Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

A rivelarlo uno studio di ricercatori americani

Parto prematuro, a rischio le donne in sovrappreso


Parto prematuro, a rischio le donne in sovrappreso
15/02/2010, 20:02

Le donne in sovrappreso rischiano un parto prematuro.
A rivelarlo uno studio condotto dai ricercatori delle Università di Medicina di Boston (BUSM), da quella di Salute Pubblica di Boston (BUSPH) e dal Centro di Epidemiologia Slone. Secondo la ricerca, l’eccessivo aumento di peso nelle donne in gravidanza è alla base di parti prematuri. Secondo i ricercatori americani, se le donne incinte superano il peso indicato nelle linee guida, corrono il  rischio di parti prematuri. Si definisce "prematuro" il neonato che viene al mondo prima della trentasettesima settimana di gestazione. L’obesità materna andrebbe ad incidere anche sulla salute del bambino e sul suo peso. Più la mamma è in carne, più il bambino che nasce anticipatamente, rischia di essere sottopeso. Quando i bambini nascono prima del termine della gravidanza, non hanno tutto il tempo necessario per sviluppare gli organi e dovranno quindi essere tenuti in incubatrice. Occhio  dunque alla bilancia per le donne in gravidanza. Durante tale periodo è opportuno seguire un minimo di dieta, tenendo sotto controllo i valori. Aumentare troppo si peso rende anche difficile, dopo sbarazzarsi dei chili di troppo accumulati. In questo importantissimo periodo della vita di una donna è necessaria un’alimentazione adeguata.
 

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©