Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Duecento i partecipanti, tra i 18 e i 45 anni

Parte dal Sudafrica la sperimentazione del vaccino anti Aids

Obiettivo della ricerca è la valutazione dell'immunogenicità

Parte dal Sudafrica la sperimentazione del vaccino anti Aids
19/04/2011, 18:04

L'Istituto superiore della Sanità (Iss) ha reso noto che la sperimentazione del vaccino italiano contro l'Hiv-Aids, basato sulla proteina Tat di HIV-1, inizierà dal Sudafrica. Una "sperimentazione clinica di fase II" che prevede la collaborazione tra il National Department of Health del Sudafrica con l'Istituto superiore della Sanità.
A sostenere lo studio in questa fase è il Ministero degli Esteri. Si tratta di una ricerca condotta da un gruppo italiano coordinato da Barbara Ensoli del Centro Nazionale AIDS dell'Istituto Superiore di Sanità e finanziato dal Ministero della Salute italiano.
Duecento persone tra i 18 e i 45 anni prenderanno parte alla sperimentazione. L'Iss sottolinea che obiettivo della ricerca è la valutazione della capacità di indurre una risposta immunitaria del vaccino somministrato, la cosiddetta immunogenicità.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©