Cyber, scienza e gossip / Religione

Commenta Stampa

Tanti i fedeli presenti alla prima udienza di Papa Francesco

Papa: “Andate nelle Periferie, aprite le chiese”


Papa: “Andate nelle Periferie, aprite le chiese”
27/03/2013, 20:46

CITTA’ DEL VATICANO - . "Fa pena vedere tante parrocchie chiuse, bisogna uscire, andare incontro agli altri per portare la luce e la gioia della fede". Sono queste le parole di papa Francesco nella sua prima udienza generale. "Faccio appello - ha poi il Santo Pontefice  parlando di quanto sta accadendo nella Repubblica Centroafricana - perché cessino immediatamente le violenze e i saccheggi".
Ma il pensiero di papa Francesco va, ancora una volta, al papa emerito: "Fratelli e sorelle, buongiorno. Sono lieto di accogliervi in questa mia prima udienza generale. Raccolgo il testimone dalle mani del mio amato predecessore Benedetto XVI", ha detto davanti ai circa 15mila fedeli accorsi in piazza San Pietro per la prima udienza generale del papa, al termine della quale ha rivolto un appello affinchè “cessino immediatamente le violenze e i saccheggi" nella Repubblica Centroafricana e "si trovi quanto prima una soluzione politica alla crisi" che affligge il Paese.                 ” Seguo con attenzione quanto sta accadendo in queste ore - ha affermato - e desidero assicurare la mia preghiera per tutti coloro che soffrono, in particolare per i parenti delle vittime, i feriti e le persone che hanno perso la propria casa e che sono state costrette a fuggire".
In occasione dell’Udienza, Francesco I ha incontrato anche la presidente della Camera, Laura Boldrini, accompagnata dalla figlia Anastasia. Al termine della parte pubblica dell'udienza generale papa Francesco ha scambiato alcune frasi con la Boldrini, alla quale ha stretto cordialmente la mano.
“Rimanere con Gesù esige uscire da se stessi, da un modo di vivere la fede stanco e abitudinario", ha scritto papa Francesco su Twitter dopo l’udienza. E in un cinguettio immediatamente successivo si legge: "Vivere la Settimana Santa è entrare sempre più nella logica di Dio, quella dell’amore e del dono di sé".

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©