Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

L'alimentazione giusta per gli esami di maturità

Panico da esami, i consigli dela Coldiretti


Panico da esami, i consigli dela Coldiretti
22/06/2010, 10:06

Roma - Una dieta ad hoc contro il panico da esami di maturità, in agguato per i ragazzi che domani cominceranno le prove in tutt'Italia. Basta qualche piccolo trucco: evitare le sostanze eccitanti come il caffè al quale ricorre quasi uno studente su 3 e il tè che è irrinunciabile per circa uno su 6. Via libera, invece, a piatti a base di pasta, riso, frutta e verdura, uova bollite e latte caldo. A proporre l'alimentazione giusta per gli esami di maturità che provocano ansia e insonnia negli studenti è la Coldiretti, ricordando gli errori tipici dei maturandi che frequentemente in questo periodo consumano proprio tè e caffè, secondo il sondaggio realizzato da Swg in collaborazione con Studenti.it. Per vincere la preoccupazione, invece, bisogna ricorrere ad alimenti ricchi di sostanze rilassanti, sottolinea la Coldiretti. "Non devono mancare pane, pasta o riso, lattuga, radicchio, cipolla, formaggi freschi, yogurt, uova bollite, latte caldo, frutta dolce e infusi al miele che favoriscono il sonno e aiutano l'organismo a rilassarsi per affrontare con la necessaria energia e concentrazione la sfida scolastica". Da evitare perché possono provocare insonnia, oltre alle citate bevande eccitanti, "patatine in sacchetto, salatini e cioccolata che sono invece spesso presenti tra le scorte di emergenza delle ansiose vigilie". "E' necessario - consiglia la Coldiretti - cercare di riposare adeguatamente facendo attenzione anche all'alimentazione, evitando sia il digiuno che gli eccessi, in particolare con cibi pesanti o con sostanze eccitanti". No quindi ad alimenti troppo conditi che rendono più difficile addormentarsi, oltre ai superalcolici che inducono un sonno di qualità cattiva con un difficile risveglio. "E tra i condimenti out quelli con sodio in eccesso. Vietati quindi curry, pepe, paprika e sale in abbondanza, ma anche piatti nei quali sia stato utilizzato dado da cucina. Anche gli alimenti in scatola per l'eccesso di sodio e di conservanti sono da tenere lontani". "Da ricordare, infine - conclude la Coldiretti - un buon dolcetto di incoraggiamento: ricco di carboidrati semplici, ha una positiva azione antistress. Così come infusi e tisane dolcificati con miele che creano un'atmosfera di relax e di piacere che distende la mente e la rende più pronta a rispondere alle sollecitazioni degli esaminatori".

Commenta Stampa
di Nando Cirella
Riproduzione riservata ©