Cyber, scienza e gossip / Ambiente

Commenta Stampa

Ornellaia: con Vendemmia d'Artista la tenuta diventa anche museo


Ornellaia: con Vendemmia d'Artista la tenuta diventa anche museo
15/03/2011, 14:03

Bolgheri, 15 marzo 2011 – Sarà Rebecca Horn la protagonista di “Ornellaia 2008 Vendemmia d’Artista: L’Energia”. La celebre artista tedesca è stata chiamata a interpretare il carattere di uno dei vini italiani tra i più apprezzati al mondo per il progetto che da tre anni dà voce alle grandi firme dell’arte contemporanea per raccogliere fondi da destinare alla conservazione di opere d’arte nel mondo. Giunta quest'anno alla terza edizione, Vendemmia d'Artista ha trasformato la Tenuta di Bolgheri in un vero e proprio museo.

“Il progetto Vendemmia d’Artista intende recuperare in chiave contemporanea la tradizione e il valore della committenza rinascimentale – dice Giovanni Geddes, AD della Tenuta dell’Ornellaia - ogni anno affidiamo a un grande artista il compito di realizzare un’opera d’arte che catturi l’essenza del vino, l’individualità dell’annata e la sua specifica personalità”.

“Il vino, così come le persone, si distingue per la sua originalità ed ogni vendemmia è capace di trasmettere un carattere che lo rende unico. All’interno di un definito stile Ornellaia, lavoriamo proprio per individuare, esaltare e consolidare il tratto distintivo dell’annata – queste le parole di Axel Heinz, enologo della Tenuta dell’Ornellaia, che sottolinea – “Ornellaia 2008 racchiude in se L’Energia che il nostro territorio dona al nostro vino. Luce, calore e passione si sono trasformate in complessità aromatica, struttura tannica e grande longevità”

Tra i più celebrati artisti contemporanei, l'artista tedesca Rebecca Horn è nota per il proprio estro creativo: scultura, scrittura e cinema, con performance sbalorditive che catturano l’attenzione per la loro originalità. Per L’Energia di Ornellaia 2008 Rebecca Horn ha firmato un’installazione posata in opera all’interno della barricaia di Ornellaia. La scultura è realizzata con intrecci di rame che avvolgono l’intero spazio come le braccia di una divinità orientale e giochi di specchi che, come attenti occhi, vigilano sull’alchimia che sublima il vino durante il suo riposo.

La complessa installazione dell’artista tedesca si aggiunge alle opere create per le precedenti edizioni di Vendemmia d'Artista: le quattro sculture-fontane di Luigi Ontani, realizzate per l’Esuberanza di Ornellaia 2006 e posate nell’ingresso della tenuta stessa, e la scultura vegetale che Ghada Amer ha installato nel giardino, con grandi lettere a formare la frase "Happily Ever After" create per celebrare l’Armonia di Ornellaia 2007.

Così, al terzo anno del Progetto Vendemmia d’Artista all’interno della Tenuta dell’Ornellaia è possibile assaporare il fascino dei luoghi e il gusto di vini d'eccezione contemplando anche le opere di grandi esponenti dell’arte contemporanea. La Tenuta dell'Ornellaia, spazio espositivo davvero unico, è aperta per visite guidate dal lunedì al venerdì (previa prenotazione sul sito internet), e nel 2010 ha accolto più di 3600 ospiti. E' possibile prenotare la propria visita all’indirizzo web http://www.ornellaia.com/it/visita.htm.

In occasione della terza edizione di Vendemmia d'Artista, Rebecca Horn ha anche realizzato una serie limitata di bottiglie speciali grande formato per Ornellaia 2008, che saranno battute a Berlino il 19 maggio, nel corso di una grande asta di beneficienza condotta da Christiane Gräfin zu Rantzau, Deputy Chairman Christie's Germany. Sono 14 speciali bottiglie grande formato, una Salmanazar (9 litri), 3 Imperiali (6 litri) e 10 Doppio Magnum (3 litri), rese uniche dalle mani dell'artista, per le quali sarà possibile anche realizzare un’offerta registrandosi sul sito www.vendemmiadartista.it.

La serie limitata di etichette è in forte relazione con l’opera nella cantina di Bolgheri, le Doppio Magnum (3 litri) sono vestite da etichette in carta che riprendono l'iconografia della scultura ognuna resa unica da un segno pittorico che dall'etichetta si estende anche sul vetro della bottiglia con segni che richiamano guizzi e riflessi di luce in metaforico movimento su tutta la sua superficie. Le Imperiali (6 litri) sono invece caratterizzate da un filo in rame che, riprendendo la materia della scultura in barricaia, le circonda come un abbraccio che, nell’unico esemplare di bottiglia Salmanazar (9 litri), diviene un intreccio di fili che riproduce l'opera stessa. Questa serie limitatissima di bottiglie si trasformano così in vere e proprie opere d'arte che suggeriscono il carattere di energia alchemica del vino che contengono. Ogni bottiglia è numerata individualmente e firmata in originale dall’artista.

I fondi raccolti dalla messa all’incanto di questi esemplari unici saranno interamente devoluti a favore dell’Associazione “Freunde der Nationalgalerie” di Berlino. Anche grazie al progetto Vendemmia d'Artista, Tenuta dell'Ornellaia ha devoluto circa 400 mila euro a istituti d’arte e musei nel mondo.

La filosofia di Tenuta dell'Ornellaia vede la nascita dei vini come espressione più vera del proprio territorio di origine. Le uve per Ornellaia sono selezionate a mano e raccolti nei vigneti di proprietà a Bolgheri, sita sulla costa toscana. La diversa natura dei terreni della tenuta - marini, alluvionali e vulcanici - è ideale per la coltivazione di Cabernet Sauvignon, Merlot, Cabernet Franc e Petit Verdot.

Il vino Ornellaia è stata prodotto per la prima volta nel 1985 e ha ricevuto numerosi riconoscimenti nel corso degli anni. Ornellaia 2004 è stato tra i primi dieci vini della rivista Wine Spectator's Top 100 of 2007 e l'annata 1998 è stata nominata dal Wine Spectator's "Wine of the Year 2001" (migliore vino del mondo nel 2001).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©