di simboli chiari, vengono proiettate direttamente sul parabrezza nel campo visivo del guidatore. Il guidatore può, ad esempio, acquisire informazioni sulla velocità, sui segnali di avvertimento e sulla navigazione senza togliere gli occhi dalla strada. L’obiettivo di BMW è di permettere al guidatore e al passaggero anteriore di cogliere il proprio mondo di info-intrattenimento nel modo più intuitivo possibile, evitando così di essere distratto mentre l’auto è in movimento. L’utilizzo ottimizzato di dispositivi mobili nel veicolo gioca un ruolo importante in questo senso.

Oltre a questo, BMW ConnectedDrive comprende un’ampia gamma di sistemi di assistenza al guidatore che valorizzano ulteriormente il controllo e la sicurezza durante la guida. La scelta di sistemi specifici in funzione del modello spazia da proiettori adattivi, disponibili per tutti i modelli BMW, al sistema di avviso di cambiamento corsia, dal sistema di avviso di uscita dalla corsia alle informazioni sui limiti di velocità, fino al Cruise Control attivo con funzione Stop & Go, compreso l’avviso di avvicinamento al mezzo che precede e relativa funzione frenante. BMW Night Vision con riconoscimento dei pedoni, introdotta per la prima volta sulla nuova gamma della BMW Serie 7, ha stabilito nuovi parametri di riferimento in termini di sicurezza durante la guida al buio fin dal 2008. La sua telecamera a rilevamento termico trasmette un'immagine video in tempo reale nella quale persone, animali ed altri oggetti che emettono calore vengono mostrati in alta risoluzione sul display centrale, anche se si trovano al di fuori dei fasci di luce dei proiettori. Un’analisi precisa dei dati video permette al sistema di rilevare pedoni e ciclisti, in particolare, che sono in potenziale pericolo di investimento.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©